• FILETTO DI ORATA CON PACHINO E LIMONE

    orata

    Un semplice secondo piatto decisamente light ma gustoso e saporito. Ecco come valorizzare i già buonissimi filetti di orata

    L’orata è un pesce di mare dalle carni pregiate e quasi prive di lische che si presta a numerose preparazioni gastronomiche. E’ un pesce magro, con circa 100 Kcal per 100 gr, con una percentuale di grassi totali pari a circa il 2%, privo di carboidrati e ricco di proteine ad elevato valore biologico. Inoltre, l’orata contiene una buona dose di omega tre, i cosiddetti grassi buoni in quanto amici del nostro sistema cardio-circolatorio. Tutto questo rende l’orata un ottimo alleato della nostra salute, e della nostra dieta!

    Personalmente la adoro anche semplice semplice, al forno magari, ma qui ho voluto darle un tocco in più, condendola con un sughetto di pachino dolcissimi e limone.

    Ingredienti per 2 persone

    • 300 gr di filetti di orata
    • una decina di pachino
    • 2 limoni
    • pepe
    • erba cipollina
    • olio di oliva

    Preparazione

    La procedura è semplice, ma il risultato è sicuro.

    Tagliate i pachino a fettine o pezzetti e mettetelo in una padella. Tagliate un limone a fettine e mettete anch’esse in padella con i pachino ed il succo del limone rimasto. Aggiungete infine i filetti di orata. Io ho usato i filetti di orata congelati, ma se avete quelli freschi ben venga!

    Accendete il fuoco e lasciate cuocere una decina di minuti con il coperchio, giusto il tempo di far cuocere i filetti di orata. Se a fine cottura vedete che c’è ancora troppo liquido, levate il coperchio ed alzate il fuoco.

    Impiattate i vostri filetti e terminate con un pò di pepe nero, erba cipollina ed un filo di olio di oliva a crudo. Io ho aggiunto poi della verza lessata e ripassata in padella solo con un pò di aceto di mele e pomodorini. Un pò di pane integrale tostato e la cena è servita

  • INVOLTINI DI PESCE SPATOLA E BIETOLINE

    PESCE SPATOLA

    Il pesce spatola, un pesce sconosciuto ai più, ma molto magro, pertanto ideale per chi sta a dieta. Ottimo per realizzare dei gustosi involtini

    Noto anche come pesce sciabola, il pesce spatola è molto diffuso in Sicilia, mentre nel centro Italia non è molto noto. A mio avviso è un pesce che dovremmo invece riscoprire, soprattutto perchè magro ed adattissimo quindi anche a chi è a dieta. Inoltre è ricco di proteine (16,6 su 100 g) e di omega 3 in quanto appartiene alla famiglia del pesce azzurro. L’aspetto nastriforme del pesce spatola lo rende adatto a fare degli ottimi involtini. Ne esistono tantissime versioni. In sicilia sono soliti farcirli con pangrattato condito con prezzemolo, aglio, olio, vino bianco, pepe e pecorino. Il condimento si può poi arricchire con capperi o pistacchi. Qui però ve lo propongo in una mia personale versione. Gli involtini di sciabola con bietoline.

    Ingredienti

    • pesce sciabola (io avevo il pesce intero, che ho poi dovuto sfilettare ma se andate in pescheria potete chiedere dei filetti già puliti)
    • bietoline da lessare
    • succo di 2 limoni
    • 1 limone a fettine
    • 1/2 bicchiere di vino
    • mix di semi oleosi (lino, zucca, girasole)
    • olio di oliva

    Preparazione

    Se avete il pesce spatola intero dovrete impegnarvi a creare dei filetti della lunghezza di circa 10-12 cm. Quindi metteteli a marinare nel succo dei 2 limoni ed un poco di acqua per circa 1 ora.

    Nel frattempo scottatele bietoline. Mi raccomando, giusto una scottata in quanto poi termineranno la cottura in forno. Scolatele, strizzatele bene e mixatele con un poco di semi oleosi.

    Passata l’ora di marinatura (non buttate il liquido di marinatura, servirà per la cottura), prendete i vostri filetti di spatola, adagiateli su un tagliere e metteteci sopra le vostre bietoline.

    Avvolgete i filetti formando degli involtini e fermateli con un paio di stecchini ciascuno in modo che non si aprano in cottura.

    Mettete a questo punto i vostri involtini dritti in una teglia da forno nella quale andate a mettere il liquido di marinatura e 1/2 bicchiere di vino. Adagiate su ogni involtino una rondella di limone (servirà non solo ad insaporirli ma anche ad evitare che si secchino troppo)

    Infornate a 180 gradi per circa 15 minuti

    Sfornate, impiattate e servite!

    E buona cena..light e gourmet!

  • BACCALA’ AL FINOCCHIETTO E CIPOLLE DI TROPEA

    baccalà

    Un secondo piatto gustoso, prelibato, leggero questo baccalà al finocchietto cotto al forno. Ideale per una cena gourmet e non solo

    Il problema di quando si è a dieta? Credere che si possa mangiare sempre e solo pollo alla piastra o merluzzo al vapore! Niente di più sbagliato. Basta solo qualche accortezza nei metodi di cottura e grassi aggiunti, ed anche a dieta si possono realizzare piatti molto invitanti. Questo baccalà al finocchietto e cipolle di tropea ne è l’esempio.

    Ingredienti (per 2 persone)

    • 400 gr di baccalà fresco dissalato
    • cipolle rosse di tropea
    • Finocchietto
    • pepe nero
    • 1/2 bicchiere di vino

    Preparazione

    Prendete il vostro baccalà tagliato in tranci. Mettetelo a marinare con un poco di acqua e 1/2 bicchiere di vino e giratelo più volte in modo che si insaporisca. Tenetelo a marinare per circa 30 minuti.

    Nel frattempo tagliate le cipolle rosse di tropea a fettine sottili.

    Terminata la marinatura, mettete il baccalà in una teglia ricoperta da carta da forno e poggiatevi sopra le cipolle.

    Cuocete per circa 2 minuti a 170 gradi.

    A questo punto aggiungete il pepe ed il finocchietto e continuate la cottura per altri 10 minuti circa (le tempistiche variano soprattutto in base allo spessore dei tranci).

    Il vostro baccalà al finocchietto e cipolle di tropea è pronto per essere servito , condito soltanto con un filo di olio a crudo.


    Altre ricette per un secondo a base di pesce? Provate questo FILETTO DI PERSICO LIMONE E POMODORINI o questi MUFFIN SALATI AL PESCE PERSICO E BIETA, giusto qualche idea tratta dalla mia galleria di ricette per rendere più vari i vostri piani alimentari

  • FILETTO DI PERSICO LIMONE E POMODORINI

    PERSICO

    A dieta solo merluzzo al vapore? Certo che no. Ecco un modo veloce e gustoso di mangiare un pesce magrissimo come il pesce persico

    Se credete che stare a dieta significhi mangiare sempre e solo pollo alla piastra e merluzzo al vapore vi sbagliate. Potete cucinare il pesce in tanti modi, purchè non facciate fritti e soffritti, non aggiungiate salse inutili e decisamente grasse, usiate olio solo a fine cottura. Per il resto sbizzarritevi e cercate di dare sapore ai vostri piatti con spezie ed erbe aromatiche, ma anche con il limone come in questo caso e dei dolci pomodorini pachino.

    Ingredienti per 2 persone

    • 400 gr di pesce persico
    • 3 limoni bio
    • pomodorini
    • erba cipollina
    • pepe
    • olio

    Preparazione

    Mettete in una padella il succo di due limoni e mezzo e la buccia grattugiata di un limone bio. Riponete nella padella anche il persico ed iniziate la cottura con coperchio e a fuoco medio basso.

    Irrorate il filetto di tanto in tanto con il succo del limone. Procedete con la cottura per circa 8-10 minuti.

    Mentre il filetto cuoce, tagliate i pomodorini a cubetti piccoli ed aggiungeteli alla padella insieme a metà limone tagliato in piccoli spicchi.

    Terminare la cottura con il coperchio e solo una volta impiattato aggiungete le spezie ed un filo di olio di oliva.

  • FILETTO DI NASELLO CON DADOLATA DI VERDURE

    nasello

    Per una cena leggera ma sfiziosa, ecco il filetto di nasello con dadolata di verdure. Un piatto sano e gustoso pronto in pochi minuti

    Supponiamo avete del nasello congelato, delle verdure miste, arrivate tardi la sera a cena e non sapete cosa fare. Niente paura. In pochi minuti potete preparare un piatto sano e gustoso come questo. Ottimo anche però se avete ospiti a cena, per realizzare una cena a base di pesce veloce, semplici… ed anche economica.

    Ingredienti

    • 1 scalogno 
    • 250 gr di peperoni rossi e gialli
    • 1 pomodoro
    • 2 cucchiai di olive nere
    • 1 cipolla rossa 
    • 1 zucchina
    • 1 bustina di zafferano 
    • 400 gr di filetti di nasello 
    • pepe
    • prezzemolo
    • erba cipollina

    Procedimento

    Versa in un tegame lo scalogno tritato, i peperoni tagliati a dadini e la zucchina tagliata a rondelle. Unisci una presa di pepe, prezzemolo tritato, il  pomodoro a dadini, le olive nere ed una bustina di zafferano. Mescola bene, versa 2 cucchiai di acqua calda e cuoci per 10 minuti.

    A parte, cuoci alla griglia la cipolla e cuoci al vapore i filetti di nasello (anche surgelato). Una volta cotto, mettilo nella padella con le verdure, la cipolla grigliata a spicchi e fai insaporire per 2 minuti a tegame coperto.

    Servi caldo o tiepido con erba cipollina e magari qualche crostino di pane tostato.

  • POLPETTE DI FAGIOLI, TONNO E VERDURE

    fagioli

    Polpette di fagioli con tonno e verdure, un secondo piatto davvero gustoso ed originale. Un modo diverso di portare in tavola le classiche polpette

    Quando si parla di polpette si pensa ovviamente a quelle classiche, con carne macinata ed arricchite da parmigiano, patate, uova… Certo sono gustose, ma guardate cosa si è inventata una mia paziente usando gli ingredienti che aveva a disposizione: delle sfiziose polpette con tonno, fagioli e verdura. Tanto ricche e complete da poter essere considerate quasi un piatto unico. Vediamo come prepararle.

    Ingredienti

    • Tonno al naturale sgocciolato
    • fagioli cannellini lessi
    • zucchine, peperoni, melanzane
    • 50 gr di pangrattato integrale
    • sale e pepe q.b
    • olio di oliva

    Procedimento

    Cuocete le verdure al vapore e mettetele una parte nel minipimer. Aggiungete i fagioli cannellini, una scatoletta di tonno piccola al naturale e 30 g di pangrattato integrale. Formate quindi le vostre polpette ed usate i restanti 20 grammi per impanarle. Disponete le vostre polpette su una teglia rivestita di carta forno ed infornate a 180° per 15 minuti.

    Servite tiepide insieme a alle restanti verdure che avevate precedentemente cotto al vapore e che potrete condire con un buon cucchiaio di olio di oliva

  • PALOMBO AL FORNO CON POMODORINI E OLIVE

    palombo

    Il palombo al forno è un secondo piatto saporito, leggero e di facile realizzazione. Per una cena gustosa, economica, adatta a tutta la famiglia.

    Il palombo è un piccolo squalo non pericoloso per l’uomo. Viene venduto a tranci e vanta la caratteristica di avere carni magrissime, totalmente prive di colesterolo. Per questo è adatto per chi segue diete ipocaloriche o per chi deve tenere sotto controllo e livelli di colesterolo. Il palombo è un pesce piuttosto economico ed adatto anche a chi non ama i pesci con le spine in quanto il palombo ne è totalmente privo ed ha solo un nervo centrale. Si cucina molto semplicemente. Può essere fatto grigliato, arrosto, fritto… o al forno, come in questo caso.

    Ingredienti 

    • trancio di palombo 500 gr circa
    • pomodori ciliegini 500 gr
    • olive nere denocciolate, 2 cucchiai
    • pangrattato q.b
    • aglio
    • origano
    • olio, sale e pepe

    Procedimento

    Prendete un bel trancio di pesce, lavatelo ed asciugatelo.

    Preparate in una ciotola l’impanatura, mettendovi il pangrattato, l’olio, uno spicchio d’aglio tritato fino, sale e pepe.

    Passate i tranci di palombo nell’impanatura e disponeteli quindi in una teglia precedentemente ricoperta di carta da forno.

    Lavate quindi anche i pomodorini e divideteli a metà. Sgocciolate le olive e disponetele quindi insieme ai pomodorini nella pirofila attorno al pesce. irrorate con un leggero fio d’olio e spolverizzate con un poco di origano ed infornate a 180 °C per circa 30 minuti.

    Sfornate e servite con delle bruschette di pane e della verdura fresca o lessa.

     

    (immagine tratta da http://www.agrodolce.it/ricette/palombo-al-forno/)

     

  • POLPETTE DI TONNO E ZUCCHINE

    polpette tonno e zucchine

    Cercate qualcosa di sfizioso per cena? Preparate le polpette di tonno e zucchine, semplici e veloci, e davvero gustose.

    Queste polpette sono un’idea per tutti quelli che vogliono mangiare in modo sano senza però rinunciare ai piaceri della tavola, e quindi a piatti invitanti e sfiziosi. Pochi e semplici ingredienti combinati in modo tale da renderli buoni ed invitanti non solo per chi è a dieta ma anche per tutta la famiglia. Potete mangiarle calde, ma anche fredde, accompagnate con della fresca insalata. Le polpette di tonno e zucchine potrebbero essere anche un buon sistema per far mangiare la verdura anche ai più piccoli. Non resta che accendere il forno e provare.

    Ingredienti per le polpette

    • tonno al naturale circa 150 gr  (se non lo gradite al naturale potete usare quello all’olio di oliva avendo cura di sgocciolarlo bene)
    • 2 zucchine grandi
    • circa 120 gr di pangrattato
    • prezzemolo
    • sale e pepe q.b.

    Ingredienti

    Pulite le zucchine e tagliatele a cubetti.  Lessatele ed una volta cotte scolatele e schiacciatele con una forchetta in modo che perdano tutta l’acqua .

    Mettete le zucchine schiacciate in una ciotola insieme al  tonno,al prezzemolo, al pan grattato, sale e pepe ed amalgamate bene il tutto.

    Fate le polpettine e disponetele su una teglia ricoperta da carta da forno.

    Infornate a 180 °C per 30 minuti circa ed ecco fatto.

    Servite le polpette con dell’insalata fresca o altre verdure di stagione, ed accompagnate con del pane integrale.

     

    (immagine tratta da http://www.blogboccabuona.com/2015/03/polpette-di-zucchine-e-tonno.html

  • PESCE SPADA AL CARTOCCIO

    Cartoccio-di pesce spada con-zucchine-e-pomodorini

    Come preparare il pesce spada in modo che conservi sapore ed umidità? La cottura al cartoccio fa il caso vostro

    La cottura al cartoccio unisce in sé i vantaggi della cottura al forno e di quella al vapore.  E’ semplice, pratica, versatile, consente di cucinare senza aggiungere grassi. Il vapore che si crea all’interno del cartoccio ben chiuso infatti scioglie i grassi, cuocendo gli alimenti senza disidratarli. I liquidi che fuoriescono, insieme agli aromi ed eventuali condimenti aggiunti formano un cremina in cui il cibo completa la sua cottura, per un risultato profumato e invitante. Vediamo come usarla per la cottura del pesce spada.

    Ingredienti

    • 2 fette di pesce spada
    • 2 zucchine
    • pomodori ciliegino
    • sale
    • pepe
    • aglio
    • prezzemolo
    • menta
    • olive nere
    • olio evo

    Lavare le zucchine e tagliarle a pezzetti. Metterle quindi in una padella antiaderente e farle cuocere con dell’acqua. Aggiungere i pomodorini e la menta spezzettata.  Potete aggiungere anche della salsa ciliegino, in base al gradimento. Lasciate cuocere ancora qualche minuto. Prendete quindi 2 pezzi di carta da forno, bagnateli ed adagiatevi i due pezzi di pesce spada (uno per ogni pezzo di carta da forno). Salate (poco!) e pepate entrambe le parti e poi cospargete  le due fette di pesce spada con un trito di prezzemolo ed aglio. Disponete le verdure precedentemente scottate intorno ai due tranci di pesce spada. Aggiungete qualche oliva e quindi chiudete la carta da forno ripiegando bene i bordi in modo che non si aprano durante la cottura. Mettete i cartocci s una teglia da forno e cuocete a 180 ° per 10 minuti circa. Servite direttamente nel cartoccio 🙂

  • SPIGOLA ALL’ACQUAPAZZA

    spigola

    La spigola all’acquapazza, un piatto classico, saporito ed invitante. Veloce e semplice da preparare, ottimo sia a pranzo che a cena

    La spigola all’acqua pazza è una ricetta originale dei pescatori di Ponza, è un piatto semplice, leggero e digeribile. La spigola (o branzino) è un tipo di pesce piuttosto pregiato, dalla carne saporita, ottimo e raffinato da proporre a pranzo e a cena.

    Ingredienti per 4 persone:

    • 1 spigola da circa 1,5 kg già eviscerata
    • 300 gr di pomodorini
    • 2 spicchi d’aglio
    • 1 bicchiere di vino bianco
    • Prezzemolo fresco
    • Peperoncino
    • Sale
    • Olio Extra Vergine di Oliva


    Preparazione:

    Squamate la spigola con la lama di un coltello, poi sfilettatela con un coltello ben affilato
    Lavate bene i filetti di pesce ed  i pomodorini e tagliate questi ultimi in quattro parti.
    Prendete una padella capiente, metteteci aglio e pomodorini e aggiungete anche il vino.  Abbassate la fiamma, coprite e lasciate cuocere per 5 minuti. Aggiungete i filetti di pesce con la parte della pelle in basso. Salate (poco!) ed aggiungete il peperoncino, poi coprite nuovamente e fate cuocere per circa 20 minuti.
    Completate con il prezzemolo fresco tritato finemente, olio d’oliva e servite.

    E buon appetito!!