• FILETTI DI PLATESSA SU CREMA DI CAVOLFIORE

    filetti di platessa

    Per una cena veloce ma anche sfiziosa ed appagante al palato ed alla vista. Questi filetti di platessa su crema di cavolfiore sono leggeri e saporiti

    Mettete una sera in cui volete stare davvero leggeri e mangiare non dico in bianco ma quasi, ma allo stesso tempo vorreste fare qualcosa di invitante da portare in tavola che possa andar bene per tutta la famiglia, che storcerebbe il naso di fronte a del semplice merluzzo al vapore. Ebbene, questi filetti di platessa penso che possano fare il caso vostro. Infatti non si tratta d’altro se non di semplicissimi filetti di pesce cotti al forno con il limone (ma potete cuocerli anche in padella allo stesso modo con il rischio però che non rimangano così integri), ma adagiati su una crema di cavolfiore e prezzemolo per rendere il piatto anche invitante, sebbene non meno leggero.

    Ingredienti per 2 persone

    • 400 gr di filetti di platessa
    • 1/2 cavolfiore
    • olio di oliva
    • prezzemolo
    • limone
    • pepe
    • dragoncello
    • origano
    • timo

    Preparazione

    Assolutamente banale. Innanzi tutto dovete pulire e lessare il cavolfiore facendolo cuocere il acqua bollente per circa 10 minuti. Poichè lo useremo in parte per fare la crema ed in parte da servire come contorno, consiglio di non fare una cottura troppo lunga ma di fare in modo che le cimette restino abbastanza sode. A me piacciono così.

    Una volta cotto scolatelo e frullatene una parte insieme a del succo di limone, prezzemolo a volontà e poi spezie (pepe, dragoncello, origano, timo). Deve risultare una crema molto profumata.

    Le cimette rimaste le useremo invece come semplice verdura di contorno.

    A questo punto dedicatevi alla cottura dei filetti di platessa (io avevo quelli congelati ma se usate quelli freschi sarà ancora meglio). Metteteli su una teglia rivestita da carta forno. Aggiungete il succo di un limone ed insaporite con pepe e prezzemolo. Infornate a 180 gradi per circa 10-15 minuti al massimo.

    Su una piatto stendete la crema di cavolfiore, sfornate i filetti di platessa ed impiattate. Aggiungete anche delle cimette di cavolfiore ed ecco fatto che la cena è servita. Non è leggerissima? Certo che si, ma certo più invitante di un bianchissimo e insipido merluzzo al vapore

    E se cercate un altro piatto leggerissimo ed invitante allo stesso modo, provate la platessa su vellutata di zucca. Sarà un’ottima accoppiata.

  • FUNGHI RIPIENI DI PLATESSA ALLO ZAFFERANO

    funghi platessa

    I funghi ripieni di platessa sono un secondo piatto sfizioso ma allo stesso tempo leggero. Adatto anche a chi segue diete ipocaloriche.

    Come spesso dico ai miei pazienti, anche con ingredienti semplici è possibile fare piatti invitanti…perchè anche l’occhio vuole la sua parte 🙂 !!! I funghi ripieni di platessa sono ottimi se avete ospiti a cena o semplicemente se siete stanchi del solito, triste, pesce al vapore!

    Ingredienti:
    • 6 funghi champignons di media grandezza
    • 2 filetti di platessa
    • prezzemolo
    • uno spicchio d’aglio
    • olio extra vergine di oliva
    • 1 bustina di zafferano

    Per prima cosa pulite i funghi, staccate il gambo e svuotate leggermente le cappellle. Quindi tritate insieme i gambi e la polpa che avete eliminato. Passate in padella il trito insieme allo spicchio d’aglio e un filo d’olio. Nel frattempo in un altra padella antiaderente cuocete i filetti di platessa con un poco d’olio (per una cucina ancora più leggera potete cuocere i filetti al vapore o usare acqua al posto dell’olio) e il prezzemolo tritato. A questo punto unite i filetti di platessa, i gambi e la polpa precedentemente tritati in un mixer in modo da ottenere una massa omogenea. Aggiustate di sale (poco!) e pepe e in ultimo aggiungete una bustina di zafferano precedentemente sciolta in un cucchiaio di acqua tiepida.

    Farcite le cappelle dei funghi con il composto e infornate a 180° per 15-20 minuti.

    Potete usare anche altri tipi di pesce, come sogliola o merluzzo, anche surgelati.

    Buon appetito!!!

    Se volete approfondire le proprietà dei funghi tornate al mio articolo di qualche giorno fa cliccando qui

  • ROTOLINI DI SPIGOLA E BROCCOLI

    rotolini spigola

    Rotolini di spigola e broccoli, una ricetta semplice ma di effetto. Ottimi se avete ospiti o avete voglia di una cena sfiziosa ma leggera

    Questi involtini di spigola e broccoli sono l’ideale per chi vuol presentare in modo elegante degli ingredienti semplici e leggeri. Ottimi a cena, sono un ottimo secondo piatto a base di pesce. La spigola poi è un pesce molto magro e ricco di proteine, ideale per chi segue un regime ipocalorico o semplicemente vuole star leggero. Vedrete che gli ingredienti e la preparazione sono semplicissimi, ma poichè anche l’occhio vuole la sua parte, ho cercato di renderli invitanti anche agli occhi.

    Ingredienti

    • 150 gr filetti di spigola 
    • 100 gr di  broccoli siciliani (cotti)
    • 1 spicchietto d’aglio
    • noce moscata
    • olio d’oliva.

    Preparazione

    Innanzi tutto lessate i broccoli siciliani. Non troppo a lungo, mi raccomando, devono rimanere abbastanza sodi.

    Su un tagliere stendete quindi i filetti di spigola e distribuite su ciascuno di essi i broccoli siciliani, lo spicchietto d’aglio tritato ed una spolverata di noce moscata.

    A questo punto arrotolate e fermate con uno stuzzicadenti.

    Coprite una teglia con carta forno, poggiate i rotolini e cuocete in forno preriscaldato a 220° per circa 20 minuti.

    Servite i rotolini con un filo di olio d’oliva.

    Aggiungete altri broccoli per completare il piatto, affiancate del pane integrale tostato o magari del pane di segale se vi piace, ed i vostri rotolini sono pronti per essere serviti.

    Altre idee sfiziose? Provate la spigola all’acquapazza, lo stesso pesce magrissimo ma cucinato in modo più saporito!

  • TROFIE PLATESSA ZUCCHINE E PACHINO

    platessa

    Un gustoso primo piatto le trofie con platessa zucchine e pachino. Ideale se avete poco tempo ma comunque voglia di qualcosa di buono

    Era una domenica a pranzo, non sapevo proprio cosa fare. Non avevo idee ed ero pronta a ripiegare sulla classica pasta con tonno (che per altro è buonissima ma non mi andava di aprire scat9olette per il pranzo della domenica!). Ed allora ecco che guardo un pò nel frigo, nel congelatore e mi metto ai fornelli e piano piano l’idea per il pranzo viene fuori! Usiamo la platessa, le zucchine a julienne e qualche pachino che ci sta sempre bene. Ma non sarà asciutta? Forse, ed allora via, facciamoci anche una cremina di zucchine ed ecco fatto. Preparazione super veloce ma riuscita sicura!

    Ingredienti per 2 persone

    • 150 gr circa di trofie integrali
    • 300 gr di platessa (io avevo quella congelata ma se avete la platessa fresca è ancor meglio)
    • 3 medie zucchine medie
    • qualche pachino
    • olio
    • pepe

    Preparazione

    Pulite 2 zucchine e tagliatele a julienne. Tagliate anche i pachino a pezzetti e metteteli quindi in una padella insieme alle zucchine. Accendete il fuoco, aggiungete un goccio d’acqua e fate cuocere giusto 5 – 8 minuti.

    A parte lessate la zucchina rimanente.

    In un’altra padella ancora fate cuocere la platessa anch’essa solo con acqua. Una volta cotta prendetene un pò e frullatela insieme alla zucchina lessata e ad un fio di olio per creare la cremina. Non dovrebbe essere necessario aggiungere acqua in quanto la zucchina è già acquosa di suo.

    Ora in una stessa padella mettete le zucchine tagliate a julienne cotte con i pachino, la platessa e la crema che avete appena fatto.

    Cuocete la pasta, scolatela al dente e quindi aggiungetela al condimento. Continuate la cottura un minuto nella padella insieme al condimento per far amalgamare bene i sapori. Aggiungete anche una spolverata di pepe ed un filo d’olio (io ho usato l’olio aromatizzato al basilico ma potete usare del semplice olio di oliva).

    Ed ecco qua, le vostre trofie sono pronte ed il pranzo della domenica salvo, gustoso e saporito.

  • POLPETTE DI PLATESSA

    platessa

    Polpette di platessa, un gustoso secondo piatto ed un buon modo per tentare di far mangiare il pesce anche ai più restii.

    I vostri bombi si rifiutano di mangiare il pesce? Oppure ancora c’è qualcuno in famiglia che non lo ama? Bhe, a meno che voi non abbiate scelto una dieta vegetariana o vegana, il pesce dovrebbe rientrare 2-3 volte a settimana nella nostra alimentazione. Ed allora bisogna trovare il modo di mangiarlo senza storcere il naso ogni volta non credete? Un buon modo per nascondere sia la forma che il sapore del pesce è farci delle polpette come queste, con platessa, patate e carote. Sofficissime e gustose per una cena golosa anche per chi non ama il pesce.

    Ingredienti per 4 persone

    • 5 patate medie
    • 6 carote grandi
    • 6 filetti di platessa
    • Prezzemolo
    • Sale
    • pepe

    Preparazione

    Lessate le patate lavate e sbucciate già a pezzetti assieme alla carote sbucciate anch’esse a tocchetti.

    A parte sbollentate i filetti di platessa (si possono usare anche filetti di merluzzo o tonno al naturale). Una volta lessati poi, mettete le patate, le carote e la platessa in una ciotola. Condite con sale (poco, o anche nulla!), pepe e prezzemolo a piacere. Inoltre, se gradite una consistenza più asciutta, potete aggiungere 4 cucchiai di pane grattugiato integrale.

    Con una forchetta schiacciate e mischiate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto realizzate le vostre polpette ed adagiatele su una teglia rivestita da carta forno.

    Cuocete per 30 minuti in forno ventilato preriscaldato a 220 gradi.

    Quando le vostre polpette saranno pronte, sfornate ed affiancate con un buon contorno di verdura di stagione. Ed ecco fatto, la cena è servita.

    Dimenticavo, in base alle vostre esigenze non occorrerà aggiungere il pane in quanto già presenti le patate che come sappiamo sono una fonte di carboidrato.

    Allora, non resta che provare! E buon appetito a tutti.


    Se la ricetta vi è piaciuta ma cercate ora anche altri modi per portare in tavola il pesce in modo che sia ben gradito a tutti, provate i bastoncini di merluzzo fatti in casa o le polpette di merluzzo e cavolfiore, oltre a tutte le altre ricette che potete trovare sbirciando nel blog!

  • FILETTO DI PLATESSA SU VELLUTATA DI ZUCCA

    platessa

    Un piatto davvero gustoso e cremoso questo filetto di platessa su vellutata di zucca. Ottimo caldo o tiepido, in estate ed in inverno.

    Sapete che anche a dieta si possono gustare piatti davvero gustosi e saporiti? E sapete che anche a dieta la zucca è concessa? Partiamo da qui, dalla zucca. Nonostante il sapore dolce ed il suo alto indice glicemico (75), la zucca può essere consumata anche a dieta in quanto ha un contenuto bassissimo di carboidrati. In 100 gr di zucca sono infatti contenuti soltanto 3,5 g di carboidrati e quindi il suo carico glicemico è molto basso. Detto questo, è chiaro che si tratta di un ortaggio che può rientrare nell’alimentazione di tutti, a dieta e no. Provate allora questa ricetta, in cui la vellutata di zucca è la base per gustosi filetti di platessa. Ditemi poi che ve ne pare!

    Ingredienti

    • 400 gr di zucca gialla
    • 1 porro
    • 1/2 bicchiere di vino
    • 400 gr di filetti di platessa
    • 1 peperoncino (se vi piace il piccante!)
    • pepe
    • erba cipollina
    • zenzero
    • 1/2 limone (succo)
    • olio di oliva

    Procedimento

    Iniziate con la pulizia della zucca (a meno che non compriate le fette di zucca già pulite, ma certo sarebbe meglio usare la zucca fresca). Apritela con un coltello, eliminate i semi ed filamenti interni e ricavatene delle fette. Eliminate anche la parte esterna e mantenete la polpa che andrete quindi a dividere a pezzetti.

    Prendete il porro, pulitelo e fatene delle rondelle.

    A questo punto mettete in una padelina il porro ed il peperoncino e fate quindi un finto soffritto con del vino bianco oppure semplicemente con acqua. A questo punto aggiungete la zucca tagliata a dadini. Coprite di acqua e cuocete a fuoco medio circa 20 minuti con il coperchio e poi altri 5 minuti senza coperchio.

    Frullate tutto ed aggiungete del pepe ed un poco di zenzero (a seconda dei gusti). E la vellutata è pronta.

    A questo punto vi potete dedicare alla platessa che cuocerete semplicemente in padella con acqua ed il succo di 1/2 limone.

    Mettete la vellutata in delle ciotoline o scodelle ed adagiatevi sopra i vostri filetti di plastessa. Insaporiteli con pepe ed erba cipollina, un giro di olio di oliva ed ecco fatto. Il piatto è pronto per essere gustato affiancato da crostini di pane integrale.

    Buon appetito a tutti!

    Se amate le vellutate con la zucca allora provate anche queste varianti: