• MINESTRA DI VERZA, RISO E FAGIOLI

    minestra di verza

    Voglia di minestra? Questa è davvero leggera e gustosa, ottima in autunno o inverno da gustare da sola o abbinata ad un piccolo secondo piatto.

    Se le feste hanno messo a dura prova il vostro organismo, è ora di ritrovare la forma iniziando con il portare in tavola piatti sani e leggeri. Se poi sono caldi come questa minestra, ancora meglio.

    Ingredienti (per due persone circa)

    • 300 gr di fagioli cannellini già cotti
    • 500 gr di verza
    • 100 gr di riso basmati
    • brodo vegetale
    • olio d’oliva
    • sale e pepe qb

    Preparazione

    Innanzi tutto lavate la verza e tagliatela a striscioline sottili. Mettetela a questo punto in una pentola capiente con del brodo vegetale, quanto basta per lessare la verza senza farla attaccare alla pentola.

    Sbollentate la verza per circa 5 minuti.

    A questo punto unite i fagioli già cotti (potete usare anche quelli in scatola) e fate insaporire per circa 15 minuti a fuoco medio. Se necessario aggiungete altro brodo (o acqua). Aggiustate di sale e pepe ed infine aggiungete il riso e cuocetelo per il tempo necessario.

    Servite la minestra calda con un bel cucchiaio di olio di oliva a crudo.

  • RIBOLLITA TOSCANA

    RIBOLLITA

    Un primo piatto sostanzioso la ribollita toscana, tipico della tradizione contadina. L’avete mai provata? Ecco la ricetta di questo piatto caldo e genuino

    La ribollita, primi piatto tipico della tradizione toscana, è una zuppa fatta con ingredienti poveri quali pane raffermo e verdure ed i cui ingredienti principali sono il cavolo nero, la verza ed i fagioli.

    Sapete perchè viene chiamata ribollita? Perchè è realizzata mettendo insieme gli avanzi del giorno precedente e poi fatta bollire più volte a fuoco lento prima con le sole verdure e poi con l’aggiunta del pane. La sua preparazione è piuttosto lunga quindi in quanto tutti gli ingredienti devono cuocere lentamente sul fuoco ma è molto semplice ed il risultato non deluderà.

    Essendo un piatto da recupero non ci sono in realtà degli ingredienti fissi se non il pane, la verza i fagioli ed il cavolo nero. Ma per il resto potete aggiungere gli ortaggi autunnali e invernali che avete a disposizione e che avanzano in frigo. Più povero di così!

    Ingredienti

    • pane raffermo
    • carota
    • sedano
    • cipolla
    • olio
    • patate
    • pomodori
    • cavolo nero
    • bietola
    • verza
    • fagioli neri

    Preparazione

    Iniziate preparando il classico trito con cipolla sedano e carota e fatelo “soffriggere” solo con acqua qualche minuto.

    Aggiungete poi le patate (poche… ricordate che siamo a dieta) tagliate, quindi i pomodori pelati, il cavolo nero pulito e tagliato, la bietola e la verza.

    Coprite con acqua e portate a bollore. Coprite quindi con il coperchio e lasciate andare a fuoco lento per 2 ore circa controllando di tanto in tanto il livello dell’acqua ed aggiungendo se serve acqua calda o brodo vegetale.

    A questo punto aggiungete anche i fagioli e lasciate cuocere a fuoco basso per 30 minuti.

    A questo punto la ricetta tradizionale vuole che la ribollita si a lasciata riposare da 3 ore fino al giorno successivo quando aggiungerete poi un paio di mestoli di brodo, un filo d’olio e cuocerete di nuovo su fuoco basso nel coccio per circa 15 – 20 minuti.

    Il pane raffermo o tostato può essere aggiunto al momento oppure prima di farla riposare cosicché di addensi ed amalgami con la zuppa.

    Non si tratta quindi di una ricetta veloce, tutt’altro ma provate e vedrete che ne sarà valsa la pena.

  • TORTINO DI VERZA, ALICI E PACHINO

    alici

    Un gustoso e raffinato antipasto per aprire una cena a base di pesce. Questi tortino con verza ed alici sono semplici, ma buonissimi

    Se avete ospiti o se semplicemente volete deliziarvi con una cena un pò più raffinata del solito, beh allora vi consiglio un pasto a base di pesce, aperto magari da questo gustoso tortino di alici. Le alici appartengono alla categoria del pesce azzurro e quindi sono ricche di nutrienti e a modesto contenuto calorico. Inoltre sono un’ottima fonte di proteine di qualità e di omega 3, acidi grassi alleati della salute, in particolare di quella di cuore e delle arterie. Ecco quindi che le alici fanno bene, sono buone, e sono alleate della nostra salute.

    Ingredienti

    • qualche alice sott’olio
    • verza
    • pachino
    • aceto di mele
    • olio di oliva

    Preparazione

    Innanzi tutto dovete lessare la verza. Togliete le foglie esterne più dure, taglliatela a pezzetti e quindi mettetela in acqua bollente a cuocere per una decina di minuti.

    Scolatela bene e trasferitela in una padella. Aggiungete dei pachino maturi (o dei piccadilly o in alternativa anche mezzo barattolo di ciliegino). Accendete a fuoco medio con il coperchio dopo aver irrorato con un poco di aceto di mele. Girate di tanto in tanto.

    Ho messo da parte un pò di verza ripassata per usarla il giorno dopo (cerco sempre quando ho tempo di cuocere un pò di verdura e metterla da parte per i giorni a seguire) e me ne sono tenuta giusto il necessario per creare i tortini per me ed il mio compagno.

    Nel frattempo ho messo a scolare le alici. Quelle sott’olio in barattolo infatti risultano troppo grasse e salate e per questo prima di consumarle le metto in un bicchiere con dell’acqua e cambio acqua un paio di volte prema di usare le alici per le mie preparazioni.

    Ho aggiunto qualche alicetta al mix di verza e pachino. Ho aggiunto giusto un poco di olio al peperoncino (io ed il mio compagno amiamo il piccante!), amalgamato il tutto e poi creato il tortino aiutandomi con un bicchiere di plastica tagliato (non avevo gli stampini!).

    Infine ho impiattato come vedete in foto e servito. Il tortino di alici è piaciuto tantissimo nonostante la sua semplicità.

    Cosa far seguire a questo raffinato antipasto? Io avevo preparato questo FILETTO DI ORATA CON PACHINO E LIMONE, ma ci vedrei bene anche un PESCE SPADA AL CARTOCCIO o un BACCALA’ AL FINOCCHIETTO E CIPOLLE DI TROPEA.

  • ZUPPA DI ZUCCA, VERZA E FAGIOLI

    zuppa minestra verza zucca fagioli

    Quando il freddo si fa sentire, quello che ci vuole è qualcosa di caldo per riscaldarci. Come questa fantastica zuppa con zucca, verza e fagioli.

    Per chi ha voglia di qualcosa di caldo da gustare, che sia gustoso ma anche leggero e salutare, ecco una buonissima zuppa. Un mix di verdure e legumi che sarà gradito da tutta la famiglia. In più è facilissimo da preparare.

    Ingredienti 

    • 400 gr di zucca
    • 1 verza media
    • 200 gr di fagioli cannellini in scatola (o già lessati)
    • olio, sale , pepe ed un poco di peperoncino

    Procedimento

    Innanzi tutto se usate i fagioli in scatola abbiate la premura di sciacquarli bene e metteteli da parte.

    Pulite e lessate la verza. Scolatela e dedicatevi quindi alla preparazione della zucca. Pulite la zucca e fatene dei dadini.

    In una padella antiaderente mettete la zucca con un poco di acqua, un  pò di sale e pepe, coprite e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Quando la zucca sarà morbida aggiungete la verza e solo per ultimi i fagioli, aggiungendo anche acqua all’occorrenza. terminata la cottura impiattate e servite, irrorando con un buon filo d’olio.

    Per completare il piatto potreste aggiungere dei crostini di pane integrale tostato oppure, prima del termine della cottura, aggiungere del farro o dell’orzo. termite la cottura dei cereali ed avrete un pasto completo.

  • VELLUTATA DI BROCCOLI E VERZA AL PROFUMO DI PISTACCHI E TARTUFO

    verza

    Una semplice vellutata con verdura di stagione arricchita da frutta secca e tartufo. Broccoli e verza non saranno mai stati così buoni

    Se credete che le vellutate siano tristi ed insipide è perchè non avete provato questa! E’ la vellutata che una paziente ha realizzato con gli ingredienti “concessi”. Ricordate che non è triste mangiar sano, basta solo un pò di inventiva per rendere gustosi anche ingredienti semplici come…una verza! 🙂

    Ingredienti

    • Broccolo
    • Verza
    • porro
    • coriandolo, finocchio selvatico, peperoncino
    • pistacchi e tartufo q.b

    Procedimento

    Non servirebbe nemmeno scrivere il procedimento per reallizzare questo piatto, tanto è semplice!

    Dovete solo lessare broccolo, verza e porro e poi frullarli con l’aggiunta di coriandolo e finocchio selvatico. Aggiungete acqua a piacere fino ad ottenere la consistenza desiderata.
    Servite la vostra vellutata su con aggiunta di pistacchi e tartufo, spolverata con peperoncino e misto erbe aromatiche ed accompagnata da crostini di pane di segale ?.

    E buon appetito!!!