• ZUPPA DI LENTICCHIE POLLO E CARCIOFI

    pollo e carciofi

    Una ricetta per le serate invernali la zuppa di lenticchie con pollo e carciofi. Ottima servita con del pane tostato

    Un piatto unico, caldo, completo…e depurativo, viste le proprietà benefiche dei carciofi. Oltre quindi ad essere un ottimo piatto da portare in tavola nelle serate più fredde, è ottima anche dopo le feste per far ritrovare un pò di benessere al nostro fegato, messo a dura prova dalle abbuffate natalizie.

    Ingredienti

    • 6 carciofi
    • 300 gr. di petto di pollo
    • 50 gr. di lenticchie rosse
    • 1 litro di brodo di pollo
    • 1 cucchiaio di farina
    • il succo di un limone
    • olio d’oliva
    • sale
    • pepe

    Procedimento

    Staccate i gambi dei carciofi, eliminate le foglie più dure e le spine e tagliateli a spicchi mettendoli man mano in acqua acidulata con il succo del limone. Spellate la parte più tenera dei gambi e tagliatela a rondelle. Ovviamente per velocizzare e se, come me, non siete molto bravi a pulire i carciofi, allora potete usare anche quelle congelati, che godono delle stesse proprietà di quelli freschi.

    Tagliate a dadini il petto di pollo. Sciacquate le lenticchie. In questo caso se avete tempo potete anche usare quelle secche ricordandovi che se le mettete a mollo qualche ora, ridurrete i tempi di cottura.

    In una casseruola fate rosolare (non fate il soffritto, usate pentole antiaderenti) gli spicchi di carciofi e le rondelle dei gambi di carciofo ben asciugati. Aggiungete metà del pollo, spolverizzato con la farina, mescolate e versate 3 quarti del brodo; cuocete per circa  un quarto d’ora, poi frullate il tutto.

    Infine unite i restanti dadini di pollo e le lenticchie, regolate di sale e pepe, versate altro brodo fino ad avere una consistenza abbastanza densa e cuocete per 12 minuti.

    Servire in scodelle in cui avrete messo del pane tostato e completate con olio di oliva aggiunto a crudo.

    Amanti dei carciofi? allora provate anche questa minestra di fave carciofi e piselli. da leccarsi i baffi!