FARINATA CON CIME DI RAPA

farinata con cime di rapa

Una frittata senza uova o un modo diverso di gustare i legumi. E’ la farinata! Semplice e sfiziosa, e oggi la facciamo con le cime di rapa

Sembra frittata ma non lo è. E’ la farinata! All’aspetto simile alla frittata è vero ma di uova non ce n’è neanche l’ombra. Infatti questa frittata è realizzata niente poco di meno che…con la farina di ceci! Tipica di Genova, si è diffusa in tutto lo stivale e particolarmente apprezzata soprattutto da chi segue una dieta vegetariana e vegana soprattutto in quando priva di proteine animali. Qui ve la propongo in versione invernale mentre nel mio libro la dieta delle stagioni la potrete trovare in una veste estiva con cipolle e peperoni. Direi fenomenale! Ma ora vi, non resta che provarla questa finta frittata!

Ingredienti per 2 porzioni

  • 140 g di farina di ceci
  • 420 ml d’acqua
  • 300 g di cime di rapa lesse
  • Un peperoncino
  • Un pizzico di sale

Preparate una pastella con la farina di ceci, l’acqua il sale e il pizzico di peperoncino. Mescolate con la frusta fino a ottenere una pastella liscia. Lasciate la pastella in un recipiente, coprite con la pellicola trasparente  e fate riposare almeno 3 ore. Trascorso questo tempo prendete la vostra pastella. Se si sarà formata della schiuma in superficie rimuovetela con una schiumarola.

Nel frattempo lessate le cime di rapa, scolatele, strizzatele benissimo e sminuzzatele.

Incorporate le cime di rapa alla pastella e mescolate bene.

Fate scaldare una padella e quindi versateci l’impasto.

Cuocete a fuoco basso per circa 15 minuti finché non diventa dorata.

Nota Pratica: potete anche optare per la cottura in forno. In questo caso 250 °C in forno statico per circa 12 minuti nella parte bassa del forno. Poi a 200 °C per 15 minuti nel ripiano intermedio.

Super semplice questo piatto ma sfizioso ed anche saziante. Ideale per tutta la famiglia e magari un modo diverso odi gustare i legumi.

E vi ricordo per tante ricette da provare e magari adattare alle varie stagioni, c’è il mio libro,  la dieta delle stagioni per non essere mai a corto di idee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *