SCAFATA CON PROSCIUTTO CRUDO E FARRO

scafata

Scafata, un piatto tipico della tradizione contadina laziale rivisitato in versione light con fave e carciofi freschi.

Cos’è la scafata? Si tratta di un primo piatto tipico della tradizione contadina. Nient’altro che una zuppa di verdure. Un piatto povero quindi, diffuso soprattutto nel Lazio e preparato in primavera con ingredienti freschi e di stagione. Deve il suo nome allo scafo, termine dialettale per indicare il baccello della fava. La ricetta originale prevede di usare il lardo, succulento e grasso, qui sostituto dal prosciutto crudo. Alcune ricette poi prevedono di aggiungere le patate, altre no. Qui non le abbiamo usate ma ma abbiamo usato il mix di verdure, fave e prosciutto per condire del farro in modo da avere un perfetto piatto unico. La scafata è un piatto che si può gustare sia a pranzo che cena, ovviamente cambiando le dosi soprattutto del farro e delle fave, per rendere il pasto serale meno ricco di carboidrati, ed è buonissimo sia caldo che freddo! Allora proviamolo anche noi, questo piatto gustoso e genuino.

Ingredienti medi per 4 persone

  • 160 g di farro (usiamone circa 120 g se optiamo per  la cena)
  • 6-5 carciofi interi
  • 350 g di fave fresche (bastano 300 se optiamo per la cena)
  • 120-80 g di prosciutto crudo
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio evo
  • Pepe (o peperoncino se preferite)
  • succo di 1 limone

Preparazione 

Iniziate pulendo i carciofi privandoli delle foglie esterne più dure. Dividete il cuore in 4, 6 parti ed immergete gli spicchi in acqua e limone in modo che non diventano scuri.

Pulite anche le fave. In una padella, fate “rosolare” l’aglio e la cipolla tagliata finemente con un po’ d’acqua. Aggiungete anche le listarelle di prosciutto crudo. Ora aggiungete le fave ed i carciofi, fate scottare qualche minuto ed aggiungete acqua bollente (o brodo vegetale) a coprire.

Lasciate cuocere per circa 45 minuti fintanto che le verdure non saranno cotte.

A parte cuocete il farro, quindi unite il tutto ed ecco fatto!

Impiattate e completate con un giro di olio evo. Nella ricetta non è previsto il sale in quanto il prosciutto crudo è già molto saporito e darà la giusta sapidità al piatto.

Ed ora non resta che servire e gustare.

Questa zuppa di verdure ricorda questa minestra con fave carciofi e piselli, molto simile ma più brodosa. Provate entrambe le varianti con ingredienti freschi e di stagione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nutrizionistasantini.it utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione all'interno del sito.