• PIZZA DI CAVOLFIORE

    pizza

    Voglia di una cena sfiziosa? Provate questa pizza…non pizza! Ha l’aspetto di una pizza ma è light come un…cavolo! Piacerà a grandi e piccoli.

    La pizza di cavolfiore è una particolare pietanza che della pizza ha solo l’aspetto! Infatti la base, anzichè che con acqua e farina, è realizzata con il cavolfiore e pangrattato. E’ una finta pizza, adatta a chi è a dieta, ai celiaci (se al posto del pangrattato di usa un poco di farina di riso), ed è un modo per far mangiare la verdura anche ai più piccoli. Qui vi propongo la ricetta per una “pizza” margherita, ma potete condire la vostra base di cavolfiore come preferite. Provate ad esempio prosciutto e mozzarella oppure tonno e pomodoro!

    Ingredienti per la  base
    • 1 cavolfiore  bianco (circa 700 gr)
    • 40 gr di pane integrale grattato
    • 2 albumi
    • sale
    • noce moscata da grattugiare
    Ingredienti per il condimento
    • salsa di pomodoro
    • origano
    • 1 mozzarella
    • origano
    • olio
    • sale

    Procedimento 

    Pulite il cavolfiore e dividetelo a cimettte.

    Mettete le cimette in un mixer e tritatele. Trasferite le cimette tritate in una ciotola ed aggiungete gli albumi, il  pan grattato, sale e noce moscata e quindi amalgamate  bene

    Spostate il composto su uno stampo ricoperto di carta forno e appiattitelo e pressatelo con le mani.

    Fate cuocere la pizza in forno statico preriscaldato a 200° per circa 30 minuti (a 180° per 20 minuti se forno ventilato).

    Nel frattempo preparate il vostro condimento. In una ciotola versate la passata di pomodoro, olio, sale ed origano. Tagliate a fettine la mozzarella facendola scolare bene.

    Quando la base sarà cotta sfornatela, distribuitevi sopra la passata di pomodoro e le fettine di mozzarella. Quindi infornate di nuovo in forno statico preriscaldato a 200° per 10-15 minuti (oppure ventilato a 180° per 8-10 minuti).

    Lasciate intiepidire e servite la vostra pizza!

  • ZUPPA DI CECI E CAVOLO NERO

    zuppa di ceci e cavolo nero

    Zuppa di ceci e cavolo nero, per scaldare le giornate più fredde mangiando sano e sempre  con gusto. Provatela con dei crostini di pane tostato

    Il cavolo nero è uno dei protagonisti dell’inverno. Forse meno conosciuto e meno usato dei classici cavolfiori o broccoli, ma non per questo meno buono o benefico. Infatti è ricco di Vitamina C, calcio e vitamina K. Contiene Vitamina A ed E, ed è quindi  un potente antiossidante in grado di contrastare l’invecchiamento cellulare. E’ un ottimo antitumorale ed antinfluenzale, favorisce la digestione ed è utile per la salute del cuore in quanto tiene bassi i livelli di colesterolo cattivo LDL. Vediamo quindi come poterlo portare in tavolo per beneficiare delle sue proprietà con questa zuppa di ceci e cavolo nero.

    Ingredienti

    • 400 gr di cecci lessati (o 140 gr circa di ceci secchi)
    • 250 gr di cavolo nero
    • 1 cipolla
    • 1 spicchio d’aglio
    • rosmarino
    • 500 ml circa di brodo vegetale (o acqua)
    • olio extra vergine di oliva
    • sale
    • pepe

    Preparazione 

    Se state utilizzando i ceci secchi, metteteli in ammollo 12 ore prima della preparazione della zuppa. Quindi lessateli un paio d’ore fino a che non risulteranno morbidi. Una volta cotti, frullatene una metà aggiungendo un poco di acqua o brodo vegetale.

    Pulite il cavolo nero e scegliete le foglie più tenere. In una pentola capiente mettete quindi l’aglio, la cipolla, la carota tagliata a tocchetti, un paio di cucchiai di olio, il rosmarino e parte del brodo vegetale (l’olio non deve soffriggere). Aggiungete infine il cavolo nero tagliato a striscioline. Mescolate e fate cuocere 5 minuti circa.

    Appena il cavolo sarà tenero aggiungete i ceci interi e quelli frullati ed il resto del brodo vegetale (decidete voi la quantità da aggiungere in base a quanto volete che la vostra zuppa sia brodosa). Mescolate e lasciate cuocere altri 5 minuti.

    Spegnete il fuoco, aggiustate di sale e pepe e servite la zuppa ben calda magari accompagnandola con del pane tostato.

  • BROCCOLI: PERCHE’ MANGIARLI

    broccoli

    I broccoli sono i principi delle tavole autunnali ed invernali. Ricchi in vitamine, fibre e minerali i broccoli godono di  proprietà  antitumorali, antiossidanti e non solo. Sono ottimi sia crudi che cotti, ma sempre meglio scegliere cotture brevi per evitare di disperderne i nutrienti. 

    I broccoli, coltivati per lo più in Europa, appartengono alla famiglia delle crocifere. Ne esistono molte varietà ma tutte hanno una caratteristica in comune: il loro odore quando li cuociamo! L’odore è  dovuto ai composti dello zolfo di cui i broccoli sono ricchi e che conferiscono loro proprietà anticancro. Ma vediamo più nel dettaglio le loro proprietà e benefici.

    Proprietà dei broccoli

    Dal punto di vista nutrizionale, i broccoli sono alimenti molto poco calorici con le loro 27 Kcal per 100 gr. 100 gr di prodotto contengono :

    • Acqua 88, 30 g
    • Carboidrati 4,5 g
    • Zuccheri 4,5 g
    • Proteine 4,30 g
    • Grassi 0,5 g
    • Colesterolo 0 g
    • Fibra totale 3,3 g

    I broccoli sono ricchi di sali minerali, specialmente calcio, ferro, fosforo, e potassio. Contengono anche vitamina Cvitamina B1 e B2, fibra alimentare (per questo sono indicati in caso di stitichezza) e sulforafano, una sostanza  che previene la crescita di cellule cancerogene. Inoltre sono una buona fonte di acidi grassi del tipo omega-3 e omega-6.

    Benefici dei broccoli
    1. Funzione anti-ossidante: nei broccoli sono presenti degli ottimi antiossidanti come la vitamina C e il beta-carotene.  Studi medici hanno anche rivelato che un adeguato consumo aiuta a rafforzare le difese immunitarie e a combattere l’Helicobacter pylori, un batterio molto resistente che colonizza la mucosa gastrica provocando gastriti ed ulcere.
    2. Funzione antitumorale: i broccoli contengono sulforafano, una sostanza  che previene la crescita di cellule cancerogene ed impedisce il processo di divisione cellulare con conseguente apoptosi (morte della cellula). Protegge dai tumori intestinali, polmonari e del seno.
    3. Super nutriente:  per la sua ricchezza in calcio e  ferro non può mancare soprattutto sulle tavole dei vegani e vegetariani.
    4. Funzioni  anti-infiammatorie: i broccoli contengono isotiocianati e kaempferolo, ottimi anti-infiammatori naturali. Sono quindi utili per combattere artrite e patologie cardiache.
    5. Contrasto del colesterolo: le fibre solubili presenti nei broccoli permettono al corpo di eliminare il colesterolo.
    6. Contrastano la ritenzione idrica, come la maggior parte dei vegetali.
    7. Amici dell’intestino: anche questo grazie alla ricchezza in fibre.
    8. Rinforzo per le ossa: i broccoli contengono calcio e vitamina K, che rinforzano l’apparato scheletrico e limitano le malattie degenerative.
    9. Aiuto per la dieta: le fibre consentono di controllare l’assorbimento degli zuccheri ed il loro livello nel sangue.
    10. Detox: nei broccoli sono presenti fitonutrienti come la glucorafanina, la gluconasturtina e la glucobrassicina, che aiutano il corpo ad espellere tossine e agenti contaminanti
    Controindicazioni

    Come tutti gli ortaggi appartenenti alla famiglia delle crocifere, i broccoli interferiscono sull’assorbimento dello iodio. Per questo motivo è sconsigliabile mangiare grandi quantità di cavoli e broccoli per chi soffre di problemi legati alla tiroide.

    Come cucinarli

    Come per tutte le verdure anche il broccolo sarebbe bene che venisse cucinato il meno possibile in modo da conservarne le proprietà. In linea generale sarebbe preferibile la cottura al vapore, magari aggiungendo all’acqua un cucchiaino di aceto bianco in modo che l’odore sprigionato durante la cottura risulti meno acuto.

    Possono  essere consumati in moltissimi modi. Si prestano alla preparazione di vellutate ed hummus, zuppe, sformati, possono essere usati per condire primi piatti, ma si accompagnano benissimo anche a secondi sia di carne che di pesce.

    Alcuni esempi? Polpette di broccoli e ricotta come già visto in questi giorni, o un semplicissimo primo piatto: pennette integrali con broccoli e salmone.

    Seguitemi per altre gustose ricette! 🙂