• RIBOLLITA TOSCANA

    RIBOLLITA

    Un primo piatto sostanzioso la ribollita toscana, tipico della tradizione contadina. L’avete mai provata? Ecco la ricetta di questo piatto caldo e genuino

    La ribollita, primi piatto tipico della tradizione toscana, è una zuppa fatta con ingredienti poveri quali pane raffermo e verdure ed i cui ingredienti principali sono il cavolo nero, la verza ed i fagioli.

    Sapete perchè viene chiamata ribollita? Perchè è realizzata mettendo insieme gli avanzi del giorno precedente e poi fatta bollire più volte a fuoco lento prima con le sole verdure e poi con l’aggiunta del pane. La sua preparazione è piuttosto lunga quindi in quanto tutti gli ingredienti devono cuocere lentamente sul fuoco ma è molto semplice ed il risultato non deluderà.

    Essendo un piatto da recupero non ci sono in realtà degli ingredienti fissi se non il pane, la verza i fagioli ed il cavolo nero. Ma per il resto potete aggiungere gli ortaggi autunnali e invernali che avete a disposizione e che avanzano in frigo. Più povero di così!

    Ingredienti

    • pane raffermo
    • carota
    • sedano
    • cipolla
    • olio
    • patate
    • pomodori
    • cavolo nero
    • bietola
    • verza
    • fagioli neri

    Preparazione

    Iniziate preparando il classico trito con cipolla sedano e carota e fatelo “soffriggere” solo con acqua qualche minuto.

    Aggiungete poi le patate (poche… ricordate che siamo a dieta) tagliate, quindi i pomodori pelati, il cavolo nero pulito e tagliato, la bietola e la verza.

    Coprite con acqua e portate a bollore. Coprite quindi con il coperchio e lasciate andare a fuoco lento per 2 ore circa controllando di tanto in tanto il livello dell’acqua ed aggiungendo se serve acqua calda o brodo vegetale.

    A questo punto aggiungete anche i fagioli e lasciate cuocere a fuoco basso per 30 minuti.

    A questo punto la ricetta tradizionale vuole che la ribollita si a lasciata riposare da 3 ore fino al giorno successivo quando aggiungerete poi un paio di mestoli di brodo, un filo d’olio e cuocerete di nuovo su fuoco basso nel coccio per circa 15 – 20 minuti.

    Il pane raffermo o tostato può essere aggiunto al momento oppure prima di farla riposare cosicché di addensi ed amalgami con la zuppa.

    Non si tratta quindi di una ricetta veloce, tutt’altro ma provate e vedrete che ne sarà valsa la pena.

  • ZUPPA DI CECI E CAVOLO NERO

    ceci e cavolo nero

    Zuppa di ceci e cavolo nero, per scaldare le giornate più fredde mangiando sano e sempre  con gusto. Provatela con dei crostini di pane tostato

    Il cavolo nero è uno dei protagonisti dell’inverno. Forse meno conosciuto e meno usato dei classici cavolfiori o broccoli, ma non per questo meno buono o benefico. Infatti è ricco di Vitamina C, calcio e vitamina K. Contiene Vitamina A ed E, ed è quindi  un potente antiossidante in grado di contrastare l’invecchiamento cellulare. E’ un ottimo antitumorale ed antinfluenzale, favorisce la digestione ed è utile per la salute del cuore in quanto tiene bassi i livelli di colesterolo cattivo LDL. Vediamo quindi come poterlo portare in tavolo per beneficiare delle sue proprietà con questa zuppa di ceci e cavolo nero.

    Ingredienti

    • 400 gr di cecci lessati (o 140 gr circa di ceci secchi)
    • 250 gr di cavolo nero
    • 1 cipolla
    • 1 spicchio d’aglio
    • rosmarino
    • 500 ml circa di brodo vegetale (o acqua)
    • olio extra vergine di oliva
    • sale
    • pepe

    Preparazione 

    Se state utilizzando i ceci secchi, metteteli in ammollo 12 ore prima della preparazione della zuppa. Quindi lessateli un paio d’ore fino a che non risulteranno morbidi. Una volta cotti, frullatene una metà aggiungendo un poco di acqua o brodo vegetale.

    Pulite il cavolo nero e scegliete le foglie più tenere. In una pentola capiente mettete quindi l’aglio, la cipolla, la carota tagliata a tocchetti, un paio di cucchiai di olio, il rosmarino e parte del brodo vegetale (l’olio non deve soffriggere). Aggiungete infine il cavolo nero tagliato a striscioline. Mescolate e fate cuocere 5 minuti circa.

    Appena il cavolo sarà tenero aggiungete i ceci interi e quelli frullati ed il resto del brodo vegetale (decidete voi la quantità da aggiungere in base a quanto volete che la vostra zuppa sia brodosa). Mescolate e lasciate cuocere altri 5 minuti.

    Spegnete il fuoco, aggiustate di sale e pepe e servite la zuppa ben calda magari accompagnandola con del pane tostato.

    (foto scattata da Nicoletta, una mia fidata paziente 🙂 )