• FETTA AL LATTE CASALINGA

    Fetta al latte fatta in casa, una merenda per i più piccoli, gustosa e genuina che non ha nulla da invidiare a quelle del supermercato!

    Chi mi segue sa che sono contraria a merendine e dolciumi confezionati. Questi infatti presentano una lista degli ingredienti lunghissima, sono ricche di zuccheri, grassi, conservanti, spesso coloranti. Insomma tanti ingredienti che certo non avremmo mai trovato nel “ciambellone della nonna”. E allora  vi propongo la versione casalinga della classica kinder fetta al latte. Per uno spuntino, una merenda, una colazione dolce ma sana. Sono certa che i più piccoli apprezzeranno ma chissà che non possa diventare anche il vostro spuntino preferito!

    Allora via, non resta che provare la vostra fetta al latte casalinga!

    Per l’impasto
    • 2 albumi
    • 15 gr cacao amaro
    • 40 gr farina d’avena
    • Mezzo cucchiaino di lievito per dolci
    • 4 cucchiai di latte vaccino o di riso
    Per la farcitura
    • 100 gr di Yogurt grec0
    • Aroma di vaniglia
    • 1 cucchiaio di miele
    Procedimento

    In una ciotola unire cacao amaro, farina d’avena e lievito e mescolare. Aggiungere quindi gli albumi, il latte e con una frusta mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciare riposare alcuni minuti. Scaldare una padella antiaderente  e ungerla e quindi cuocere l’impasto. Mentre le fette al latte si freddano, mescolare a parte gli ingredienti della farcitura. Farcire…e gustare!

    Che ve ne pare? Se la ricetta vi è piaciuta allora vi propongo qualche altro “dolcetto” che sembra un dolce ma che in realtà è un semplicissimo spuntino da poter gustare anche tutti i giorni a dieta e no. Provate ad esempio le coppette con mousse di fragole o magari la versione extra light del classico tiramisù!

  • MELANZANE ALLA PARMIGIANA LIGHT

    parmigiana

    Voglia di melanzane alla parmigiana ma pensate “non posso, sono a dieta? Nessun problema, questa version light è adatta anche a voi!

    Quando si parla di melanzane si pensa subito alla classicissima parmigiana. Certo è che la ricetta tradizionale è tutt’altro che leggera. Questa versione invece prevede che  le melanzane siano grigliate anziché fritte,  per rendere il piatto più dietetico ma comunque molto saporito.

    INGREDIENTI

    • melanzane 
    • pomodori pelati
    • mozzarella
    • basilico, q.b.
    • olio extravergine d’oliva
    • sale e pepe, q.b.

    PROCEDIMENTO
    Tagliate le melanzane a fette di circa 1 cm di spessore. Salatele leggermente e disponetele in un colapasta per perdere l’acqua di vegetazione per circa un’ora.*

    Scolatele e tamponatele con un canovaccio quindi riscaldate una griglia ed arrostitele.

    Schiacciate grossolanamente i pomodori pelati, unite l’olio, un po’ di sale e pepe e qualche foglia di basilico spezzettata.

    In una teglia di circa 20 x 15 disponete a strati le melanzane, seguite da qualche cucchiaio di pelati, e pezzetti di mozzarella. Continuate fino ad esaurimento degli ingredienti. Terminate con altri pomodori pelati.

    Infornate a 180 °C per circa 15 minuti. Sfornate, fate riposare una decina di minuti e servite.

    *Questo passaggio può essere omesse se usate melanzane tonde violette oppure se, anziché usare una griglia per la cottura, userete una padella antiaderente.  Dovrete mettere sul fuoco una padella molto larga e bassa: quando sarà molto calda, scottare le fettine di melanzane senza aggiungere condimento. Le melanzane andranno cotte circa 2 minuti per lato a fiamma viva. Dopodiché, abbassare la fiamma, coprire con il coperchio e continuare la cottura per altri 5 minuti.

  • SPAGHETTI ZUCCHINE E PHILADELPHIA

    PHILADELPHIA

    Un semplicissimo ma goloso primo piatto questi spaghetti di Philadelphia e zucchine, che son certa piacerà a tutta la famiglia.

    Una delle problematiche di chi segue la dieta è il dover fare (o meglkio, pensare di dover fare) due cucine diverse per sè stessi e per il resto della famiglia. Ma se, usando gli ingredienti previsti dai vostri piani alimentari, riuscite a relaizare piatti gustosi, sono sicura che anche il resto della famiglia non disdegnerà di mangiare come voi! Ed ecco qua che, starete tutti “a dieta”, e voi non dovrete fare due cucine diverse.

    Provate allora questi spaghetti integrali con spaghetti di zucchine e philadelphia. Tanto semplici quanto gustosi, e cremosi! E piaceranno a tutti, grandi e piccoli, a dieta e no!

    Ingredienti per 4 persone circa

    • 250 gr di spaghetti integrali
    • 4 zucchine medie
    • 200 gr di philadelphia
    • pepe

    Preparazione

    Un piatto pronto davvero in 10 minuti, Tanto il tempo di far cuocere la pasta.

    Mentre l’acqua bolle preparate le vostre zucchine a spaghetto. Potete usare per realizzare gli spaghetti uno strumento semplicissimo tipo pelapatate ma con dei dentini, che trovate in tutti i supermercati, come questo.

    Mettete le zucchine in una pentola e cuocetele con un poco d’acqua. Vi giuro che basteranno 5 minuti.

    Aggiungete pepe e philadelphia e, se occorre, un poco di acqua di cottura della pasta.

    fate amalgamare il tutto, aggiungete i vostri spaghetti ed ecco fatto!

    Gli spaghetti zucchine e Philadelphia sono pronti per essere gustati. Solo una raccomandazione, occhio a non fare il bis!

    Siete amanti dei piatti cremosi? Allora provate le mezze maniche integrali con crema di zucca e feta o il riso integrale con crema di zucca e speck croccante. Queste e tante altre ricette vi aspettano nel mio blog!

  • SPAGHETTI CON SUGO DI NASELLO E PACHINO

    nasello

    Un delizioso primo piatto che piacerà a tutta la famiglia. Gli spaghetti con nasello e pachino, un piatto semplice ma saporito.

    Un primo piatto così semplice che non ha bisogno di spiegazioni. Semplice si ma saporito e gustoso al tempo stesso. La prova che non bisogna essere degli chef che portare in tavola qualcosa di leggero ma che allo stesso tempo appaghi il palato. Gli spaghetti con nasello e pomodorini freschi sono un primo piatto assolutamente light, a base di un pesce, il nasello, molto magro e ricco in proteine. E’ per questo che non manca mai nei piani alimentari dei miei pazienti. Ma certo, son consapevole che il nasello cotto semplicemente al vapore è un poco insipido ed insapore ed è per questo che dobbiamo cercare di renderlo più appetitoso, anche se pur sempre light. Qui ve lo propongo come condimento di un buon piatto di spaghetti ed insaporito da olio di oliva, pomodori ed un poco di peperoncino.

    Ingredienti per 2 persone circa

    • 160 gr di spaghetti integrali
    • 300 gr di filetti di nasello
    • pachino freschi
    • passata di pomodoro
    • olio di oliva
    • pepe
    • peperoncino
    • 1 spicchio di aglio
    • basilico secco

    Preparazione

    In una padella mettete i pachino tagliati a 1/2 insieme ad un goccio d’acqua. Aggiungete uno spicchio di aglio, basilico secco, pepe, peperoncino ed accendete il fuoco. Lasciate andare qualche minuto ed aggiungete poi un pò di passata di pomodoro. Fate insaporire bene ed aggiungete poi i vostri filetti di nasello (potete usare quelli freschi oppure quelli congelati ma in questo caso fateli prima scongelare).

    In pochissimi minuti il nasello sarà cotto.

    Nel frattempo scolate gli spaghetti ancora al dente, versateli nella padella con il vostro sughetto e mantecate per far amalgamare bene tutti i sapori.

    Amalgamato il tutto impiattate e servite!

    E se volete provare il nasello come portata principale provatelo così, cuori di nasello con dadolata di verdure e non vi sembrerà di stare a dieta!

  • PASTA FREDDA CON SALMONE

    pasta fredda

    Un primo piatto davvero gustoso questa pasta fredda con salmone e sughetto di verdure crude. Semplice, veloce, sfiziosa è un ottimo piatto freddo estivo

    Questa pasta fredda con salmone è un piatto davvero gustoso. Il condimento di verdura e salmone è totalmente senza cottura, ideale quindi per evitare di dover accendere i fornelli nelle giornate più calde, se non per cuocere la pasta ovviamente. La preparazione è semplicissima, vi occorreranno ingredienti freschi ed un frullatore. Preparate la pasta in anticipo per poterla gustare fredda! Ma se preferite è un piatto che si presta bene ad essere mangiato anche caldo se volete preparare un sughetto sui fornelli. Allora non serve altro che mettersi all’opera, vi assicuro, è deliziosa.

    Ingredienti per 2 persone

    • ca. 120 gr di pasta integrale (io ho usato gli gnocchetti sardi ma se preferite sono ottime anche le farfalle integrali rigate)
    • 1 peperone giallo
    • 1 cipolla
    • 3 pomodori medi (o una quindicina di pachino)
    • una decina di foglie di basilico
    • salmone al naturale 200 gr
    • pepe
    • olio

    Preparazione

    Semplicissima davvero.

    Prendete il peperone, privatelo della calotta esterna ed asportate la parte centrale con i semi e gran parte delle nervature bianche. Tagliatelo in pezzi e mettetelo nel frullatore.

    Pulite anche la cipolla, dividetela in 4 parti e mettete anch’essa nel frullatore.

    Fate lo stesso con i pomodori. Aggiungete infine le foglie di basilico, il pepe e tritate il tutto.

    Nel frattempo cuocete la pasta e scolatela al dente. Aggiungetevi il condimento ed il salmone al naturale sgocciolato benissimo. terminate con una spolverata di pepe, e qualche foglia di basilico fresco per decorare. Un giro di olio di oliva ed il pranzo è pronto.

    E se avete preparato dell’olio aromatizzato al basilico, secondo la mia ricetta, perchè non usarlo per condire questa pasta? Sarà ancora più sfiziosa

  • MERLUZZO IN COCOTTE

    merluzzo

    Stanchi del solito merluzzo? Allora provate il merluzzo in cocotte, gustoso ed invitante, perchè anche l’occhio vuole la sua parte!

    Ecco, il merluzzo è un pesce ideale per chi è a dieta. Poverissimo di grassi e ricco di proteine buone, si adatta ottimamente ai piani alimentari di chi deve perder peso o semplicemente vuole star leggero. Tuttavia, di per se, non ha un sapore deciso, è molto delicato e se non cucinato semplicemente al vapore, non sempre è ben gradito. Ecco che cerco di darvi delle idee per renderlo più gustoso anche se sempre light! Come questa per esempio, in cui non solo il merluzzo sarà ben saporito, ma anche ben presentato… perchè i piatti vanno mangiati anche con gli occhi!

    Ingredienti per 2 persone

    • cipolla
    • 400 gr di cuori di merluzzo
    • passata di pomodoro
    • farina integrale q.b
    • 1 cucchiaio di capperi
    • 10 olive

    Procedimento

    “Soffriggere” in acqua la cipolla e quindi toglierla dalla padella. Nella stessa padella mettere il merluzzo tagliato a cubetti e infarinato. Far cuocere un pochino poi aggiungere la passata di pomodoro con un mestolo di acqua e rimettere insieme la cipolla.

    Aggiungere a questo punto un cucchiaio di capperi e qualche oliva.

    Lasciar cuocere per un 25 minuti a fiamma bassa ed impiattare, magari uin una bella ciotolina come in questo caso.

    Gustare e… poi deliziosa e rigorosa scarpetta, magari con del pane integrale fatto in casa!

    Altra idea per cucinare il vostro merluzzo? Provatelo gratinato come in questa ricetta o con funghi ed olive taggiasche come in questa, una vera bontà!

  • FALAFEL DI CECI CON MAIONESE DI LUPINI

    falafel

    Un secondo piatto vegan davvero gustoso questi falafel di ceci. Accompagnati da una buona maionese poi, sono super appetitosi

    Per una cenetta vegana, o semplicemente per portare in tavola sapori nuovi, vi propongo questi falafel che altro non sono che gustose polpette realizzate con ceci tritati e molte spezie. Una ricetta della tradizione Araba che prevede la frittura di queste pepite di ceci che qui invece vengono cotte al forno per rendercele decisamente più leggere. La maionese di lupini poi le rendere ancora più morbide ed appetiuitose

    Ingredienti

    • 200 gr di ceci secchi
    • 1 spicchio di aglio
    • 1 cipolla tritata
    • 1 cucchiaino di cumino
    • prezzemolo
    • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
    • farina q.b
    • semi di sesamo 2 cucchiai
    • curry e peperoncino (facoltativi)

    Preparazione

    Mettete a bagno una notte 200 gr di ceci essiccati. Passata la notte poi scolateli e lessateli. Alcune versioni prevedono di usare i ceci semplicemente messi in ammollo, senza cottura ma se li cuocete saranno più morbidi e le polpette meno asciutte. Aggiungete 1 cipolla tritata, 1 spicchio d’aglio , 1 cucchiaino di cumino e prezzemolo. Aggiungete ancora 1 cucchiaio di farina (vanno benissimo la farina di riso, di grano saraceno o anche la farina di seitan o semplicemente farina integrale), 1/2 cucchiaino di bicarbonato e 2 cucchiai di semi di sesamo e poi frullare bene il tutto fino ad ottenere una pasta asciutta ed omogenea. Potete aggiungere se volete anche del curry e un pò di peperoncino.

    Modellate e pressate le vostre polpette. Mettetele su una teglia ricoperta da carta forno e cuocete in forno statico a 200 gradi per 35 minuti circa.

    Sfornate e servite calde, ma anche fredde sono buonissime accompagnate da una deliziosa maionese di lupini.

  • PIZZA A LUNGA LIEVITAZIONE

    pizza a lunga lievitazione

    Buona come quella della pizzeria, soffice e con tante “bolle” e soprattutto digeribile. Provate la pizza a lunga lievitazione!

    La pizza fatta in casa vi risulta sempre troppo dura e piatta? E quella della pizzeria invece è poco digeribile? Vorreste una pizza soffice, con tante “bolle” d’aria come quella delle pizzerie napoletane ma al tempo stesso facilmente digeribile? Allora dovete provare questa, a lunga lievitazione. Sarà veramente una prelibatezza. Ma quale è il tempo di lievitazione? ben 48 ore! Ma se non avete tempo di farla lievitare così tanto non temete, anche con una lievitazione classica questa pizza sarà buona lo stesso, magari meno soffice ma buona lo stesso!

    Ingredienti

    • 250 gr farina 1
    • 250 gr farina integrale
    • circa 370 gr di acqua
    • 100 gr di pasta madre oppure mezzo cubetto di lievito
    • un cucchiaino di miele
    • un pizzico di sale

    Procedimento

    Preparato l’impasto in modo che risulti molto idratato. Impastate bene e, per una pizza dalla riuscita ottimale, preparatelo addirittura un paio di giorni prima della consumazione. Lasciatelo poi lievitare in frigo. Sarà quindi una lievitazione estremamente lenta ma è proprio questo che renderà la pizza molto digeribile e soffice.

    Una volta terminata la lievitazione infarinate la teglia, metteteci sopra l’impasto molto idratato e stendete. Ungetevi le mani o infarinatele per far si che l’impasto non vi rimanga tutto attaccato alle mani!

    Lasciate lievitare un’altra oretta nella teglia, condite e cuocete.

    Forno a 220 gradi per 12 minuti. Poi aggiungete la mozzarella (se la vostra pizza lo prevede) e di nuovo in forno per 3-4 minuti.

    E la vostra pizza è pronta!

    E se non siete stati previdenti non temete, 4-5 ore di lievitazione sono sufficienti.

    Volete provare una variante? Ecco la pizza fatta in casa allora! Ricetta leggera tutta da provare!

  • POLENTA CON ASPARAGI E FRUTTI DI MARE

    polenta

    Voglia di polenta?? Anche a dieta si può. E così ecco dalla tavola dei miei pazienti per un ottimo piatto domenicale

    Spessissimo i miei pazienti mi chiedono se a dieta si può mangiare la polenta. Certo che si rispondo! Se si rispettano le dosi previste dai piani alimentari e si usano condimenti consentiti la polenta si può mangiare anche tutti i giorni. Tra l’altro si trova in vendita anche quella integrale e chi mi conosce sa quanto io spinga per ilo prediligere le farine non raffinate a quelle raffinate. Ed allora oggi la polenta la proviamo nella versione mare e monti, con asparagi e frutti di mare. Semplice e veloce ma super buona… anche a dieta!

    Ingredienti per 2 persone circa

    • 150 gr di polenta istantanea
    • 300 gr di frutti di mare
    • asparagi
    • aglio
    • peperoncino
    • basilico
    • olio
    • vino bianco 1/2 bicchiere
    • pepe

    Procedimento

    Mettete in una padella aglio, peperoncino, basilico ed un po’ d’ acqua.

    Fate scaldare un po’, quindi togliete l’aglio e mettete gli asparagi tagliati a cubetti. fate passare circa 5 minuti e poi aggiungete il pesce. Altri 10 minuti in modo che gli asparagi si lessino ed il pesce si cuocia.

    Ed il condiemento della polenta è pronto.

    Ora cuocete la polenta semplicemente seguendo le istruzioni che trovate sulle confezioni.

    Impiattate e condite con il vostro preparato mari e monti. Un giro d’olio, una spolverata di pepe ed ecco fatto. Il pranzo è pronto.

    E se se siete alla ricerca di altre ricette da poter portare in tavola nelle vostre domeniche a dieta, allora provate gli spaghetti allo scoglio! E si, anche a dieta potete, come sempre rispettando dosi e metodi di cottura. Oppure ancora la parmigiana di zucchine, e non vi sembrerà di stare a dieta.

  • CARCIOFO SALATO RIPIENO DI ZUCCHINE PROSCIUTTO E PRIMOSALE

    carciofo salato

    Una gustosa torta salata questo carciofo salato ripieno. Buono come un rustico, leggero come una pizza integrale…ma occhio al condimento!

    Altro non è che una sfiziosissima torta salata questo carciofo ripieno. tuttavia come potete notare la “sfoglia” è decisamente più light rispetto a quelle classiche, che prevedono l’uso del burro e latte in alcune versioni. Questa base invece è molto più simile all’impasto della pizza, con l’aggiunta delle uova. Le kcal di questo pasto dipenderanno poi ovviamente dal ripieno. Per un piatto light optate per un ripieno di verdure e prosciutto o verdure e formaggi light tipo ricotta o mozzarella, o magari funghi e prosciutto. Insomma, a voi la scelta per farcire questo carciofo salato che, in ogni caso, sarà comunque buonissimo.

    Ingredienti

    • 2 uova
    • 500 g di farina
    • 200 g di pasta madre o 1/2 cubetto di lievito
    • Un bicchiere di acqua
    • Un pizzico di sale e pepe
    • 80 g olio di semi

    Per il ripieno:

    • zucchine a julienne
    • prosciutto cotto
    • un poco di primosale

    Procedimento

    Fate l’impasto come fosse pizza e fate lievitare circa due ore. Stendetelo col mattarello e metterci sopra il ripieno che preferite. In questo caso abbiamo usato zucchine prosciutto e primosale ma potete usare qualsiasi ripieno. Ovviamente in base alle vostre scelte questo carciofo salato sarà più o meno light!

    Fate a questo punto delle striscioline alte circa 5 cm ed arrotolatele una ad una.

    Mettete poi le striscioline ottenute (o meglio gli involtini) su un tegame leggermente infarinato dove le farete lievitare altre 2 ore circa.

    Per finire infornate a 180 gradi per 25-30 minuti ed ecco fatto. Il vostro carciofo è pronto!

    Volete un’altra idea sfiziosa per i vostri sabati sera? Allora non avete che l’imbarazzo della scelta sfogliando il blog, ma vi consiglio questa: la torta salata con pasta matta, ed anche a dieta i vostri sabato sera saranno super golosi.