• CUORI DI MERLUZZO SAPORITI

    cuori di merluzzo

    La dieta dice pesce? Provate allora i cuori di merluzzo saporiti, come rendere gustoso anche un pesce spesso insipido e triste

    Una delle difficoltà maggiori della dieta sta nel saper portare in tavola dei piatti che pur essendo light siano comunque appetibili e gustosi. Quando tristi infatti la dieta rischia di diventare monotona e noiosa con il rischio che venga presto abbandonata. Questi cuori di merluzzo saporiti ne sono un esempio. In più sono semplicissimi da preparare e poichè anche l’occhio vuole la sua parte ho cercato di renderli anche carini. Allora via a preparare questo delizioso piatto, che potete proporre a tutta la famiglia. Speriamo che anche i più piccoli riescano ad apprezzare!

    Ingredienti per 2 persone

    • 400 gr di cuori di merluzzo
    • fagiolini
    • pachino
    • basilico
    • limone (succo e scorza)
    • pepe
    • olio
    • aglio

    Preparazione

    Più facile a farsi che a dirsi. Innanzi tutto dovete lessare i fagiolini. Potete usare tranquillamente quelli congelati mase li avete freschi tanto meglio. Una volta lessati, ripassateli in padella con l’aggiunta dei pachino e di un paio di spicchi d’aglio. Non mettete olio, giusto un goccio di acqua per evitare che si attacchino ma considerate che ci saranno già i pachino a fare un pò di succo.

    In un’altra padella poi lessate con un pò d’acqua ed il succo di 1/2 limone i cuori di merluzzo.

    Una volta cotti metteteli in una ciotolina. Aggiungete i fagiolini al pomodoro tagliati a pezzetti, qualche foglia di basilico anch’essa spezzettata, la scorza di 1/2 limone fatta a listarelle, pepe, olio, ed ecco fatto.

    La vostra ciotolina con cuori di merluzzo saporiti è pronta per essere servita accompagnata da crostini di pane integrale tostato per completare il piatto.

    E buona serata a tutti!


    Altre ricette con il merluzzo? Provate le polpette di merluzzo e cavolfiore oppure filetti di merluzzo gratinato. Queste e tante idee per rendere gustoso anche un pesce così semplice.

  • TORTINO DI ALICI GRATINATE AL FORNO

    tortino di alici

    Le alici, un pesce ottimo a basso costo. Provatelo in questa semplice ricetta per fare il pieno di omega tre

    Le alici (o acciughe) sono un pesce molto diffuso in tutto il Mediterraneo, nell’Atlantico e nel Baltico. Appartiene alla categoria del pesce azzurro, con la quale condivide forma, dimensione e colore del corpo. Come tutto il pesce azzurro anche le alici sono una fonte incredibile di omega 3, oltre che di calcio, ferro, fosforo e selenio e proteine. In quanto ricche di omega tre hanno effetti molto positivi per la nostra salute. Ricordo infatti che gli omega tre sono grassi polinsaturi essenziali (ovvero che dobbiamo assumere necessariamente con l’alimentazione) che fanno parte della categoria dei cosiddetti grassi buoni. Essi contribuiscono al mantenimento della funzione cardiaca e cerebrale, dei normali livelli di trigliceridi, alla normale capacità visiva e pressione del sangue, sono dei potenti antinfiammatori con effetti benefici anche per contrastare le malattie autoimmuni. Non per ultimo, si è visto che gli omega tre hanno anche un effetto antitumorale. Ed allora via, a preparare questa gustosa ricetta non solo per il piacere della tavola ma anche per far bene alla nostra salute!

    Ingredienti per 4 persone

    • 1/2 kg di alici
    • Pomodorini
    • Olio extra vergine d’oliva
    • Pangrattato
    • Prezzemolo
    • Sale q.b.

    Preparazione

    Pulite le alici togliendo la testa e le interiora, poi la lisca lasciando intera l’alice e sciacquate velocemente sotto acqua fredda. Mettere su carta assorbente e asciugate il pesce.

    Prendete una teglia da forno bassa, versate un filo d’olio extra vergine d’oliva sulla superficie e posizionate le alici aperte a raggiera. Cospargete con un poco di pangrattato, olio, la metà dei pomodorini tagliati in 8 e del prezzemolo. Formate un altro strato di alici e conditele con gli stessi ingredienti ed una leggera macinata di sale.

    Cuocete in forno caldo ventilato a 200 gradi per 10 minuti circa ed ecco fatto, il vostro sformato di alici è pronto per essere servito e gustato tiepido.

  • MERLUZZO CON FUNGHI ED OLIVE TAGGIASCHE

    merluzzo

    Il merluzzo vi sembra un piatto insapore? Allora diamogli un pò di tono come in questa versione con funghi ed olive taggiasche

    Che bello quando la sera arrivo a casa e trovo la cena pronta! Come questa, che mi ha preparato il mio compagno in una di quelle sere in cui rientro a casa tardi dal lavoro. A me basterebbe un piatto molto più semplice e veloce ed invece… lui mi coccola un pò! Sono fortunata. Bene, ma passiamo al piatto. AL mio compagno piace molto cucinare e da quando ci conosciamo ha rivoluzionato anche lui la sua cucina adattandola al mio modo di pensare. Non poteva essere altriemnti! E così questo merluzzo al forno è stato preparato in maniera del tutto light! Semplici e pochi ingredienti, senza aggiunta di grassi in cottura. Così sentirete il vero sapore del pesce, ed il vero sapore degli alimenti senza coprirli con grassi ed intingoli. Provate per credere

    Ingredienti per 2 persone

    • 400 gr di merluzzo fresco
    • pachino
    • funghi misti (noi avevamo quelli congelati con funghi porcini)
    • olive taggiasche
    • pepe
    • timo

    Preparazione

    Tutto molto semplice.

    Iniziate dando una scottata ai funghi, mettendoli semplicemente in padella con un poco di acqua. Mi raccomando, non dovete cuocerli del tutto: termineranno la cottura in forno.

    In una ciotolina preparate il condimento del vostro merluzzo con i pachino tagliati a pezzetti, le olive taggiasche ed i funghi precedentemente scottati in padella. Aggiungete pepe e timo.

    Adagiate il merluzzo in una teglia ricoperta da carta forno e metteteci sopra il condimento. Aggiungete 1/2 dito di acqua per non fare attaccare i vostri filetti. Coprite il tutto con un altro foglio di carta forno in modo che non diventi tutto troppo asciutto ed infornate a 180° per circa 30 minuti, ma ricordate che il tempo di cottura dipende dallo spessore dei vostri filetti. Proseguite la cottura per altri 5 minuti senza la carta forno ed ecco fatto.

    Il vostro merluzzo è pronto per essere servito e gustato ben caldo.

    Volete un’altra ricetta che renda il vostro merluzzo saporito? Provate i cuori di nasello con dadolata di verdure (il sapore del nasello è molto simile a quello del merluzzo) oppure il merluzzo al forno gratinato. Sono solo un paio di esempi tratti dal mio blog

  • SPIGOLA ALL’ACQUAPAZZA

    spigola

    La spigola all’acquapazza, un piatto classico, saporito ed invitante. Veloce e semplice da preparare, ottimo sia a pranzo che a cena

    La spigola all’acqua pazza è una ricetta originale dei pescatori di Ponza, è un piatto semplice, leggero e digeribile. La spigola (o branzino) è un tipo di pesce piuttosto pregiato, dalla carne saporita, ottimo e raffinato da proporre a pranzo e a cena. Io lo adoro anche semplicemente al limone, con qualche spezia ed erba aromatica. Magari con del pepe, limone, prezzemolo ed erba cipollina. Ma è molto gustoso anche in questa versione più saporita, ma comunque adatta anche a chi, come me, bada sempre alla linea.

    Ingredienti per 4 persone:

    • 1 spigola da circa 1,5 kg già eviscerata
    • 300 gr di pomodorini
    • 2 spicchi d’aglio
    • 1 bicchiere di vino bianco
    • Prezzemolo fresco
    • Peperoncino
    • Sale
    • Olio Extra Vergine di Oliva


    Preparazione:

    Squamate la spigola con la lama di un coltello, poi sfilettatela con un coltello ben affilato.

    Lavate bene i filetti di pesce ed  i pomodorini e tagliate questi ultimi in quattro parti. Notate bene, se non siete capaci di sfilettare il pesce potete acquistare i filetti freschi oppure usare anche quelli congelati. Vi assicuro che son buonissimi lo stesso.

    Prendete una padella capiente, metteteci aglio e pomodorini e aggiungete anche il vino.  

    Abbassate la fiamma, coprite e lasciate cuocere per 5 minuti. Aggiungete i filetti di pesce con la parte della pelle in basso.

    Salate (poco!) ed aggiungete il peperoncino, poi coprite nuovamente e fate cuocere per circa 20 minuti.

    Completate con il prezzemolo fresco tritato finemente, olio d’oliva e servite.

    E buon appetito!!

    E se siete amanti del pesce ma ne mangiate poco perchè non sapete come cucinarlo, vi propongo un’altra ricetta saporita ma anche semplice da preparare, i filetti di persico al limone. Sani, saporiti, golosi ma soprattutto pronti in 15 minuti e senza alcuno sforzo.

  • CUORI DI NASELLO CON DADOLATA DI VERDURE

    nasello

    Per una cena leggera ma sfiziosa, ecco i cuori di nasello con dadolata di verdure. Un piatto sano e gustoso pronto in pochi minuti

    Supponiamo avete del nasello congelato, delle verdure miste, arrivate tardi la sera a cena e non sapete cosa fare. Niente paura. In pochi minuti potete preparare un piatto sano e gustoso come questo. Ottimo anche però se avete ospiti a cena, per realizzare una cena a base di pesce veloce, semplice ed anche economica. Se poi invece avete più tempo e soprattutto avete modo di acquistare dei cuori o filetti di nasello (o merluzzo) freschi ben venga. Il pesce fresco è di certo più buono.

    Ingredienti

    • 1 scalogno 
    • 250 gr di peperoni rossi e gialli
    • qualche pachino
    • 2 cucchiai di olive verdi
    • 1 zucchina
    • 1 bustina di zafferano 
    • 400 gr di cuori o filetti di nasello 
    • pepe
    • prezzemolo
    • erba cipollina

    Procedimento

    Versate in un tegame lo scalogno tritato, i peperoni tagliati a dadini e la zucchina tagliata anch’essa a dadini circa della stessa dimensione in modo che cuociano in maniera uniforme.

    Unite poi una presa di pepe, prezzemolo tritato, i pachino, le olive verdi ed una bustina di zafferano. Io ne ho usate due in quanto ho fatto una dadolata in abbondanza da poter mangiare poi nei giorni successivi!

    Mescolate bene, versate un pò d’acqua calda e cuocete a fiamma viva e con il coperchio per 25-30 minuti circa.

    A parte, cuocete in padella i cuori di nasello (anche surgelato) semplicemente con un pò d’acqua insaporita con pepe ed erba cipollina.

    A questo punto potete impiattare direttamente i vostri filetti di nasello così come la caponata oppure mettere i filetti nella padella con la caponata un paio di minuti per farli insaporire e quindi impiattare.

    Servite caldo o tiepido con erba cipollina e magari qualche crostino di pane tostato.

    E se volete altre idee veloci sempre a base di pesce allora provate anche un semplicissimo filetto di tonno alla piastra o il persico al limone ed erbe aromatiche.

  • FUNGHI RIPIENI DI PLATESSA ALLO ZAFFERANO

    funghi platessa

    I funghi ripieni di platessa sono un secondo piatto sfizioso ma allo stesso tempo leggero. Adatto anche a chi segue diete ipocaloriche.

    Come spesso dico ai miei pazienti, anche con ingredienti semplici è possibile fare piatti invitanti…perchè anche l’occhio vuole la sua parte 🙂 !!! I funghi ripieni di platessa sono ottimi se avete ospiti a cena o semplicemente se siete stanchi del solito, triste, pesce al vapore!

    Ingredienti:
    • 6 funghi champignons di media grandezza
    • 2 filetti di platessa
    • prezzemolo
    • uno spicchio d’aglio
    • olio extra vergine di oliva
    • 1 bustina di zafferano

    Per prima cosa pulite i funghi, staccate il gambo e svuotate leggermente le cappellle. Quindi tritate insieme i gambi e la polpa che avete eliminato. Passate in padella il trito insieme allo spicchio d’aglio e un filo d’olio. Nel frattempo in un altra padella antiaderente cuocete i filetti di platessa con un poco d’olio (per una cucina ancora più leggera potete cuocere i filetti al vapore o usare acqua al posto dell’olio) e il prezzemolo tritato. A questo punto unite i filetti di platessa, i gambi e la polpa precedentemente tritati in un mixer in modo da ottenere una massa omogenea. Aggiustate di sale (poco!) e pepe e in ultimo aggiungete una bustina di zafferano precedentemente sciolta in un cucchiaio di acqua tiepida.

    Farcite le cappelle dei funghi con il composto e infornate a 180° per 15-20 minuti.

    Potete usare anche altri tipi di pesce, come sogliola o merluzzo, anche surgelati.

    Buon appetito!!!

    Se volete approfondire le proprietà dei funghi tornate al mio articolo di qualche giorno fa cliccando qui

  • PALOMBO AL FORNO CON POMODORINI E OLIVE

    palombo

    Il palombo al forno è un secondo piatto saporito, leggero e di facile realizzazione. Per una cena gustosa, economica, adatta a tutta la famiglia.

    Il palombo è un piccolo squalo non pericoloso per l’uomo. Viene venduto a tranci e vanta la caratteristica di avere carni magrissime, totalmente prive di colesterolo. Per questo è adatto per chi segue diete ipocaloriche o per chi deve tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. Il palombo è un pesce piuttosto economico ed adatto anche a chi non ama i pesci con le spine in quanto il ne è totalmente privo ed ha solo un nervo centrale. Si cucina molto semplicemente. Può essere fatto grigliato, arrosto, fritto, ma è ottimo anche al forno, come in questo caso. Qui con pomodorini ed olive ed una leggera panatura di pangrattato è davvero un piatto gustoso.

    Ingredienti 

    • trancio di palombo 500 gr circa
    • pomodori ciliegini 500 gr
    • olive nere denocciolate, 2 cucchiai
    • pangrattato q.b
    • aglio
    • origano
    • olio, sale e pepe

    Procedimento

    Prendete un bel trancio di pesce, lavatelo ed asciugatelo.

    Preparate in una ciotola l’impanatura, mettendovi il pangrattato, l’olio, uno spicchio d’aglio tritato fino, sale e pepe.

    Passate i tranci di palombo nell’impanatura e disponeteli quindi in una teglia precedentemente ricoperta di carta da forno.

    Lavate quindi anche i pomodorini e divideteli a metà. Sgocciolate le olive e disponetele quindi insieme ai pomodorini nella pirofila attorno al pesce. irrorate con un leggero fio d’olio e spolverizzate con un poco di origano ed infornate a 180 °C per circa 30 minuti.

    Sfornate e servite con delle bruschette di pane e della verdura fresca o lessa.

    Ed ancora, per gli amanti dei pesci senza spine, avete mai provato il persico? Provatelo in questa versione con pomodorini e limone, uan vera delizia.

  • POLPO SU CREMA DI SEDANO E ZUCCHINE

    polpo

    Un secondo piatto prelibato questo polpo su crema di sedano e zucchine, per una cenetta light ma elegante e raffinata.

    Volete preparare una cena a base di pesce ma siete stanchi del solito pesce al forno con patate? Allora provate qualcosa di diverso, come questi tentacoli di polpo cotti alla piastra su crema di zucchine e sedano. Davvero semplicissimo da preparare e farete un’ottima figura!

    Ingredienti (per due persone circa)

    • 400 gr di polpo
    • 2 zucchine
    • 1 gambo di sedano
    • pepe
    • olio

    Preparazione

    La parte un pò più delicata di questa ricetta è sicuramente la preparazione del polpo che, se non trattato in modo adeguato, può risultare un poco duro. Essenziale è quindi utilizzare ingredienti freschi, direi freschissimi!

    Sbattete il polpo con un batticarne o simili e nel frattempo portate a bollore una pentola piena d’acqua. Immergete e tirate fuori dall’acqua velocemente i tentacoli, in modo che si arriccino un pò prima di immergerli completamente e farli cuocere per circa 30 minuti.

    Nel frattempo dedicatevi alla preparazione della crema. Lessate le due zucchine una decina di minuti, scolatele e frullatele con frullatore ad immersione insieme al gambo di sedano, un cucchiaio di olio ed un poco di pepe. Non sarà necessario aggiungere acqua in quanto le zucchine ne contengono già molta.

    Scolate il polpo ora e passate i tentacoli su una piastra circa 5 minuti per lato. Se la vostra crema si è raffreddata, scaldatela un poco al microonde oppure sul fornello e versatela sui piatti.

    Adagiatevi quindi il vostro polpo cercando di rendere elegante anche l’impiattamento e quindi servite.

    Accompagnate con del pane integrale tostato e buon appetito a tutti.

    Vi è piaciuta la ricetta? Allora provate anche questa insalata di polpo e pomodorini, uno sfizioso antipasto o insalata estiva

  • PERSICO AL LIMONE ED ERBE AROMATICHE

    persico

    Una cena semplice pronta in 30 minuti. Il filetto di persico al limone ed erbe aromatiche. Quando non si sa che fare ma non si vuole rinunciare alla linea

    Il persico è un pesce che amo molto. Oltre ad essere molto magro, si presta a molte preparazioni grazie al suo sapore delicato ed ai filetti carnosi, ed in più è senza spine (cosa non da poco!). Lo uso per fare primi piatti come nel caso di queste TROFIE INTEGRALI PERSICO ZUCCHINE E POMODORINI oppure delle soffici vellutate come questa VELLUTATA DI CIME DI RAPA E PERSICO. Insomma non me lo faccio fuggire, specie quando lo trovo in offerta (anche se devo dire è comunque piuttosto economico). Allora provatelo in questa variante con limone ed erbe aromatiche (anche queste un grande aiuto in cucina per evitare di usare il sale!).

    Ingredienti per 2 persone

    • 300 gr circa di filetto di persico
    • limone bio
    • erba cipollina
    • pepe
    • basilico al limone (se lo avete)

    per il contorno:

    • broccoli
    • pachino
    • aceto di mele

    Preparazione

    Semplicissima. Mettete i filetti di persico in una padella insieme ad un poco d’acqua, il succo di un limone (anche due!), la scorza di un limone bio tagliata a striscioline. Aggiungete anche le erbe aromatiche, sia sopra i filetti che nel succo di cottura. Mettete il coperchio alla vostra padella e lasciate andare a fuoco medio.

    Dopo circa 5-8 minuti togliete il coperchio ed irrorate i vostri filetti con il liquido di cottura usando un cucchiaio. In alternativa basterà girarli per farli cuocere ed insaporire su entrambi i lati. Tuttavia in questo modo si rischia di romperli. Per questo io spesso non li giro. Mettete di nuovo il coperchio e portate a fine cottura per altri 5 minuti circa.

    Per il contorno invece lessate prima i broccoli ridotti a cimette per circa 8 minuti. Devono rimanere duretti. Poi trasferiteli in una padella. Aggiungete i pachino tagliati a pezzetti, una bella irrorata di aceto di mele, accendete il fornello, mettete il coperchio e fate insaporire tutto una decina di minuti girando di tanto in tanto.

    A questo punto è tutto pronto. Impiattate i filetti di persico alle erbe aromatiche aggiungendo anche una spolverata di pepe nero. Affiancate una porzione (ca. 250 gr) di broccoli ripassati, un giro di olio di oliva e la cena è pronta (tutto in 30 minuti!).

  • FILETTO DI ORATA CON PACHINO E LIMONE

    orata

    Un semplice secondo piatto decisamente light ma gustoso e saporito. Ecco come valorizzare i già buonissimi filetti di orata

    L’orata è un pesce di mare dalle carni pregiate e quasi prive di lische che si presta a numerose preparazioni gastronomiche. E’ un pesce magro, con circa 100 Kcal per 100 gr, con una percentuale di grassi totali pari a circa il 2%, privo di carboidrati e ricco di proteine ad elevato valore biologico. Inoltre, l’orata contiene una buona dose di omega tre, i cosiddetti grassi buoni in quanto amici del nostro sistema cardio-circolatorio. Tutto questo rende l’orata un ottimo alleato della nostra salute, e della nostra dieta!

    Personalmente la adoro anche semplice semplice, al forno magari, ma qui ho voluto darle un tocco in più, condendola con un sughetto di pachino dolcissimi e limone.

    Ingredienti per 2 persone

    • 300 gr di filetti di orata
    • una decina di pachino
    • 2 limoni
    • pepe
    • erba cipollina
    • olio di oliva

    Preparazione

    La procedura è semplice, ma il risultato è sicuro.

    Tagliate i pachino a fettine o pezzetti e mettetelo in una padella. Tagliate un limone a fettine e mettete anch’esse in padella con i pachino ed il succo del limone rimasto. Aggiungete infine i filetti di orata. Io ho usato i filetti di orata congelati, ma se avete quelli freschi ben venga!

    Accendete il fuoco e lasciate cuocere una decina di minuti con il coperchio, giusto il tempo di far cuocere i filetti di orata. Se a fine cottura vedete che c’è ancora troppo liquido, levate il coperchio ed alzate il fuoco.

    Impiattate i vostri filetti e terminate con un pò di pepe nero, erba cipollina ed un filo di olio di oliva a crudo. Io ho aggiunto poi della verza lessata e ripassata in padella solo con un pò di aceto di mele e pomodorini. Un pò di pane integrale tostato e la cena è servita