• CUORI DI MERLUZZO SAPORITI

    cuori di merluzzo

    La dieta dice pesce? Provate allora i cuori di merluzzo saporiti, come rendere gustoso anche un pesce spesso insipido e triste

    Una delle difficoltà maggiori della dieta sta nel saper portare in tavola dei piatti che pur essendo light siano comunque appetibili e gustosi. Quando tristi infatti la dieta rischia di diventare monotona e noiosa con il rischio che venga presto abbandonata. Questi cuori di merluzzo saporiti ne sono un esempio. In più sono semplicissimi da preparare e poichè anche l’occhio vuole la sua parte ho cercato di renderli anche carini. Allora via a preparare questo delizioso piatto, che potete proporre a tutta la famiglia. Speriamo che anche i più piccoli riescano ad apprezzare!

    Ingredienti per 2 persone

    • 400 gr di cuori di merluzzo
    • fagiolini
    • pachino
    • basilico
    • limone (succo e scorza)
    • pepe
    • olio
    • aglio

    Preparazione

    Più facile a farsi che a dirsi. Innanzi tutto dovete lessare i fagiolini. Potete usare tranquillamente quelli congelati mase li avete freschi tanto meglio. Una volta lessati, ripassateli in padella con l’aggiunta dei pachino e di un paio di spicchi d’aglio. Non mettete olio, giusto un goccio di acqua per evitare che si attacchino ma considerate che ci saranno già i pachino a fare un pò di succo.

    In un’altra padella poi lessate con un pò d’acqua ed il succo di 1/2 limone i cuori di merluzzo.

    Una volta cotti metteteli in una ciotolina. Aggiungete i fagiolini al pomodoro tagliati a pezzetti, qualche foglia di basilico anch’essa spezzettata, la scorza di 1/2 limone fatta a listarelle, pepe, olio, ed ecco fatto.

    La vostra ciotolina con cuori di merluzzo saporiti è pronta per essere servita accompagnata da crostini di pane integrale tostato per completare il piatto.

    E buona serata a tutti!


    Altre ricette con il merluzzo? Provate le polpette di merluzzo e cavolfiore oppure filetti di merluzzo gratinato. Queste e tante idee per rendere gustoso anche un pesce così semplice.

  • CUORI DI MERLUZZO AL POMODORO

    cuori di merluzzo

    Cena semplice e leggera ma saporita, i cuori di merluzzo al pomodoro sono ideali se avete poco tempo ma volete proporre un piatto invitante

    Stasera pesce ma siete nauseati dal solito merluzzo al vapore? Come darvi torto! Ma del resto chi lo ha detto che a dieta si possa mangiare solo questo? Basta aggiungere un pò di verdure, un minimo di condimento a crudo, della salsa di pomodoro ed anche dei semplicissimi cuori di merluzzo congelati possono diventare un buon piatto, gustoso e saporito.

    Ingredienti per 2 persone

    • 400 gr di cuori di merluzzo congelati (vanno benissimo anche i cuori di filetti di nasello)
    • salsa di pomodoro
    • basilico fresco od essiccato
    • peperoncino
    • olio di oliva
    • origano secco

    Preparazione

    Semplicissima, vi basteranno 15 minuti.

    Prendete i vostri cuori ancora congelati (se avete poi dei cuori di merluzzo o anche di nasello freschi ben venga, meglio ancora!). Metteteli in una padella ed aggiungete 1 bicchiere di passata di pomodoro. Aggiungete anche 1/2 bicchiere di acqua per allungare un pò la salsa, tanto basilico secco, origano ed una spolverata di peperoncino se vi piace.

    Accendete il fuoco e lasciate cuocere con il coperchio. Dopo 5 minuti ruotate i cuori di merluzzo in modo che si cuociano in modo uniforme da tutti i lati. Se occorre, perchè notate che la passata si sta rapprendendo troppo, aggiungete ancora un poco d’acqua. Inoltre per far si che i cuori si insaporiscano, con un cucchiaio versateci sopra la salsa di pomodoro che state usando per la cottura. Mettete di nuovo il coperchio e continuate al cottura per altri 10 minuti girando di tanto in tanto ed irrorando ancora i cuori con il pomodoro.

    Impiattate, aggiungete un giro di olio di oliva ed ecco fatto. La cena è pronta.

    Altre idee per cuocere il pesce in modo extra light ma invitante allo stesso tempo? Provate allora il persico al limone anch’esso veloce semplice e leggero ma anche saporito e sfizioso. E buon appetito a tutti!

  • PLUMCAKE BICOLORE ARANCIA E CACAO

    plumcake bicolore

    Quale miglior modo di iniziare la giornata se non con una dolce colazione? Allora ecco il plumcake bicolore arancia e cacao fa proprio il caso vostro

    Avete voglia di qualcosa di dolce da gustare a colazione che non siano però le solite merendine confezionate? Allora un dolce fatto in casa è quello che ci vuole. Certo spesso le ricette che trovate sono ricche di grassi e zucchero ed è per questo che ho deciso di fare questa raccolta di ricette di dolci light ma estremamente gustosi che nulla hanno da invidiare alle merendine confezionate. Sono certamente più sani e genuini, meno zuccherosi certo, ma vedrete, sarà un piacere riscoprire i sapori di una volta.

    Così la ricetta di questo plumcake è semplicissima e veloce. semplice come del resto tutti i dolci e le ricette che trovate nel mio blog. Non sono una cuoca o una pasticcera ed è per questo che troverete sono pietanze semplici e genuine. Ma veniamo a noi, accendete i forni e provate questo soffice plumcake bicolore per la gioia di grandi e piccoli

    Ingredienti

    • 230g farina tipo 1
    • 40 g di fecola di patate
    • 30g di olio di semi
    • 155 g di acqua
    • 2 buccia di arance grattugiate
    • 3 uova
    • 30g zucchero di canna
    • 20g cacao amaro
    • 1 bustina lievito

    Procedimento

    Semplicissimo come vi dicevo. Innanzi tutto unite tutti gli ingredienti fatta eccezione per i 20 gr di cacao e 20 grammi di fecola di patate.

    Una volta amalgamato il tutto dividete l’impasto a metà ed aggiungete ad una i 20 gr di fecola mentre sull’altra i 20 gr di cacao.

    Tutto pronto a questo punto per preparare lo stampo. Ricoprite con carta forno uno stampo da plumcake e versateci a cucchiaiate alternate i due impasti.

    Infine infornate a 175° per 45 minuti circa. Fate la prova stecchino e quando il vostro plumcake bicoloreù sarà pronto… sfornate! Ottimo caldo, delizioso anche freddo magari inzuppato in una buona tazza di latte.

    Volete provare qualcosa di diverso? Nell’area blog del mio sito, sezione dolci, troverete certamente quello che fa per voi, non solo plumcake ma anche muffin, ciambelloni, biscotti e tanto altro per allettare le vostre giornate e rendere meno tristi i noiosi i vostri piani alimentari.

  • PANCAKE SALATO SUPER GOLOSO

    ciccio pancake

    Voglia di un pasto sfizioso? Ecco il pancake salato. Morbido, gustoso e saporito piacerà a grandi e piccoli ed è adatto anche a chi è a dieta.

    Spesso chiamato anche ciccio pancake, questo pancake salato morbido e goloso come una focaccia è un’ottima idea se avete voglia di un pasto sfizioso e diverso dal solito. A differenza della focaccia, che prevede nell’impasto essenzialmente acqua lievito e farina, il ciccio pancake è un pasto più completo ed è anche una buona fonte proteica. Infatti l’impasto è realizzato anche con gli albumi, proprio come i classici pancakes che di solito vengono assunti a colazione, nella versione dolce, magari con frutta fresca e marmellata. La preparazione? Più facile a farla che raccontarla. Ed allora non resta che provare.

    Ingredienti per un pancake

    • 80 grammi di albumi
    • 30 grammi di farina integrale o farina di farro o avena
    • 2 zucchine tagliate a julienne
    • qualche pomodorino tagliato a pezzetti
    • erba cipollina sminuzzata o altre spezie a piacere (curry, ppaprika, curcuma, origano….)
    • 1 scatoletta piccola di tonno al naturale
    • 1 cucchiaino di lievito per torte salate
    • Sale (poco!)

    Procedimento

    La preparazione è molto semplice.

    Lavate e tagliate  a julienne le zucchine. Lavate anche i pachino e tagliateli  a pezzetti.

    In una ciotola poi sbattete con una frusta gli albumi e la farina ed aggiungete quindi il resto degli ingredienti.

    Mettete l’impasto in un padellino antiaderente e cuocete con il coperchio per 15-20 minuti.

    Girate dall’altro lato e cuocete per altri 5 minuti ed il vostro ciccio pancake è pronto.

    Servite tiepido con una fresca insalata!

  • MUG CAKE: LA TORTA IN TAZZA PER UNA COLAZIONE SUPER GOLOSA

    mug cake

    Mug cake, la torta in tazza super golosa, super soffice e pronta in meno di 5 minuti. Quale modo migliore per iniziare la giornata? 

    Avete mai sentito parlare della Mug Cake? Si tratta di una trovata americana che si è ormai diffusa anche da noi. Mug significa tazza, mentre Cake significa Torta…ed ecco la torta in tazza appunto. Si tratta di una mini torta che viene preparata direttamente nella tazza della colazione, viene cotta al microonde ed è pronta in meno di 5 minuti! Ne esistono moltissime varianti ed ognuno può inventare la Mug Cake che preferisce: con o senza uova, con o senza latte, con latte vegetale,  con il cacao o con la frutta fresca, o magari con la nutella, o gluten free. Qui ve la propongo in una versione light, senza zuccheri aggiunti, con soli albumi, e con farina di avena (una fonte di carboidrati a lenta digestione) ma con un tocco gustoso: gocce di cioccolato extra fondente! Non resta che attendere la colazione per preparare la vostra mug cake.

    Ingredienti

    • 40 gr di farina di avena (se non ne avete ma avete i fiocchi di avena, basta frullarli finemente)
    • 80 gr di albume (2 albumi)
    • 70 gr di yogurt bianco magro
    • 10 gr di cacao amaro in polvere
    • 1 cucchiaino di lievito (o 1/2 cucchiaino di bicarbonato)
    • qualche goccia di cioccolato extrafondente

    Procedimento

    Versate nella tazza gli albumi e lo yogurt. Mischiate bene ed aggiungete il cacao amaro, la farina ed il lievito (o bicarbonato) e mescolate ancora fino ad ottenere una crema liscia. Solo a questo punto versate sopra le gocce di cioccolato.

    Cuocete al microonde per circa 2 minuti a 600w. Verificare comunque sempre la cottura in quanto potrebbe variare da microonde a microonde.

    Ed ecco fatto, la vostra mug cake è pronta per essere assaporata ancora calda, e così sarà di certo una bella giornata!

    Siete più tradizionalisti? Ed allora per colazione una fetta di ciambellone fatto in casa potrebbe certo fare il caso vostro

  • CIAMBELLONE INTEGRALE ALL’ACQUA CON GOCCE DI CIOCCOLATO

    ciambellone

    Le cose semplici sono sempre le più buone. E allora provate questo ciambellone integrale all’acqua. Classico leggero e genuino.

    Cercavo un dolce classico, senza troppi ingredienti, pratico. Insomma, il classico ciambellone della nonna! E allora  ho trovato questo ciambellone all’acqua con farina integrale. La ricetta originale prevedeva l’uso del succo d’agave per dolcificare. Tuttavia anche il succo d’agave andrebbe ridotto nella dieta, come lo zucchero bianco, il fruttosio, o i dolcificanti artificiali. Non c’è un sostitutivo dello zucchero, bisogna solo abituarsi a sapori meno dolci, come ho scritto in questo articolo. Se proprio non si riesce a farne a meno, si potrebbero usare i malti di riso o di orzo, che però non tutti hanno in casa. Allora usiamo del miele o dello zucchero integrale di canna, ma sempre in piccole quantità. Allora qui ho suggerito l’uso dello zucchero integrale ma in dose dimezzata rispetto a quanto previsto dalla ricetta originale! Non resta che provare 🙂

    Ingredienti

    • 500 g di farina integrale macinata a pietra;
    • 500 ml di acqua;
    • 70 gr di zucchero di canna integrale (oppure 50 gr di miele)
    • 90 ml di olio extravergine d’oliva;
    • 100 g di cioccolato fondente;
    • 1 bustina di lievito per dolci;
    • Scorza e succo di 1 limone.

    Preparazione

    Per la preparazione del ciambellone all’acqua mettete  la farina integrale  in una ciotola e il lievito setacciato. Unite l’acqua, la scorza del limone grattugiata e il succo filtrato, lo zucchero , l’olio extravergine d’oliva e mescolate bene il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere un impasto liscio, denso ed omogeneo.

    Tritate grossolanamente il cioccolato fondente con un coltello e versatelo nell’impasto. Mescolate molto bene con un cucchiaio di legno in modo da distribuirlo perfettamente, quindi prendete uno stampo per ciambellone, oliatelo e versateci l’impasto. Infornate  in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti. Trascorso questo tempo fate la prova stecchino. Sfornatelo e lasciatelo raffreddare.

    Ottimo a colazione o merenda 🙂

  • TARTARE DI SALMONE IN AGRODOLCE

    tartare

    Una vera prelibatezza questa tartare di salmone, un mix di sapori per un antipasto od un’entrée da veri chef

    Arrivo a casa un giorno ed ecco qua, il mio compagno in cucina mi fa trovare una vera prelibatezza pronta da esser gustata. E poi lui lo sa, adoro il pesce e quindi quale migliore sorpresa poteva farmi?? Una deliziosa tartare di salmone condita diciamo, a modo suo! Ma il risultato vi assicuro è stato sorprendente. Ideale per aprire una romantica cena o un gustoso pranzetto a base di pesce.

    Ingredienti

    • tartare di salmone
    • qualche ribes
    • 1 porro
    • scorza di un limone
    • pepe

    Procedimento

    Semplice. Tartare di ottima scelta spezzettata a cubetti.

    Scottata il porro in padella. Amalgamate il porro con la tartare, i frutti rossi ed un poco di pepe.

    Create il vostro tortino e completate con la scorza del limone e qualche ribes ancora.

    E buon appetito!

  • SAN VALENTINO 2021: IDEE PER UNA CENA LEGGERA E RAFFINATA

    san valentino

    Un menù  leggero, elegante e raffinato, perfetto per festeggiare il San Valentino anche se si vuole stare attenti alla linea.

    Si, è vero, ci si deve amare tutti i giorni e non solo a San Valentino, ma io sono un’inguaribile romantica e quindi San Valentino è un’occasione in più per festeggiare. Ed allora ecco per voi un menù light ma gustoso e raffinato per festeggiare a lume di candela questo giorno speciale.

    Entrèe

    Innanzi tutto inizierei con un piccolo entrèe, proprio come nei ristoranti più raffinati. Un poco di prosecco e perchè no una raffinata tartare di salmone ai frutti rossi.

    Antipasti

    E poi via, tra una coccola e l’altra si passa all’antipasto. Ecco le mie proposte:

    Primo piatto

    Come primo piatto qualcosa di raffinato, piccole porzioni per evitare di non avere più posto per il secondo! Vediamo un pò :

    Direi quindi che per i primi avete solo l’imbarazzo della scelta

    Secondo piatto

    Siamo quasi alla fine di questa romantica cena. Eccoci al secondo ed ecco alcuni piatti gustosi e raffinati tratti dal mio blog:

    Contorni

    I contorni non possono mancare per chiudere il pasto. Siano essi cotti o crudi, sbizzarritevi. Dalla semplice insalata (dopo una cena da chef ci può stare qualcosa di super leggero!) ad un’insalata di finocchi, oppure verdure lesse di stagione come carciofi o della cicoria all’agro o infine una gustosa caponatina di verdure. Non esagerate con olio e sale ed insaporite con spezie, erbe aromatiche, limone, aceto o magari del peperoncino (vista la serata!).

    Dolce

    E per chiudere in bellezza la vostra cenetta, non può mancare un dolce. Ormai per stasera uno sgarro è concesso (seppur sempre limitato). Che ne dite di questi buonissimi biscotti al cioccolato ovviamente formato cuore? O magari una fettina di crostata presentata con fiocchi rossi e candele. Oppure ancora, un soffice plumcake banana e cioccolato.

    Una musica di sottofondo (spegnete le tv ogni tanto), luce soffusa ed avrete a casa vostra una cena romantica come al ristorante. Visto il periodo, si fa quel che si può, ma sarà comunque un bellissimo San Valentino.

  • CASTAGNOLE AL FORNO

    castagnole

    Siete a dieta ma non volete rinunciare alle strepitose castagnole di carnevale? Nessun problema, questa versione è concessa anche a voi!

    Carnevale fa rima con… castagnole! E sfido io a trovare qualcuno che non le adora. Ma diciamolo, quelle tradizionali sono davvero troppo ricche di grassi e zuccheri.. e poi sono fritte, e questo non aiuta di certo! Vi propongo allora la ricetta, testata già da una mia paziente, delle castagnole in versione dietetica. Sono fatte con farine meno raffinate della classica 00 ed in più non sono fritte ma al forno! Ed allora mi direte che fritte sono un’altra cosa. Vero, ma non abbiate pregiudizi, sono buone comunque e poi bisogna pur scendere a qualche compromesso se volete perder peso 😉 Vediamo insieme come si preparano.

    Ingredienti

    • 100 g di farina integrale
    • 100 g di farina 0
    • 25 g di olio di semi
    • 2 uova
    • Mezza bustina di lievito
    • Scorza grattugiata di un limone
    • Alchermes e zucchero q.b

    Procedimento

    Mescolare tutti gli ingredienti e fare un impasto solido. Creare delle striscioline  di circa 2 cm di larghezza. a questo punto arrotondatele con le mani per formare le classiche palline.

    Mettete le vostre castagnole su carta forno e cuocere a 180 ° per circa 10 minuti.

    Quando saranno pronte sfornatele e passatele nell’alchermes e nello zucchero.

    Nota bene: nell’impasto non c’è lo zucchero in quanto lo abbiamo messo esternamente.. una piccola rinuncia che dovrete fare, ma il risultato sarà in ogni caso davvero gustoso.

    E se volete cimentarvi in altre ricette carnevalesche, allora non potete non provare le frappe (o chiacchiere) anch’esse riviste in versione light.

  • CROSTATA INTEGRALE CON SOLI ZUCCHERI DELLA FRUTTA

    crostata

    Una crostata fatta solo con ingredienti naturali, senza burro, e con soli zuccheri della frutta. Un classico rivisto in versione light

    Questa ricetta è stata elaborata seguendo i consigli del Prof. Berrino, epidemiologo  Direttore del Dipartmento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto dei Tumori di Milano che dice “Non c’è bisogno di zucchero per fare ottimi dolci” e secondo il quale lo zucchero e i dolcificanti artificiali andrebbe progressivamente  tolti dalla  nostra alimentazione, riabituandoci a sapori veri, sempre meno dolci. Questa crostata è preparata quindi con grano antico macinato a pietra, mandorle, succo di mela 100 % e uvetta. E farcita con mela cotta, mandorle, confettura di sole susine.

    Ingredienti

    • 250 gr di farina di grano tenero integrale
    • 100 gr di mandorle tostate e tritate
    • cannella in polvere (1/2 cucchiaino o a piacere)
    • buccia di limone grattugiato
    • 1/2 bustina di cremor tartaro (o in alternativa lievito per dolci)
    • un pizzico di sale
    • 3 cucchiai di olio extra-vergine di oliva
    • 4 cucchiai di uvetta
    • 250 cc di succo di mela

    per la farcitura: 

    • 3 mele
    • mandorle
    • confettura di sole susine

    Procedimento
    Unire l’uvetta al succo di mela in modo che l’uvetta si ammolli un po’ (bastano anche una decina di minuti).

    Tritare le mandorle e mescolare la farina integrale con quella ottenuta dalle mandorle tritate. Unire anche sale, cannella, buccia di limone grattugiato, cremor tartaro. Aggiungere l’olio, e il succo di mela (con l’uvetta). Amalgamare e, se opportuno, aggiungere altro succo di mela. Quando l’impasto è pronto, lasciarlo riposare per una mezz’oretta in frigo.

    Quindi, stendere con mattarello a formare un impasto tondo.

    A questo punto sistemare la pasta in una teglia (24 cm di diametro), bucherellare il fondo con una forchetta e procedere con la farcitura.

    Per la farcitura, si possono usare 3 mele cotte con un pizzico di sale, buccia di limone e cannella in un pentolino con coperchio, con fiamma bassissima, per circa 10 minuti.

    Quando le mele sono cotte, si possono unire alle mandorle ed alla confettura di sole susine.

    A questo punto, si può decorare a piacere. Con mandorle, pinoli, ecc.

    Lasciare cuocere per circa 30 minuti a 180 gradi.

    E se credete che la procedura di questa crostata sia troppo complessa allora provate anche questa, sempre light ma dolcificata con un poco di zucchero di canna.