• ZUPPA DI ZUCCA, VERZA E FAGIOLI

    verza

    Quando il freddo si fa sentire, quello che ci vuole è qualcosa di caldo per riscaldarci. Come questa fantastica zuppa con zucca, verza e fagioli.

    Per chi ha voglia di qualcosa di caldo da gustare, che sia gustoso ma anche leggero e salutare, ecco una buonissima zuppa. Un mix di verdure e legumi che sarà gradito da tutta la famiglia. In più è facilissimo da preparare.

    Ingredienti 

    • 400 gr di zucca
    • 1 verza media
    • 200 gr di fagioli cannellini in scatola (o già lessati)
    • olio, sale , pepe ed un poco di peperoncino

    Procedimento

    Innanzi tutto se usate i fagioli in scatola abbiate la premura di sciacquarli bene e metteteli da parte.

    Pulite e lessate la verza. Scolatela e dedicatevi quindi alla preparazione della zucca. Pulite la zucca e fatene dei dadini.

    In una padella antiaderente mettete la zucca con un poco di acqua, un  pò di sale e pepe, coprite e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Quando la zucca sarà morbida aggiungete la verza e solo per ultimi i fagioli, aggiungendo anche acqua all’occorrenza. terminata la cottura impiattate e servite, irrorando con un buon filo d’olio.

    Per completare il piatto potreste aggiungere dei crostini di pane integrale tostato oppure, prima del termine della cottura, aggiungere del farro o dell’orzo. termite la cottura dei cereali ed avrete un pasto completo.

    (Immagine tratta da http://www.gustoblog.it/post/177703/la-zuppa-di-verza-e-fagioli-per-riscaldarsi-nelle-serate-fredde )

     

  • PANCAKE SOFFICISSIMO CON TONNO, ZUCCHINE E POMODORINI

    ciccio pancake

    Voglia di un pasto sfizioso? Ecco il un sofficissimo pancake salato. Morbido, gustoso e saporito piacerà a grandi e piccoli.

    Sta spopolando sui social e lo chiamano “ciccio pancake”.. ma perchè ciccio? Perchè si tratta di un pancake davvero ciccione e morbido come una focaccia. Ma a differenza della focaccia che è solo una fonte di carboidrati, il ciccio pancake è un pasto più completo ed è anche una buona fonte proteica. Gli ingredienti infatti sono combinati in modo  tale da avere un ottimo bilanciamento dei macronutrienti che lo rendono un pasto completo che può essere assunto anche da chi è a dieta come un buon secondo piatto.

    Ingredienti per un pancake

    • 80 grammi di albumi
    • 30 grammi di farina integrale o farina di farro o avena
    • 2 zucchine tagliate a julienne
    • qualche pomodorino tagliato a pezzetti
    • erba cipollina sminuzzata o altre spezie a piacere (curry, ppaprika, curcuma, origano….)
    • 1 scatoletta piccola di tonno al naturale
    • 1 cucchiaino di lievito per torte salate
    • Sale (poco!)

    Procedimento

    La preparazione del pancake salato è molto semplice.

    Lavate e tagliate  a julienne le zucchine. Lavate anche i pachino e tagliateli  a pezzetti.

    In una ciotola poi sbattete con una frusta gli albumi e la farina ed aggiungete quindi il resto degli ingredienti.

    Mettete l’impasto in un padellino antiaderente e cuocete con il coperchio per 15-20 minuti.

    Girate dall’altro lato e cuocete per altri 5 minuti ed il vostro ciccio pancake è pronto.

    Servite tiepido con una fresca insalata!

    (Immagine tratta da http://mamancecile.altervista.org/fit-pancake-salato/ )

  • PIADINA FATTA IN CASA CON FARINA DI CECI

    piadine di ceci

    Semplice, veloce, pochissime calorie, la piadina di ceci è davvero deliziosa, adatta anche ai celiaci, e sarà apprezzata da grandi e piccoli

    Quella delle piadina di ceci è una ricetta assolutamente sfiziosa ed adatta anche ai celiaci in quanto senza glutine. Si prepara con pochissimi ingredienti, ovvero acqua e farina, un pò come le piadine integrali che vi ho proposto qualche tempo fa. Qui però la farina di grano è stata sostituita con la farina di ceci che darà alla vostra piadina un gusto ancora più particolare. La farina di ceci non solo è senza glutine, ma rispetto a quella di grano è più proteica e quindi utile nelle diete vegane o per tutti coloro che vogliono aumentare il loro apporto proteico. Realizzata la piadina poi non resta che scegliere il ripieno, e qui avete solo l’imbarazzo della scelta. E allora forza, non resta che provare.

    Ingredienti
    • 80 g farina di ceci
    • 150 g di acqua
    • un pizzico di sale
    Procedimento

    Unite gli ingredienti ed amalgamateli bene con una forchetta o una frustina a mano senza fare grumi. Otterrete così un impasto che dovrà risultare abbastanza liquido, come quello delle crêpes.

    Coprite la pastella ottenuta e lasciatela riposare in frigo per 30 minuti circa.

    Versate a questo punto l’impasto in una padella antiaderente precedentemente scaldata (per essere certi che il composto non si attacchi potete ungere la padella con uno scottex) ed estendetelo su tutta la padella.

    Cuocete l’impasto 2-3 minuti per lato a seconda di quanto la vostra piadina risulterà sottile.

    Ricordate che la piadine dovrà risultare morbida per poterla piegare o arrotolare in base ai vostri gusti.

    Una volta pronta, farcita la vostra piadina come preferite: cime di rapa lesse e prosciutto crudo, pomodoro mozzarella e rucola, salmone e rucola, zucchine grigliate e primosale. Insomma, avete solo l’imbarazzo della scelta.

  • ACQUACOTTA ALLA VITERBESE

    acquacotta

    Inverno, tempo di zuppe e minestre. Con l’acquacotta alla viterbese vi potrete scaldare portando in tavola un piatto unico completo, sano, nutriente e gustoso 

    Chi mi segue da lontano probabilmente non conosce questa ricetta tipica della mia terra. Si tratta dell’acquacotta alla viterbese, una ricetta della tradizione contadina che i nostri avi avevano creato per ristorarsi e scaldarsi dopo le lunghe giornate di faticoso lavoro. Proprio per le sue tradizioni contadine, gli ingredienti sono semplicissimi, quelli che si potevano trovare in una comune cucina di campagna. Ingredienti che vengono cotti direttamente nell’acqua, senza la presenza di alcun grasso cotto o soffritto. Si tratta quindi di una zuppa nutriente ma assolutamente sana! Oltre che sana poi si tratta di una ricetta che permette di riciclare ingredienti un pò passati come il pane raffermo che spesso viene buttato.

    Ingredienti
    • 1 kg di cicoria di campagna
    • pane casareccio raffermo magari integrale
    • 2-3 rametti di mentuccia fresca
    • olio di oliva della Tuscia
    • 4 patate
    • 4 spicchi d’aglio
    • 1 peperoncino
    • sale
    • 500 gr di pomodori
    • 2 cipolle
    • 1 uovo a testa oppure baccalà
    Procedimento

    In una pentola con acqua e sale mettete a cuocere le patate sbucciate e tagliate a metà, 4 spicchi d’aglio interi, le 2 cipolle a fettine, pomodori spezzettati, mentuccia e peperoncino.

    A parte sbollentate la cicoria per togliere l’amaro che a molti non piace ( se usate la cicoria coltivata e non selvatica  la potete invece cuocere insieme a tutti gli altri ingredienti).

    Fate cuocere il tutto lentamente fino ad ottenere una buona consistenza. La quantità di acqua rimasta infatti dovrà essere appena sufficiente ad inzuppare il pane che avrete nel frattempo posto all’interno di piatti fondi (o ciotoline di coccio come quelle di un tempo).

    Poco prima che la cottura sia ultimata mette uno, due uova a testa direttamente nella pentola di cottura facendo quindi la classica cottura “in cammicia” direttamente nella zuppa. In alternativa all’uovo, a metà cottura potrete aggiungere il baccalà tenuto a mollo dalla sera prima e  tagliato a quadrati non troppo piccoli.

    Quando l’albume dell’uovo si sarà rappreso (o il baccalà cotto), versate sul pane casereccio il brodo di cottura insieme con la cicoria, le patate e un pezzetto di baccalà o l’uovo in camicia, in modo che tutti abbiano tutti gli ingredienti.

    Lasciate riposare qualche minuto con il piatto coperto per far insaporire il pane, poi togliete il brodo in eccesso. A questo punto irrorate la zuppa con un bel cucchiaio di olio extravergine di oliva.

    E la vostra acquacotta è pronta!

  • PIADIPIZZA: LA PIZZA PIADINA SUPER GOLOSA

    piadipizza

    La piadipizza, una bella idea veloce per cena ed anche molto gustosa. Non è una piadina, ma nemmeno una pizza, è una…piadipizza!

    Siete indecisi tra una piadina o una pizza? Allora provate la piadipizza. Altro non è che una pizza con la base della piadina. Un’ottima idea per una cena super veloce! Qui ve la propongo con pomodoro e mozzarella, ma potete usare il condimento che preferite: mozzarella e verdure ad esempio, oppure mozzarella e prossciutto, o ancora funghi e prosciuttto, insomma…proprio come una pizza.

    Ingredienti per 4 persone
    • 4 piadine integrali
    • 400 gr di passata di pomodoro rustica
    • 400 gr di mozzarella fresca
    • basilico
    • origano
    • olio di oliva extravergine
    • sale
    Procedimento

    Innanzi tutto occorre preparare l’impasto delle piadine che saranno la base della piadipizza. Per questo potete seguire la ricetta che vi avevo già proposto a questo link.

    Accendete il forno ventilato a 200 °C.

    Mentre la pasta delle piadine riposa, versate la passata di pomodoro in una terrina ed aggiungete un pò di sale ed origano. Tagliate inoltre la mozzarella a dadini in modo da avere tutto pronto per il condimento.

    Stendete la pasta della piadina su un foglio di carta da forno, usando un matterello. Spargete su ogni piadina la salsa di pomodoro, la mozzarella tagliata a pezzetti (o gli ingredienti che avete scelto per il condimento) ed un filo di olio.

    Quando il forno avrà raggiunto la temperatura, infornate le vostre piadipizze per 5-10 minuti finchè la mozzarella non sarà sciolta ed il bordo dorato. Se volete potete cuocere a piadipizza in padella. Basterà usare una padella antiaderente e cuocere per circa 10 minuti con il coperchio e a fuoco moderato.

    Una volta pronta decorate con qualche foglia di basilico ed ecco fatto. La vostra piadipizza è pronta!

  • TORTA SALATA CON PASTA MATTA

    torta salata

    Voglia di una torta salata ma siete a dieta e non potete usare la pasta sfoglia? Ecco questa variante casalinga, sana e leggera. Basta acqua e farina e un pò di fantasia e la cena è pronta.

    Le torte salate sono spesso la salvezza di chi all’improvviso riceve ospiti a cena, oppure di chi non ha molto tempo per cucinare. Basta scegliere un ripieno, infornare ed il gioco è fatto. Certo, vi do ragione… ma la pasta sfoglia certo è lontana dall’idea di una cucina light! Ecco all’ora che vi propongo una torta salata pronta in poco tempo, realizzata con ingredienti che tutti avete in casa, ma fatta senza pasta sfoglia! Per realizzarla useremo: la pasta matta!

    Ingredienti per la “pasta matta”

    • 220 gr farina integrale o fattore 1
    • 2 cucchiai da cucina di olio extravergine oliva
    • 80 gr acqua fredda

    Ingredienti per il ripieno (2 varianti!)

    •  broccoletti lessi ripassati in padella con mozzarella
    • pachino, origano, olive nere e mozzarella

    Procedimento

    Fare sulla spianatoia la classica fontana con la farina.

    Aggiungere olio a filo, sempre a filo acqua fredda ed impastare fino a rendere l’ impasto liscio e levigato. Avvolgere nella pellicola e lasciare riposare in frigo per mezzora.

    Trascorsa la mezz’ora stendere a piacimento, come crostata o a torta con doppio strato. A questo punto farcire a gradimento. Ad esempio potreste pensare di realizzare due torte salate. Una ripiena con broccoletti e mozzarella, l’altra con pachino, mozzarella, olive nere ed origano. O ancora prosciutto e mozzarella, broccoli e philadelphia, peperoni e tonno.

    Cuocere in forno ventilato pre riscaldato a 210 gradi per 25 min.

    E la cena è servita!

  • ZUPPA DI LENTICCHIE, QUINOA E SPINACI

    zuppa

    Una gustosissima zuppa ottima per vegetariani, vegani e celiaci e per chi semplicemente vuole portare in tavola in modo gustoso le proteine vegetali

    Ecco un’altra zuppa sana e gustosa da portare in tavola nelle giornate più fredde. E’ adatta sia a vegetariani che vegani in quanto realizzata solo con alimenti vegetali. Può inoltre essere un’idea per far mangiare le verdure anche ai più piccoli in quanto il sapore degli spinaci è qui smorzato dalle spezie e dalle lenticchie. Infine, è adatta anche ai celiaci in quanto la quinoa è uno pseudocereale privo di glutine.

    Ingredienti

    • 100 gr di lenticchie rosse decorticate (questa varietà non necessita di ammollo preliminare)
    • 1 cucchiaino di curcuma
    • 1/2 cucchiaino di cumino
    • un poco di peperoncino
    • 2 cucchiai di olio
    • 1/2 cipolla
    • 50 gr di quinoa
    • brodo vegetale q.b.
    • 300 gr di spinaci freschi

    Procedimento

    Lavare bene gli spianaci e tagliarli a piccoli pezzi.

    In una padella antiaderente mettete la cipolla e del brodo ed iniziate ad accendere il fuoco. Aggiungete le lenticchie rosse preventivamente sciacquate, coprite a filo con il brodo e fate bollire  per 5 minuti.  Aggiungete quindi i semi di quinoa ed ancora altro brodo vegetale. Lasciate cuocere per 5 minuti quindi aggiungete anche gli spinaci.

    Continuate a cuocere finchè la cottura della quinoa non sarà terminata (altri 5-10 minuti circa).

    Solo a fine cottura aggiungere le spezie e l’olio di oliva.

    Servite la zuppa ben calda.

     

  • PIZZA DI CAVOLFIORE

    pizza

    Voglia di una cena sfiziosa? Provate questa pizza…non pizza! Ha l’aspetto di una pizza ma è light come un…cavolo! Piacerà a grandi e piccoli.

    La pizza di cavolfiore è una particolare pietanza che della pizza ha solo l’aspetto! Infatti la base, anzichè che con acqua e farina, è realizzata con il cavolfiore e pangrattato. E’ una finta pizza, adatta a chi è a dieta, ai celiaci (se al posto del pangrattato di usa un poco di farina di riso), ed è un modo per far mangiare la verdura anche ai più piccoli. Qui vi propongo la ricetta per una “pizza” margherita, ma potete condire la vostra base di cavolfiore come preferite. Provate ad esempio prosciutto e mozzarella oppure tonno e pomodoro!

    Ingredienti per la  base
    • 1 cavolfiore  bianco (circa 700 gr)
    • 40 gr di pane integrale grattato
    • 2 albumi
    • sale
    • noce moscata da grattugiare
    Ingredienti per il condimento
    • salsa di pomodoro
    • origano
    • 1 mozzarella
    • origano
    • olio
    • sale

    Procedimento 

    Pulite il cavolfiore e dividetelo a cimettte.

    Mettete le cimette in un mixer e tritatele. Trasferite le cimette tritate in una ciotola ed aggiungete gli albumi, il  pan grattato, sale e noce moscata e quindi amalgamate  bene

    Spostate il composto su uno stampo ricoperto di carta forno e appiattitelo e pressatelo con le mani.

    Fate cuocere la pizza in forno statico preriscaldato a 200° per circa 30 minuti (a 180° per 20 minuti se forno ventilato).

    Nel frattempo preparate il vostro condimento. In una ciotola versate la passata di pomodoro, olio, sale ed origano. Tagliate a fettine la mozzarella facendola scolare bene.

    Quando la base sarà cotta sfornatela, distribuitevi sopra la passata di pomodoro e le fettine di mozzarella. Quindi infornate di nuovo in forno statico preriscaldato a 200° per 10-15 minuti (oppure ventilato a 180° per 8-10 minuti).

    Lasciate intiepidire e servite la vostra pizza!

  • MINESTRA DI FAVE CARCIOFI E PISELLI

    carciofi

    Voglia di depurarvi dopo le feste tornando alle sane abitudini? Iniziate con questa minestra, sana gustosa, saporita  e purificante!

    Dopo le feste di Natale si riparte sempre con i buoni propositi, primo tra tutti: mettersi a dieta. O per lo meno fare qualche giorno di purificazione per togliersi di dosso quel senso di gonfiore e pesantezza causato dai pasti decisamente troppo abbondanti delle feste. Tra gli alimenti che favoriscono la depurazione ed il benessere del fegato, regnano i carciofi, come già avevo indicato in questo articolo . Ma come cucinarli?  Bhe, i carciofi si prestano a moltissime preparazioni, ma qui ve li propongo in una deliziosa minestra insieme a fave e piselli, anch’essi utili in questo periodo post abbuffate. Ma vediamo ora la ricetta.

    Ingredienti (per 2 persone circa)

    • 200 g di fave fresche
    • 200 g di pisellini freschi
    • 4 cipollotti
    • 4 carciofi
    • 1 limone
    • brodo vegetale
    • finocchietto selvatico
    • olio extra vergine di oliva
    • sale e pepe
    • parmigiano in scaglie (facoltativo)

    Preparazione

    Pulite i carciofi, eliminando le parti più dure e la barba interna. Tagliateli a spicchi e metteteli in acqua acidulata con limone.

    Scottate le fave in abbondante acqua bollente per circa 1 minuto , sgocciolatele e pelatele.

    In una pentola capiente tagliate a spicchi i cipollotti, aggiungete 2 cucchiai di olio di oliva ed un mestolo di brodo vegetale (o acqua). Fate insaporite per qualche minuto. Aggiungete quindi le fave, i carciofi, i pisellini ed un paio di fili di finocchietto selvatico e coprite con il brodo tenuto da parte bollente.

    Continuate a cuocere per circa 20 minuti aggiustando di sale (sempre meglio poco).

    A cottura ultimata, eliminate il finocchietto selvatico e servite la zuppa di fave, carciofi e piselli aggiungendo un giro d’olio d’oliva ed  una macinata di pepe nero. Potete aggiungere poi delle scaglie di parmigiano per avere un ottimo piatto unico.

    Inoltre, per avere una minestra più ricca, aggiungete della pasta (magari integrale) o del riso, o anche dei crostini di pane integrale

     

  • MINESTRA DI FARRO CON LEGUMI E CICORIA

    CICORIA

    Una minestra  adatta alle serate più fredde, un piatto povero della tradizione contadina a base di legumi e cicoria, ma nutriente ed invitante

    Immaginate una sera fredda, chiusi a casa davanti ad un camino, la famiglia riunita e duna tavola apparecchiata con semplicità. Un perfetto quadro familiare che fa pensare alle antiche tradizioni, oggi ormai perdute. E per completare il tutto, una minestra della tradizione contadini. Con poveri e semplici ingredienti, quali legumi, farro e cicoria, ma che scalderà il cuore (e non solo!) di tutti. Semplice ma sana e nutriente

    Ingredienti (per circa 2 persone)

    • 300 gr di legumi misti tra fagioli, ceci, cicerchie e lenticchie, già lessati
    • 500 gr di cicoria
    • 2 pomodori grandi
    • 100 gr di farro
    • sedano
    • carota
    • cipolla
    • aglio
    • peperoncino
    • olio extra vergine di oliva

    Procedimento

    Il procedimento è semplicissimo. Prendete un tegame e metteteci qualche cucchiaio di olio, la carota, il sedano, la cipolla, l’aglio, il peperoncino, i 2 pomodori tagliati a pezzi. Senza fare il soffritto, aggiungete subito i legumi e circa 300 ml di acqua (se avete lessato i legumi potete usare la loro stessa acqua di cottura). Mettete il coperchio e lasciate insaporire il tutto per circa 30 minuti.

    A questo punto aggiungete la cicoria precedentemente lavata e tagliata a pezzi e lasciate cuocere per altri 30 minuti.

    Solo a questo punto aggiungete il farro e fate andare a fuoco vivace fin quando non sarà cotto.

    Servite la minestra calda con un bella spolverata di parmigiano ed un filo di olio di oliva.