• POLLO SPEZIATO ALLA CURCUMA

    pollo speziato alla curcuma

    Il pollo speziato alla curcuma, ricetta sfiziosa, facile, veloce e sana per beneficiare delle proteine nobili della carne e delle proprietà benefiche della curcuma.

    Lo so, una delle difficoltà maggiori di chi segue una dieta (ma a me piace chiamarla semplicemente “sana alimentazione”) è riuscire a rendere meno “tristi” ingredienti semplici come il classico petto di pollo. Abituati ad intingoli, soffritti e condimenti che spesso di leggero hanno veramente poco, non tutti riescono a seguire un regime alimentare che prevede invece metodi di cottura “light” (come quello al vapore, alla piastra o al forno) e pochi grassi se non l’olio di oliva extravergine. Ecco perchè cerco di dare ai miei pazienti delle idee su come rendere la “dieta” meno monotona e più invitante, sperando che un giorno anche loro come me non la considerino più una “dieta” ma diventi semplicemente il loro stile di vita. Ecco allora una ricetta per cucinare il petto di pollo, in modo che anche un ingrediente così semplice diventi saporito e gustoso ma leggero allo stesso tempo.

    Ingredienti

    • 300 gr di petto di pollo
    • 3 cucchiai di semi di sesamo
    • 1 cucchiaio di curcuma
    • olio di oliva
    • sale e pepe

    Procedimento

    Tagliate il pollo a straccetti non troppo sottili. In una ciotola, ricoprite gli straccetti con la curcuma assicurandovi che siano ben coperti.

    Cospargete quindi il pollo con un filo di olio di oliva e semi di sesamo. Scaldate il forno a 180 °C,  adagiate gli straccetti su una teglia ed infornate a 180C° per 15 minuti circa. MI raccomando, i tempi di cottura dipendono anche da quanto sono spessi i vostri straccetti. Se li farete cuocere troppo a lungo infatti risulteranno molto secchi ed asciutti.

    Servite con un buon contorno a base di verdure di stagione (quelle che preferite! 🙂 ), del buon pane (non deve mancare) e buon appetito.

    E se avete bisogno di qualche altra idea per poter cucinare questa tristissima carne bianca, provate il petto di pollo farcito ai carciofi, o magari alla puttanesca

  • PETTO DI POLLO ALL’ARANCIA

    pollo all'arancia

    Petto di pollo all’arancia, un abbinamento un pò particolare ma son certa che vi piacerà. Per unire la leggerezza ai benefici dell’arancia

    Esistono molte versioni di questa ricetta, la maggior parte delle quali prevede di infarinare il pollo a bocconcini e farlo rosolare in olio o burro prima di addizionare il succo di arancia. Per evitare la rosolatura vi propongo questa ricetta del pollo all’arancia, più light ma non meno saporita. Si tratta di un secondo piatto leggero e sano, per godere tra l’altro delle proprietà dell’arancia, di cui vi ho parlato in questo articolo.

    Ingredienti

    • 400 g di petto di pollo
    • 80 ml di brodo vegetale
    • 2 arance bio
    • 1 rametto di rosmarino
    • Olio extravergine di oliva
    • Sale
    • Pepe

    Procedimento

    Lavate e spremete un arancia e tenete da parte sia il succo che la sua buccia. Mi raccomando, poichè stiamo usando anche la buccia dell’arancia, è bene che si tratti di arance biologiche.

    Tagliate il petto di pollo a bocconcini. In una padella mettete i bocconcini insieme al brodo vegetale e al rosmarino. Lasciate cuocere a fuoco medio. Appena il pollo inizierà a colorarsi, aggiungete la scorza e il succo d’arancia. Lasciate evaporare completando la cottura (20 minuti).  Aggiustate poi di sale e pepe.

    Condite con un filo di olio extravergine di oliva e servite ben caldo insieme ad un’arancia tagliata.

  • SPIGOLA ALL’ACQUAPAZZA

    spigola

    La spigola all’acquapazza, un piatto classico, saporito ed invitante. Veloce e semplice da preparare, ottimo sia a pranzo che a cena

    La spigola all’acqua pazza è una ricetta originale dei pescatori di Ponza, è un piatto semplice, leggero e digeribile. La spigola (o branzino) è un tipo di pesce piuttosto pregiato, dalla carne saporita, ottimo e raffinato da proporre a pranzo e a cena. Io lo adoro anche semplicemente al limone, con qualche spezia ed erba aromatica. Magari con del pepe, limone, prezzemolo ed erba cipollina. Ma è molto gustoso anche in questa versione più saporita, ma comunque adatta anche a chi, come me, bada sempre alla linea.

    Ingredienti per 4 persone:

    • 1 spigola da circa 1,5 kg già eviscerata
    • 300 gr di pomodorini
    • 2 spicchi d’aglio
    • 1 bicchiere di vino bianco
    • Prezzemolo fresco
    • Peperoncino
    • Sale
    • Olio Extra Vergine di Oliva


    Preparazione:

    Squamate la spigola con la lama di un coltello, poi sfilettatela con un coltello ben affilato.

    Lavate bene i filetti di pesce ed  i pomodorini e tagliate questi ultimi in quattro parti. Notate bene, se non siete capaci di sfilettare il pesce potete acquistare i filetti freschi oppure usare anche quelli congelati. Vi assicuro che son buonissimi lo stesso.

    Prendete una padella capiente, metteteci aglio e pomodorini e aggiungete anche il vino.  

    Abbassate la fiamma, coprite e lasciate cuocere per 5 minuti. Aggiungete i filetti di pesce con la parte della pelle in basso.

    Salate (poco!) ed aggiungete il peperoncino, poi coprite nuovamente e fate cuocere per circa 20 minuti.

    Completate con il prezzemolo fresco tritato finemente, olio d’oliva e servite.

    E buon appetito!!

    E se siete amanti del pesce ma ne mangiate poco perchè non sapete come cucinarlo, vi propongo un’altra ricetta saporita ma anche semplice da preparare, i filetti di persico al limone. Sani, saporiti, golosi ma soprattutto pronti in 15 minuti e senza alcuno sforzo.

  • ZUPPA DI FAGIOLI E SCAROLA

    zuppa di fagioli e scarola

    Zuppa di fagioli e scarola, l’ideale per scaldarsi nelle fredde serate autunnali ed invernali

    La zuppa di fagioli e scarola è una ricetta della tradizione contadina campana. Con i suoi sapori rustici porta in tavola tutta la genuinità di un tempo con i prodotti della nostra terra.

    Ingredienti

    • Fagioli cannellini lessi
    • 1 cespo di scarola
    • 1 spicchio di aglio
    • qualche pomodorino
    • peperoncino
    • olio
    • sale (poco!)

    Preparazione

    Se usate i fagioli secchi, dopo averli tenuti una notte in ammollo (circa 12 h), lessateli facendo sobbollire a fuoco moderato per circa 1h e 30 minuti (tale passaggio va ovviamente saltato se invece usate i fagioli in barattolo già lessati. Dovrete solo avere l’accortezza di sciacquarli bene prima di utilizzarli per eliminare l’eccesso di sale e conservanti).

    Una volta lessi, scolate i fagioli mettendo da parte l’acqua di cottura. Aggiungete ai fagioli un poco dell’acqua precedentemente scolata, un peperoncino, uno spicchio d’aglio, sale ed un filo d’olio e fate cuocere per 5 minuti. Nel frattempo pulite la scarola, lavatela ed aggiungetela ai fagioli insieme all’acqua di cottura. Aggiungete anche i pachino tagliati a pezzetti. Coprite con un coperchio e cuocete per circa 15 minuti.  

    Nel frattempo potreste pensare di preparare dei crostini facendo tostare in forno delle fette di pane (magari integrale)  insaporite con olio, un poco di sale (sempre con parsimonia 😉 ) e pepe. Una volta che la zuppa di fagioli e scarole sarà cotta servitela ancora caldissima accompagnando con le fette di pane tostato.

    Se si accompagna, come in questo caso, la zuppa di fagioli e scarole con qualche fetta di buon pane  tostato o dei cereali, si ottiene un pasto completo e nutriente.

    Fagioli e scarole però possono però essere consumati anche come contorno da accompagnare a secondi magari a base di carne. Per servirli come contorno sarà sufficiente usare un pò meno brodo per ottenere una pietanza più asciutta.

  • FILETTO DI MERLUZZO GRATINATO

    filetto di merluzzo gratinato

    Un secondo di pesce che sia semplice, veloce ma buono e d’effetto allo stesso tempo? Eccolo qua, il filetto di merluzzo gratinato

    Il filetto di merluzzo gratinato alle verdure è un secondo piatto completo e gustoso nella sua semplicità. Senza grassi aggiunti, se non un poco di olio nell’impanatura necessario per rendere il pesce morbido e saporito, potete prepararlo sia con pesce fresco che surgelato e sarà così anche un piatto piuttosto economico.

    Ingredienti

    • 2 grossi filetti di merluzzo freschi (o surgelati)
    • 200 gr di patate (per rendere il piatto più leggero potete usare le zucchine!)
    • 200 gr di pomodorini
    • 80 gr di olive verdi snocciolate
    • un mazzetto di prezzemolo
    • pangrattato
    • mezzo spicchio d’aglio (facoltativo)
    • sale-pepe
    • olio evo

    Preparazione:

    Sbucciate le patate e tritatele a cubetti piccoli.

    Lavate e tagliate in 4 i pomodorini e tagliate a metà le olive.

    A questo punto bagnate un foglio di carta forno e strizzatela bene, foderateci una teglia, ed adagiate i filetti di merluzzo.

    In un recipiente mettete le verdure, il prezzemolo tritato, l’aglio tritato finemente, il pangrattato, il sale, il pepe e almeno 2 cucchiai d’olio. Mischiate il tutto e coprite il merluzzo con questi ingredienti. Infornate a 180° per circa 30 minutim ed ecco fatto.

    Il vostro merluzzo gratinato è pronto per essere servito ancora caldo.

    E se non amate particolarmente il pesce o se credete di non saperlo cucinare, ecco per voi un’altra ricetta semplicissima: i cuori di nasello con dadolata di verdure. Semplicissimo quanto gustoso.