• VELLUTATA DI CAVOLFIORE E FAGIOLI

    vellutata di cavolfiore

    Una gustosissima crema per accompagnare le fredde serate invernali. La vellutata di cavolfiore e fagioli è una vera delizia

    Se avete voglia di gustare stasera qualcosa di caldo, cremoso, sfizioso, allora questa vellutata di cavolfiore e fagioli è proprio quello che fa per voi. Semplice, veloce, ma dal risultato assicurato. Ideale per quando avete poco tempo ma volete portare in tavola un piatto caldo ed invitante. Non un semplice frullato e nemmeno un minestrone, ma qualcosa di decisamente più gustoso ed invitante per la cena di tutta la famiglia. Ecco, la dieta non è triste, basta avere un pò di fantasia per realizzare anche con ingredienti semplicissimi, un piatto davvero invitante.

    Ingredienti

    • 1 porro
    • 1 cavolfiore
    • 150 gr di fagioli lessi
    • paprika
    • sale
    • pane tostato
    • cialde di parmigiano
    • olio
    • pepe

    Procedimento

    Come tutte le vellutate e minestre il procedimento è davvero molto semplice.

    Cuocere il porro in padella con un goccio d’acqua.

    Nel frattempo cuocere al vapore il cavolfiore ed una volta cotto mettetelo nelle stessa pentola insieme al porro ed ai fagioli. Se usate i fagioli in scatola abbiate l’accortezza di sciacquarli bene prima del loro utilizzo mentre se usate quelli secchi dovrete iniziare la preparazione della vellutata in largo anticipo. Come sapete infatti dovete mettere prima in ammollo i fagioli per circa 12 ore e poi farli bollire almeno 1 ora.

    Frullate quindi tutto insieme, il cavolfiore, il porro appassito ed i fagioli aggiungendo, se occorre, un pò dell’acqua usata per lessare il cavolfiore

    Aggiungete paprika e giusto un pizzico di sale.

    Accompagnate poi con pane tostato e cialdine di parmigiano. Un buon giro d’ olio ed una spolverata di pepe, ed ecco fatto. La cena è servita.

    Amanti delle creme e vellutate? Allora provate anche la vellutata di carote e cavolfiore oppure quella di zucca e cipolla di tropea con crostini integrali. Io non saprei davvero quale scegliere.