• PASTA DI PISELLI CON CARCIOFI E SPECK

    pasta di piselli

    C’è chi l’ha provata e non la molla più: la pasta di piselli. Provatela con speck e fondo di carciofo, una vera bontà!

    Avete mai provato le paste di legumi? Sono una valida alternativa quando si soffre di gonfiore intestinale ed i legumi interi proprio non vanno giù. Si tratta di una tipologia di pasta più proteica rispetto a quella di grano e per questo in questo caso potete non affiancarla a nessun secondo piatto. é come se state mangiando legumi in fondo. Al più una spolverata di parmigiano, dei tocchetti di speck come in questo caso, e niente più. Solo per aumentare un poco la parte proteica. Qui abbiamo quindi la pasta con farina di piselli alla quale sono state aggiunti cubetti di speck e, per dare gusto e cremosità, fondi di carciofo.

    Ingredienti per 2 porzioni

    • 120 gr di ,pasta di piselli
    • 300 gr di carciofi (cuori o fondi come in questo caso)
    • pachino
    • 1 tazzina di vino bianco
    • 100 gr di speck
    • pepe
    • olio evo

    Preparazione

    Iniziate lessando i carciofi. Se usate quelli freschi vi servirà un pò di tempo per pulirli, mentre con quelli congelati è tutto più veloce. Metteteli semplicemente in una padella con dell’acqua ed una tazzina di vino bianco. Cuoceteli circa 5-10 minuti.

    A questo punto prendetene una parte e frullateli per fare una cremina. Aggiustate con un pizzico di sale e pepe.

    Mettete di nuovo in padella i carciofi interi, la crema di carciofi ed anche i pachino tagliate in 4 parti e lasciate cuocere un paio di minuti ancora.

    Scolate la pasta al dente ed aggiungetela al condimento. Se serve allungate con acqua di cottura.

    Aggiungete infine i cubetti di speck. Mantecate un minutino ancora, aggiungete un filo di olio evo e la vostra pasta con farina di piselli è pronta.

  • MEZZE MANICHE CARCIOFI E SPECK

    carciofi e speck

    Un gustoso e goloso primo piatto le mezze maniche integrali con carciofi e speck. Un modo per stare a dieta ma senza sentirsi a dieta

    Cosa prepariamo di buono oggi? Qualcosa di sfizioso come sempre, le mezze maniche integrai con speck e carciofi allora sono proprio quello che fanno per noi. Semplice e veloce ma molto saporito non vi farà rimpiangere i vecchi piatti certo succulenti ma decisamente troppo grassi e calorici

    Ingredienti per 2 persone

    • 150 gr di mezze maniche integrali
    • 400 gr di cuori di carciofo congelati
    • aglio
    • 1/2 bicchiere di vino
    • 150 gr di speck
    • pepe
    • olio

    Procedimento

    Per prima cosa fate cuocere i cuori di carciofo in padella con acqua, aglio e 1/2 bicchiere di vino bianco. Io ho usato i carciofi congelati, ma se volete impegnarvi anche nella loro pulizia, ben vengano i carciofi freschi (ricordate in ogni caso che le verdure congelate non perdono le loro proprietà nutritive!). Quando i carciofi si sono ammorbiditi spegnete il fuoco e fateli raffreddare. Tagliatene le basi, lasciando le foglie nella padella, e frullatele per creare una crema che potete insaporire con del pepe nero. Ci servirà per rendere il piatto meno asciutto.

    Nel frattempo tagliuzzate anche lo speck a striscioline e mettetelo da parte.

    Scolate la pasta al dente e mettetela nella padella insieme ai carciofi, alla crema di carciofi, ed un pochino di acqua di cottura. Fate amalgamare bene i sapori e solo gli ultimi 30 secondi aggiungete le striscioline di speck.

    Un pò di pepe nero, un giro di olio di oliva ed il piatto è pronto.

    E se siete amanti dei piatti saporiti provate anche questa carbonara di verdure e speck, un nuovo modo di stare a dieta

  • CONIGLIO CON CARCIOFI E CIPOLLOTTO

    coniglio carciofi e cipollotto

    Il coniglio, una carne bianca spesso dimenticata perchè difficile da preparare (si pensa!). Provate allora il coniglio con carciofi e cipollotto e vi ricrederete

    Carne bianca non è solo pollo e tacchino, ma anche coniglio, anche se spesso ce ne dimentichiamo. Vuoi perchè non è facile da trovare, vuoi perchè stiamo sempre più attenti a quello che portiamo a tavola ed il coniglio del supermercato non ci da molta fiducia, o vuoi perchè siamo convinti che sia una carne difficile da preparare, fatto sta che sempre più di rado lo trovo sulle tavole dei miei pazienti. In realtà però è una carne magra, dal sapore delicato, che si prepara facilmente. Se poi avete un vostro macellaio di fiducia che ve la possa procurare allora tanto meglio. Vi ho già dato qualche idea per preparare il coniglio, come questo alla cacciatora oppure il coniglio al pomodoro o con peperoni e cipolla. Oggi vi propongo invece il coniglio con carciofi e cipollotto. Un’altra idea semplice semplice per rendere appetibile anche una carne tanto magra.

    Ingredienti

    • 300 gr di coniglio disossato
    • 300 gr di cuori di carciofo
    • 1 cipollotto
    • 1/2 limone spremuto
    • 1/2 bicchiere di vino bianco
    • pepe

    Procedimento

    Iniziate con la pulizia del coniglio. Disossatelo, fatelo a pezzettini e quindi mettetelo a marinare con il succo di limone, 1/2 bicchiere di vino bianco, un cipollotto tagliato a fettine e pepe. Lasciatelo riposare una mezz’ora circa.

    Nel frattempo cuocete i carciofi in padella con un poca d’acqua. Prendete una buon mestolo dei vostri carciofi e frullatelo per fare una crema e poi andrete a rimettere nella padella. Aggiungete a questo punto anche il coniglio insieme al liquido della marinatura e continuate a cuocere circa 10 minuti girando di tanto in tanto per far amalgamare bene tutti i sapori ed il condimento.

    Ed ecco fatto, il vostro coniglio carciofi e cipollotto è pronto per essere gustato e servito accompagnato da pane integrale tostato o magari pane ai cereali che so vi piace tanto!

  • CARCIOFI CON LE UOVA

    carciofi

    I carciofi con le uova sono un piatto semplicissimo e veloce ma saporito e gustoso. Un modo per rendere appaganti anche delle semplici uova.

    Molto spesso i pazienti mi riferiscono che i piatti che meno gradiscono sonno quelli con le uova. Perchè non si sa mai come prepararle, spesso tristi mi dicono, e poi… due ovette non saziano! Allora provate questo piatto, delle semplicissime uova strapazzate abbinate ai carciofi, una verdura ricca di fibre che renderà il pasto decisamente più saziante. Inoltre non dimenticate che potete aggiungere un ulteriore contorno di verdura se gradite, e con del pane integrale tostato o dei crostini integrali, sarà un piatto completo, gustoso ed invitante

    Ingredienti

    • 4 carciofi
    • 1 scalogno
    • timo
    • maggiorana
    • 1 limone
    • 4 uova
    • sale
    • pepe

    Procedimento

    Innanzi tutto iniziate preparando i carciofi. Puliteli eliminando le parti più dure e la barba interna. Tagliateli a spicchi e metteteli in acqua acidulata con limone per non farli annerire.

    In una padella antiaderente tagliate lo scalogno, aggiungete dell’acqua ed accendete in fuoco a fiamma moderata. Mentre la padella si scalda, tagliate i carciofi a striscioline e quindi aggiungeteli allo scalogno in padella.

    Lasciateli andare per un paio di minuti aggiungendo di tanto in tanto un pochino di acqua calda. A cottura pressoché ultimata, aggiungete timo e maggiorana.

    In una terrina intanto sbattete le uova ed insaporite con sale e pepe. Infine versate il tutto nella padella con i carciofi.

    Girate con un cucchiaio di legno e lasciate sul fuoco fino a fine cottura delle uova.

    Le vostre uova con i carciofi sono pronte per essere servite, irrorate con un buon cucchiaio di olio di oliva extra vergine ed accompagnate da del buon pane integrale tostato.

    E se non siete ancora soddisfatti, aggiungete anche un altro contorno di verdure crude, come una fresca insalata o carote a julienne.

    Altre idee sfiziose con le uova? Provate le uova in doppia cottura, oppure la lasagna di frittata, una vera bontà!

  • CARCIOFI RIPIENI COTTI AL FORNO

    carciofi

    Carciofi ripieni, un secondo piatto sano e gustoso per godere dei benefici di questi deliziosi ortaggi. Un’idea per variare un pò il nostro menù.

    Noti per le loro proprietà depurative, i carciofi sono tra i protagonisti della stagione autunnale ed invernale anche se li troviamo fino alla primavera. Fonte di fibre, ferro, vitamine e minerali si prestano a moltissime preparazioni in cucina: si va da quelli in padella, al classico abbinamento con le uova, da quelli fritti, a primi piatti ricchi e nutrienti in cui sono spesso abbinati a pancetta o salsiccia! Qui ve li presento in una versione decisamente più light, cotti al forno e ripieni di pollo e dei loro gambi.

    Ingredienti per 2 persone 

    • 6 carciofi
    • 300 gr di carne di pollo macinata (o petto di pollo tagliato a listarelle sottili)
    • prezzemolo
    • menta
    • sale e pepe q b
    • un bicchiere di vino
    • olio di oliva

    Preparazione

    Per prima cosa iniziamo pulendo i carciofi. Separate la testa dal gambo. Dei gambi eliminate con un coltellino la parte iniziale e gli strati più esterni in modo da lasciare solamente la parte bianca centrale che metterete in acqua acidulata con del limone per non farli annerire.

    Passate poi alla pulizia delle teste. Togliete le foglie più esterne e dure e tagliate le punte.  Allargate i carciofi con le dita e con un coltellino eliminate la barba centrale. Nell’attesa, mettete anche le teste pulite in acqua acidulata insieme ai gambi.

    A questo punto sbollentate teste e gambi per 10-15 minuti. Scolate e lasciate asciugare i carciofi a testa in giù su un panno da cucina.

    Preparate ora il ripieno. Prendete i gambi e tritateli grossolanamente. Amalgamateli con il macinato di pollo, aggiungendo sale, pepe, prezzemolo e menta.

    Riempite i vostri carciofi e riponeteli in una teglia ricoperta da carta da forno. Irrorate i carciofi con un bicchiere di acqua e vino o in alternativa con del brodo vegetale e quindi infornate a 180 °C per circa 30 minuti.

    A questo punto sfornate ed aggiungete un buon filo di olio di oliva.

    E buon appetito a tutti!

    Volete un primo piatto a base di carciofi? Eccovi accontentati con queste mafalde integrali gamberi e carciofi.

  • GNOCCHETTI SARDI MARI E MONTI

    gnocchetti sardi

    Un primo piatto davvero gustoso questi gnocchetti sardi, sapori autunnali uniti a quelli di mare per un primo da leccarsi i baffi.

    Sempre di corse, super impegnati, spesso costretti a mangiare piatti freddi anche quando fuori piove. E così finisce che si perde il piacere del mangiare. Ma se avete un pò di tempo e la possibilità di mangiare un buon piatto caldo allora provate questi gnocchetti sardi. Con crema di funghi, funghi interi e carciofi e poi qualche gambero sono davvero una delizia mangiati assolutamente caldi, quasi fumanti. Mettetevi ai fornelli allora, nonostante sembri difficile il piatto è molto semplice da fare anche per i non addetti ai lavori!

    Ingredienti per 2 persone circa

    • gnocchetti sardi integrali 120 gr circa
    • 200 gr di funghi
    • 250 gr di carciofi
    • code di gambero 10
    • pepe
    • olio
    • 1/2 bicchiere di vino bianco
    • un pizzico di peperoncino

    Preparazione

    La preparazione è molto semplice e la ricetta è fattibile sia con ingredienti freschi che congelati (se usate i freschi tanto meglio, ma io avevo tutto congelato e quindi mi sono adattata di conseguenza).

    Cuocete i gamberi (o code di mazzancolle) semplicemente in acqua e 1/2 bicchiere di vino bianco. Una volta cotti scolateli e privateli del rivestimento esterno e metteteli da parte.

    In due padelle separate cuocete invece i carciofi (io avevo i cuori di carciofo congelati) ed i funghi (io ho usato misto funghi con funghi porcini). In entrambe i casi cuocete solo con acqua.

    Una volta lessati i funghi, prendetene una piccola parte e frullateli per fare la crema. Aggiungete pepe ed un filo di olio. Il resto mettetelo in un’unica padella insieme ai cuori di carciofo.

    Cuocete i vostri gnocchetti, scolateli al dente e poi metteteli nella padella con cuori di carciofo, funghi e, a questo punto, anche la crema di funghi ed i gamberi. Mantecate bene il tutto per fare amalgamare bene i sapori ed ecco fatto. Terminate con un pò di pepe, un pizzico di peperoncino, un filo di olio e la vostra pasta è pronta per essere servita ancora fumante.

    E se amate gli gnocchetti, provateli anche in questa versione più estiva : GNOCCHETTI SARDI CON MOSCARDINI ZUCCHINE E POMODORINI. Buonissimi anche così

  • TACCHINO CON I CARCIOFI

    tacchino con carciofi

    Un gustoso secondo piatto il tacchino con i carciofi. Semplice, veloce, ma molto saporito metterà d’accordo tutta la famiglia

    Quando non si ha tanta voglia di cucinare e si pensa a qualcosa di semplice e veloce, i casi sono due: o si prepara qualcosa di davvero troppo semplice ed insipido (il classico petto di pollo o fesa di tacchino per intenderci!), oppure si opta per la pizza!). Giusto?

    E’ per questo che ho cercato di raccogliere nel mio blog delle ricette semplici, light e gustose allo stesso tempo. Ebbene, questo tacchino con i carciofi ne è proprio l’esempio. Tra l’altro sappiamo che il tacchino, specie il petto, è una carne che, se non ben cucinata, rimane davvero troppo secca ed asciutta e quindi per renderla un pò più morbida e gustosa c’è bisogno di un tocco in più. Qui per esempio è cotto con i carciofi, ed infarinato in modo da creare quella gustosa cremina che di solito troviamo solo nei piatti più grassi. Allora via, vediamo come si fa!

    Ingredienti per 2 persone

    • 300 gr di carciofi puliti
    • uno spicchio d’aglio
    • 300 gr di petto di tacchino
    • farina integrale qb
    • curcuma
    • prezzemolo
    • olio di oliva

    Procedimento

    Se usate i carciofi freschi dovete innanzi tutto perder un pò di tempo per la loro pulizia, eliminando le foglie esterne più dure e pulendo bene anche il gambo. Ma se avete poco tempo o se non avete dimestichezza con la loro pulizia, potete usare anche i carciofi congelati.

    Una volta puliti, trifolate i carciofi in padella con un pochina d’acqua ed uno spicchio d’aglio.

    Tagliate poi il petto di tacchino a pezzetti e passatelo nella farina integrale con un poco di curcuma. Mettete quindi il tacchino in una’altra padella con un pò d’acqua. Quando il tacchino inizia a cuocersi aggiungete anche i carciofi.

    A 2 minuti dalla fine della cottura aggiungete infine una bella spolverata di prezzemolo.

    A cottura ultimata spegnete il fuoco e solo adesso aggiungete un bel filo di olio extravergine di oliva. Vedete, olio sempre a crudo, niente soffritti! Ma vedrete anche che il risultato sarà ottimo lo stesso!

    Servite il piatto ben caldo e fumante, magari con del pane integrale meglio ancora se tostato.


    Altre idee per rendere anche il tacchino una carne gustosa? Eccole qua. Provate gli involtini di tacchino e cime di rapa al pomodoro o i bocconcini di tacchino con funghi, melanzane e porro… e non vi sembrerà di stare a dieta!!

  • APRILE: FRUTTA E VERDURA DEL MESE

    aprile

    Finalmente Aprile, finalmente primavera!  La natura si risveglia, tornano nuovi sapori e varietà dopo la monotonia dei mesi invernali.

    Aprile è la stagione del grande risveglio della natura. Specie per la verdura, troviamo molta più varietà rispetto ai mesi invernali: saporiti carciofi, insalate, asparagi,….

    Per la frutta invece siamo ancora in un periodo di transizione: prevalgono ancora agrumi e mele, ma troviamo anche le fragole, ora davvero saporite! E se volete variare un pò non dimenticate la frutta esotica: ananas, mango, papaya, sempre presenti!

    Ecco quindi il vostro vademecum da portare con voi quando andate a fare spesa (Nota bene: anche se la foto riporta le fave ed i piselli, ricordate che non sono verdura, ma dei legumi e che pertanto non vanno usati come contorno!)

    aprile

  • GNOCCHETTI SARDI CARCIOFI E SPECK

    carciofi

    Gnocchetti sardi carciofi e speck, un piatto ideale per un pranzo domenicale per accontentare i gusti di tutti ma rispettando la dieta

    Avete ospiti a pranzo e vorreste preparare per loro qualcosa di buono e gustoso ma senza sgarrare? Allora penso che questi gnocchetti integrali carciofi e speck facciano proprio il caso vostro. Io stessa li ho proposti ad amici a pranzo e tutti hanno apprezzato. Allora, provate anche voi, e vedrete come è facile avere ospiti, soddisfare i loro palati ma…senza sgarrare!!

    Ingredienti (per circa 4 persone)

    • gnocchetti sardi integrali ca. 250 gr
    • cuori di carciofi congelati 300 gr
    • speck ca. 150 gr
    • 1/2 bicchiere di vino bianco
    • menta
    • zenzero
    • pepe

    Procedimento

    Lessate i carciofi togliendoli dal fuoco 2 minuti prima di fine cottura. Tagliarli di varie misure e frullarne una piccola parte insieme ad un poco di menta e zenzero.

    Tagliate lo speck a striscioline sottili cercando di eliminare il grasso in eccesso. Una piccola parte tritatelo in un minipimer. A questo punto mettete tutto lo speck, sia le striscioline, sia lo speck tritato, in una padella già calda. Quando lo speck inizia a “sudare” aggiungete 1/2 bicchiere di vino bianco e fate sfumare.

    Aggiungete a questo punto i carciofi e fate andare per 2-3 minuti.

    Aggiungete gli gnocchetti scolati ancora al dente e la crema di carciofi.

    Lasciate andare tutto in padella per altri 2-3 minuti per far amalgamare tutti i sapori. Una spolverata di pepe, un filo di olio a crudo e servite.

  • CASERECCE INTEGRALI SEPPIE E CARCIOFI

    seppie

    Caserecce integrali con seppie e carciofi, un primo piatto saporito e gustoso per allettare i vostri palati e godervi il pranzo della domenica.

    Chi lo ha detto che mangiare un buon piatto di pasta significhi necessariamente sgarrare? O che i pranzi dietetici sono tristi e monotoni? Chi lo ha detto che per godersi un primo piatto bisogna necessariamente usare ingredienti grassi che la dieta non prevede? Ecco, questo primo piatto con seppie e carciofi è l’esempio di come si possa mangiar sano ma con gusto e di come il vostro pranzo domenicale non debba essere necessariamente un pasto sgarro per sentire il sapore della festa!

    Ingredienti (per 2 persone circa)

    • 160 gr di caserecce integrali
    • 300 gr di carciofi congelati
    • 200 gr di seppie (o totani) freschi (ma anche congelati vanno bene lo stesso)
    • pepe
    • olio di oliva extravergine
    • menta

    Procedimento

    Per prima cosa lessate i carciofi mettendoli in acqua bollente per circa 8 minuti (se usate i carciofi congelati scolateli qualche minuto prima di quanto riportato sella confezione in modo che restino un poco duri).

    Quando i carciofi sono pronti scolateli e mettetene una parte (circa 200 gr) in una padella antiaderente, e la parte rimanente in un mixer (serviranno per fare una cremina che darà corposità al piatto). Frullate i 100 gr di carciofi insieme ad un poco di acqua, pepe ed un filo di olio d’oliva.

    Lessate poi anche le vostre seppie, semplicemente facendole cuocere in acqua per circa 10 minuti. Scolatele ed unitele alla padella con i carciofi interi. A questo punto fate cuocere insieme qualche minuto i carciofi con le seppie appena lessate, aggiungendo un poco d’ acqua, pepe e menta.

    Nel frattempo cuocete le caserecce e scolatele ancora al dente. Versatele nella padella con il condimento e solo a questo punto aggiungete anche la crema di carciofi. Fate andare qualche minuto per far amalgamare bene il tutto, ed impiattate. Completate con dell’olio di oliva a crudo ed il pranzo è pronto.