CALAMARATA: RICETTA LEGGERA

calamarata

Calamarata, un classico super gustoso a cui non dovrete rinunciare…nemmeno a dieta! Perché a dieta tutto è concesso, se sai come fare!

Lo so, prima di andare da un nutrizionista ed iniziare questa fantomatica dieta, ci pensate non una, ma dieci volte! Ed io lo so perchè. Perchè credete che iniziare la dieta significhi incastrarsi in un limbo fatto di sacrificio, rinunce, tristezza. Niente cene fuori, niente uscite con gli amici, niente, pranzi della domenica. Insomma, una tristezza infinita. Bhe, se la dieta fosse questo vi darei ragione. Ma non è così! La dieta non è un a malattia, i piatti sani non devono essere piatti da ospedale, è possibile mangiar sano ma con gusto e fare così della dieta una stile di vita. Ditemi voi, se vi dicessi che anche a dieta vi potete concedere (senza considerarla uno sgarro!), una calamarata come questa cosa fareste? Sareste così restii ad  iniziare? Magari qualcuno ancora si, o magari qualcun altro pensa “magari ci provo!” E vi dico allora, provate, e poi ne ripariamo 🙂

Ingredienti per 2 porzioni

  • 120 g di calamarata
  • 200 g di calamari
  • una decina di pachino
  • 1 cipollotto
  • 200 ml circa di passata di pomodoro
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • pepe
  • prezzemolo
  • olio evo

Preparazione

Preparate innanzi tutto i calamari. Pulitevi, tagliateli a rondelle. Scaldate bene una padella con giusto 1 goccio d’acqua. Aggiungete i calamari, fate andare 2 minuti, sfumate con del vino bianco e quindi lasciate andare altri 2 minuti.

Togliete i calamari dalla padella e metteteli in un piatto ricoperti con della pellicola trasparente.

Nella stessa padella cuocete quindi un cipollotto tagliato a rondelle, i pachino e la passata di pomodoro allungando con un poco d’acqua e fate andare qualche minuto.

Cuocete la calamarata scolandola a metà cottura. Aggiungetela quindi al condimento e lasciate terminare la cottura insieme al pomodoro. Ad 1 minuto dalla fine aggiungete anche i calamari messi da parte.

Ed ecco fatto. Impiattate e terminate con una spolverata di pepe, una bella spolverata di prezzemolo ed un giro di olio evo.

E la vostra calamarata è pronta per essere gustata.

E se ancora non vi ho convinti, allora provate anche le orecchiette salmone ed avocado… il piacere della tavola senza sensi di colpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

nutrizionistasantini.it utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione all'interno del sito.