• MENU’ DELLA VIGILIA: PER UNA CENA DI PESCE SANA E GUSTOSA

    vigilia

    Per una vigilia di Natale sana ma gustosa, ecco qualche idea per il cenone del 24. Un giusto equilibrio tra sapore e linea!

    Anche se questo sarà un Natale un pò diverso dal solito, senza il gran cenone a cui siamo abituati, con tanti parenti riuniti, le tradizioni vanno pur sempre rispettate. Anzi, forse ancor di più degli altri anni è necessario rispettarle per scongiurare questa situazione che siamo vivendo, per non pensare, per festeggiare nonostanzte tutto! Ed allora la sera della vigilia, il menù dovrà essere rigorosamente a base di pesce. Cosa prepariamo? Ovviamente cucina sana, del resto sono una nutrizionista e qui di sana cucina si parla. Certo, si mangerà più del normale, e come dico sempre ai miei pazienti, nei giorni delle feste non si guarda troppo alla dieta. Tuttavia, c’è modo di far festa senza eccedere troppo con le calorie, o per lo meno senza alzarsi da tavola satolli ed appesantiti. Per aiutarvi nel realizzare il vostro menù della vigilia gustoso ma leggero ho fatto una raccolta di ricette a tema tratte dal mio blog.

    Il menù della vigilia: gli antipasti

    Puntare sulle verdure, siano esse crude o cotte. In questo modo vi riempirete già un poco lo stomaco con alimenti sani e leggeri arrivando alle portate principali meno affamati.  Ottimi i pinzimoni, le insalate, le verdure gratinate, magari evitando le solite tartine.

    ma se volete qualcosa di davvero raffinato, allora preparate questo antipasto di mare o il tortino di verza alici e pachino o l’antipasto di alici e verdure

    Primi piatti 

    oppure un raffinatissimo primo piatto come questi spaghetti integrali con bottarga e crema di zucchine o queste fettuccine al limone con gamberi e pistacchi

    Secondi piatti 

    Per i secondi non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ma soprattutto sucinare i secondi di pesce è molto più semplice di quanto possiate pensare! Provate questi:

    E tornando ai piatti ed impiantamenti raffinati:

    Contorni

    I contorni non possono mancare per chiudere il pasto. Siano essi cotti o crudi, sbizzarritevi. Dalla semplice insalata alle verdure lesse di stagione (cime di rapa, cavolfiori, broccoli, verza, etc…), e chi più ne ha più ne metta. Non esagerate con olio e sale ed insaporite con spezie, erbe aromatiche, limone, aceto.

    Dolci

    Certo non mancheranno torroni, panettoni e pandori ma se volete fare anche voi qualcosa con le vostre mani preparate dei gustosi biscotti. Saranno certo più light di quelli confezionati e, se avanzeranno, li potrete gustare a colazione senza troppi sensi di colpa.

    E per i più golosi: il salame di cioccolato!

    Mi raccomando con il dolce…non fate il bis, o tris! Basta una porzione 

    Certo sarà un pasto molto più abbondante del solito, ma seguendo i miei consigli potrete assaggiare sia il primo, che il secondo, che il dolce, senza troppi sensi di colpa. Per altri consigli su come non ingrassare a Natale vi rimando all’articolo “Natale senza ingrassare: tutti i consigli “

  • MENU’ DELLA VIGILIA A BASE DI PESCE: IDEE PER IL CENONE

    VIGILIa

    Cosa preparare per la vigilia di Natale senza esagerare? Vi do qualche idea per una vigilia a base di pesce sana ma gustosa!

    A Natale si sa, non si guarda alla linea, ma allo stesso tempo se riuscissimo a risparmiare qualche Kcal tramite la preparazione di piatti gustosi ed al contempo non eccessivamente grassi, certo non sarebbe male! Si può ad esempio “risparmiare” sui condimenti, insaporire con le spezie piuttosto che abbondare con il sale, prediligere metodi di cottura leggeri, evitare salse rustici e tartine. Per aiutarvi nel realizzare il vostro menù della vigilia di Natale ho fatto una raccolta di ricette a tema tratte dal mio blog.

    Gli antipasti

    Per antipasto potete puntare sulle verdure, siano esse crude o cotte. In questo modo infatti già placherete un poco la fame con alimenti sani e leggeri arrivando alle portate principali meno affamati.  Ottimi i pinzimoni, le insalate, le verdure gratinate. Da evitare invece le classiche tartine, torte rustiche, bruschette in modo da non eccedere troppo con la dose di carboidrati in vista del primo piatto e soprattutto del dolce!

    Primi piatti 
    Secondi piatti
    Contorni

    I contorni non possono mancare per chiudere il pasto. Siano essi cotti o crudi, sbizzarritevi. Dalla semplice insalata mista, ad un’insalata di finocchi ed arance, verdure lesse di stagione (cime di rapa, cavolfiori, broccoli, verza, etc…), o caponata di verdure, e chi più ne ha più ne metta. Non esagerate con olio e sale e preferire insaporire con spezie, erbe aromatiche, limone, aceto.

    Dolci

    Certo non mancheranno torroni, panettoni e pandori, ma se volete invece fare voi il dolce vi do qualche idea. Potete puntare sul cioccolato, scegliendo magari quello fondente piuttosto che al latte! O se preferite, preparate dei biscotti. E se invece avete proprio mangiato troppo…con la frutta non sbagliate mai!

    Mi raccomando con il dolce…non fate il bis, o tris! Basta una porzione ?

    Certo sarà un pasto molto più abbondante del solito, ma iniziando con delle verdure e riducendo le porzioni, potrete assaggiare sia il primo, che il secondo, che il dolce, senza troppi sensi di colpa.

  • NATALE: IL MENU’ DELLA VIGILIA

    vigilia natale

    Servono idee per la vigilia di Natale? Ve ne do qualcuna, per una vigilia sana ma gustosa!

    A Natale si sa, non si guarda alla linea, ma allo stesso tempo se riuscissimo a risparmiare qualche Kcal tramite la preparazione di piatti gustosi ed al contempo non eccessivamente grassi, certo non sarebbe male! Si può ad esempio “risparmiare” sui condimenti, insaporire con le spezie piuttosto che abbondare con il sale, prediligere metodi di cottura leggeri, evitare salse rustici e tartine. Per aiutarvi nel realizzare il vostro menù della vigilia di Natale ho fatto una raccolta di ricette a tema tratte dal mio blog o dal web.

    Gli antipasti

    Per antipasto potete puntare sulle verdure, siano esse crude o cotte. In questo modo infatti già placherrete un poco la fame con alimenti sani e leggeri arrivando alle portate principali meno affamati.  Ottimi i pinzimoni, le insalate, le verdure gratinate. Da evitare invece le classiche tartine, torte rustiche, bruschette per evitare di eccedere in carboidrati in vista del primo piatto…e del dolce!

    • insalata di radicchio, ceci e pomodorini. Clicca QUI per la ricetta
    • insalata di finocchi e arance. Clicca QUI per la ricetta
    • insalata di polpo, rucola e pomodorini. Clicca QUI  per la ricetta
    • capesante gratinate. Clicca QUI per la ricetta.

    e per qualcosa di ancora più semplice e veloce, portate in tavola dei carpacci. Carpacci di salmone, polpo, tonno  o pesce spada ed andrete certo sul sicuro.

    Primi piatti 
    • spaghetti alle vongole e polpo. Clicca QUI per la ricetta.
    • pennette integrali broccoli e salmone. Clicca QUI per la ricetta
    • riso venere con gamberi e zucchine. Clicca QUI per la ricetta
    • linguine agli scampi e zucchine. Clicca QUI per la ricetta
    Secondi piatti
    • alici gratinate al forno. Clicca QUI per la ricetta
    • gamberoni in padella al vino bianco. Clicca QUI per la ricetta
    • spigola all’acquapazza. Clicca QUI per la ricetta
    • filetto di merluzzo gratinato. Clicca QUI per la ricetta
    • muffin salati al pesce persico e bieta. Clicca QUI per la ricetta
    • funghi ripieni di platessa allo zafferano. Clicca QUI per la ricetta
    • pesce spada al cartoccio. Clicca QUI per la ricetta
    • bacccalà in umido. Clicca QUI per la ricetta
    • peperoni ripieni al tonno. Clicca QUI per la ricetta.
    Contorni

    I contorni non possono mancare per chiudere il pasto. Siano essi cotti o crudi, sbizzarritevi. Dalla semplice insalata, ad un’insalata di finocchi, verdure lesse di stagione (cime di rapa, cavolfiori, broccoli, verza, etc…), e chi più ne ha più ne metta. Non esagerate con olio e sale e preferire insaporire con spezie, erbe aromatiche, limone, aceto. L’insalata di radicchio ceci e pomodorini, proposta come antipasto, potrebbe anche essere un ottimo contorno, così come l’insalata di finocchi e arance.

    Dolci

    Certo non mancheranno torroni, panettoni e pandori, ma se volete invece fare voi il dolce vi do qualche idea. Potete puntare sul cioccolato, scegliendo magari quello fondente piuttosto che al latte! O se preferite, portate in tavola un classico come la torta di mele o il ciambellone, oppure dei biscotti. E se invece avete proprio mangiato troppo…con la frutta non sbagliate mai!

    • salame di cioccolato. Clicca QUI per la ricetta.
    • palle di cioccolato. Clicca QUI per la ricetta.
    • torta di mele e cannella. Clicca QUI per la ricetta.
    • ciambellone all’acqua con gocce di cioccolato. Clicca QUI per la ricetta.
    • panettone casalingo. Clicca QUI per la ricetta
    • biscotti alle clementine con gocce di cioccolato. Clicca QUI per la ricetta.
    • biscotti di riso e nocciole. Clicca QUI per la ricetta.
    • brutti ma buoni rivisitati. Clicca QUI  per la ricetta.
    • biscotti di Natale alla cannella. Clicca QUI per la ricetta

    Mi raccomando con il dolce…non fate il bis, o tris! Basta una porzione 🙂

    Certo sarà un pasto molto più abbondante del solito, ma iniziando con delle verdure e riducendo le porzioni, potrete assaggiare sia il primo, che il secondo, che il dolce, senza troppi sensi di colpa. E per altri consigli su come non ingrassare a Natale vi rimando all’articolo “Natale senza ingrassare: tutti i consigli“.

  • RISO VENERE GAMBERI E ZUCCHINE

    riso venere

    Riso venere gamberi e zucchine, un classico che non passa mai di moda. Con il riso venere sarà ancora più gustoso. Ottimo anche se avete ospiti a cena.

    Ingredienti

    • Riso venere 250 gr (in base al numero delle persone)
    • Zucchine 300 gr
    • Gamberi sgusciati 300 gr
    • 1 cipolla
    • sale q.b
    • pepe q.b
    • olio q.b

    Procedimento

    Mettere a cuocere il riso venere in acqua salata.

    Nel frattempo in una padella fate appassire la cipolla tritata con acqua ed un poco di olio. Lavate e tagliate le zucchine  ed unitele alla cipolla.  Cuocete per 5 minuti circa e poi aggiungete i gamberi e cuocete per altri 5-10 minuti. A fine cottura aggiungete dell’olio.

    A cottura ultimata, scolate il riso ed unitelo alla padella in cui state preparando il condimento. Regolate di sale e pepe, fate insaporire per qualche minuto e servite.

  • POLPO IN INSALATA DI RUCOLA E PACHINO

    POLPO

    Insalata di polpo per un antipasto gustoso ma leggero. Semplice e veloce da preparare è un ottimo modo per iniziare un pranzo o una cena a base di pesce

    Quando si hanno ospiti a cena, l’antipasto è spesso basato su classiche tartine e bruschette che, oltre ad essere un poso banali, sono tutt’altro che sane e leggere e che non fanno che aggiungere grassi e calorie ad un pranzo o una cena che già sarà abbondante. Allora puntiamo su qualcosa di sfizioso certo.. ma leggero, con questa insalata di polpo.

    Ingredienti

    • 1 kg di polpo (variabile in base al numero delle persone)
    • olio
    • sale
    • pepe
    • rucola
    • aceto balsamico
    • pomodorini

    Procedimento

    Mettete a bollire il polpo in abbondante acqua salata per circa 30 minuti o comunque fino a che il polpo non sia diventato tenero.

    Terminata la cottura scolatelo, tagliatelo a piccoli pezzetti e mettetelo in una ciotola. Aggiungete quindi le foglie di rucola ed i pomodorini tagliati in 4 parti, e condite con olio di oliva, aceto balsamico, sale e pepe quanto basta.

    Portare in tavola in una bella ciotola oppure in ciotoline monoporzione.

    E se questo antipastino non vi basta allora provate anche il cocktail di gamberi in versione light, oppure i rotolini di zucchine e salmone. Sono sicura che farete un figurone restando sempre leggeri.

  • MENU’ PER NATALE: TANTE IDEE E RICETTE

    menù di natale

    Per un Natale con gusto ma sano, ecco qualche idea per il menù delle feste. Un giusto equilibrio tra sapore e linea!

    A Natale si sa, non si guarda alla linea, ma allo stesso tempo se riuscissimo a risparmiare qualche Kcal tramite la preparazione di piatti gustosi ed al contempo non eccessivamente grassi, non sarebbe male! Si può ad esempio “risparmiare” qualche grasso o qualche condimento, insaporire con le spezie piuttosto che abbondare con il sale, prediligere metodi di cottura leggeri (anche se un fritto a Natale ci può stare!) e le carni bianche a quelle rosse. Per aiutarvi nel realizzare il vostro menù delle feste ho fatto una raccolta di ricette a tema, tratte dal mio blog o dal web.

    Il menù delle feste: gli antipasti

    Puntare sulle verdure, siano esse crude o cotte. In questo modo vi riempirete già un poco lo stomaco con alimenti sani e leggeri arrivando alle portate principali meno affamati.  Ottimi i pinzimoni, le insalate, le verdure gratinate, magari evitiamo le solite tartine!

    • hummus di zucca e ceci. Clicca QUI per la ricetta
    • insalata di radicchio e ceci. Clicca QUI per la ricetta
    • salsa guacamole. Clicca QUI per la ricetta
    • insalata di finocchi e arance. Clicca QUI per la ricetta
    Primi piatti 
    • zuppa di ceci e funghi porcini. Clicca QUI per la ricetta.
    • linguine vongole e pomodorini. Clicca QUI per la ricetta.
    • calamarata. Clicca QUI per la ricetta
    • riso integrale con radicchio e salsiccia di pollo. Clicca QUI per la ricetta
    • conchiglioni ripieni alle melanzane. Clicca QUI per la ricetta
    • crespelle ricotta e spinaci. Clicca QUI per la ricetta
    • riso basmati integrale con gamberetti e rucola. Clicca QUI per la ricetta
    Secondi piatti 

    Per i secondi a base di carne prediligere il pollo o tacchino in quanto sono le carni più magre ma se ben cucinate saranno comunque un piatto gustoso. Per quanto riguarda il pesce, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Con il pesce azzurro non sbagliate, ma nel menù di casa mia non possono mancare i gamberoni!

    • bocconcini di tacchino, broccoli e zafferano. Clicca QUI per la ricetta.
    • pollo all’arancia. Clicca QUI per la ricetta
    • bocconcini di pollo con la zucca. Clicca QUI per la ricetta
    • pollo al forno. Clicca QUI per la ricetta
    • alici gratinate al forno. Clicca QUI per la ricetta
    • gamberoni in padella al vino bianco e limone. Clicca QUI per la ricetta
    • melanzane alla parmigiana light. Clicca QUI per la ricetta
    Contorni

    I contorni non possono mancare per chiudere il pasto. Siamo essi cotti o rudi, sbizzarritevi. Dalla semplice insalata, ad un’insalata di finocchi, verdure lesse di stagione (cime di rapa, cavolfiori, broccoli, verza, etc…), e chi più ne ha più ne metta. Non esagerate con olio e sale e preferire insaporire con spezie, erbe aromatiche, limone, aceto.

    Dolci

    Certo non mancheranno torroni, panettoni e pandori. ma se volete fare voi il dolce, con il cioccolato non sbaglierete. Scegliete magari quello fondente piuttosto che al latte! Per chi preferisce qualcosa di più light al panettone o pandoro può optare per un classico come la torta di mele, oppure dei biscotti. E se invece avete proprio mangiato troppo..con la frutta non sbagliate mai!

    • torta di mele e cannella. Clicca QUI per la ricetta.
    • biscotti alle clementine con gocce di cioccolato. Clicca QUI per la ricetta.
    • biscotti di riso e nocciole. Clicca QUI per la ricetta.
    • brutti ma buoni rivisitati. Clicca QUI  per la ricetta.
    • biscotti di Natale. Clicca QUI per la ricetta.

    Mi raccomando con il dolce…non fate il bis, o tris! Basta una porzione 🙂

    Certo sarà un pasto molto più abbondante del solito, ma iniziando con delle verdure e riducendo le porzioni, potrete assaggiare sia il primo, che il secondo, che il dolce, senza troppi sensi di colpa. Per altri consigli su come non ingrassare a Natale vi rimando all’articolo “Natale senza ingrassare: tutti i consigli“.