• MELAGRANA: STRAORDINARIO ANTIOSSIDANTE

    melagrana

    Melagrana e succo di melagrana contro ipertensione, infiammazioni e colesterolo alto

    Il frutto del melograno, o melagrana, è tipico della stagione autunnale ed è un un vero toccasana per la nostra salute. La parola melagrana deriva dal latino “punica granatum” che significa “frutto dai molti semi” e rappresenta uno dei più antichi frutti conosciuti, desiderato da tutti per le sue salutari qualità. Ad oggi il melograno cresce ed è coltivato nelle zone mediterranee dell’Europa e dell’Asia, ma anche del Nord America.

    Calorie e Valori nutrizionali

    La melagrana è un frutto poco calorico. Infatti apporta appena 65 Kcal per 100 gr. Inoltre, per 100 gr di prodotto, troviamo:

    • Acqua 77,93 g
    • Proteine 1,67 g
    • Grassi 1,17 gr
      • di cui saturi 0,12 g
      • colesterolo 0 g
    • Carboidrati 18,7 g
      • di cui zuccheri 13,7 gr
    • Fibre 4 g

    L’indice glicemico del frutto è 35, ovvero basso.

    Il frutto è ricchissimo di flavanoidi, composti chimici naturali dal forte potere antiossidante in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare. Oltre ai flavanoidi la melagrana contiene anche vitamina A, E, C anch’esse con forte potere antiossidante. E’ ricca anche di sali minerali importanti come il manganese, il potassio, lo zinco, il rame e il fosforo.

    Melagrana: le proprietà benefiche

    Grazie alla ricchezza in flavanoidi, la melagrana è ritento un frutto dalle proprietà antitumorali. In particolare sono stati rilevati effetti contrastanti il tumore al seno e alla prostata. Inoltre le antocianine contenute nel succo di melagrana sono in grado di svolgere un’azione protettiva nei confronti dei danni da raggi UV, una delle cause principali del cancro alla pelle.

    La melagrana protegge il cuore. Infatti rafforza i vasi sanguigni ed agisce come anticoagulante abbassando la pressione ed il rischio di aterosclerosi.

    Abbassa il colesterolo nel sangue, in particolare il colesterolo cattivo LDL aumentando quello buono HDL.

    Il contenuto di ferro presente nella melagrana aumenta i livelli di emoglobina nel sangue e aiuta a ridurre l’anemia.

    Il succo di melagrana sembra inoltre essere in grado di contrastare l’Alzheimer.

    Il potassio e l’acqua di cui la melagrana è ricca lo rendono un alimento utile per depurare l’organismo e per stimolare la diuresi.

    Il succo di melograno rafforza il sistema immunitario, aiuta a combattere la cistite e depura il fegato.

    La melograna poi  è utile contro i disturbi gastrici e parassiti intestinali, come il cosiddetto verme solitario.I semi, sminuzzati e preparati come decotto, aiutano a combattere la diarrea.

    Anche i disturbi causati dalla menopausa sembrano  trarre buoni benefici dall’assunzione di succo di melograno.

    Melagrana alleata di bellezza

    Grazie agli antiossidanti e le vitamine presenti, il melograno rallenta i processi di invecchiamento cellulare e riduce l’iperpigmentazione, macchie di età e rughe. Per la sua efficacia nella cura estetica il melograno rientra in molti cosmetici per la pelle e i capelli.

    Controindicazioni

    Siccome l’assunzione di questo frutto abbassa la pressione sanguigna non bisogna consumarlo se si stanno assumendo farmaci per abbassare la pressione. Inoltre potrebbe interferire con alcuni farmaci, come le statine, come fa il succo di pompelmo.

    La melagrana: come si mangia?

    Dipende dai gusti! Si possono mangiare direttamente i chicchi conditi con del limone, o aggiungerli ad altra frutta. O ancora potete spremere la melagrana con un semplice spremiagrumi per ottenere il succo. Altri preferiscono aggiungere i semi alle insalate di cereali o insalate miste.

    Il succo è ottimo come aperitivo analcolico!

    Se non sapete come preparare o servire la melagrana, guardate questo tutorial 🙂

  • FUNGHI RIPIENI DI PLATESSA ALLO ZAFFERANO

    Funghi ripieni

    I funghi ripieni di platessa sono un secondo piatto sfizioso ma allo stesso tempo leggero. Adatto anche a chi segue diete ipocaloriche.

    Come spesso dico ai miei pazienti, anche con ingredienti semplici è possibile fare piatti invitanti…perchè anche l’occhio vuole la sua parte 🙂 !!! I funghi ripieni di platessa sono ottimi se avete ospiti a cena o semplicemente se siete stanchi del solito, triste, pesce al vapore!

    Ingredienti:
    • 6 funghi champignons di media grandezza
    • 2 filetti di platessa
    • prezzemolo
    • uno spicchio d’aglio
    • olio extra vergine di oliva
    • 1 bustina di zafferano

    Per prima cosa pulite i funghi, staccate il gambo e svuotate leggermente le cappellle. Quindi tritate insieme i gambi e la polpa che avete eliminato. Passate in padella il trito insieme allo spicchio d’aglio e un filo d’olio. Nel frattempo in un altra padella antiaderente cuocete i filetti di platessa con un poco d’olio (per una cucina ancora più leggera potete cuocere i filetti al vapore o usare acqua al posto dell’olio) e il prezzemolo tritato. A questo punto unite i filetti di platessa, i gambi e la polpa precedentemente tritati in un mixer in modo da ottenere una massa omogenea. Aggiustate di sale (poco!) e pepe e in ultimo aggiungete una bustina di zafferano precedentemente sciolta in un cucchiaio di acqua tiepida.

    Farcite le cappelle dei funghi con il composto e infornate a 180° per 15-20 minuti.

    Potete usare anche altri tipi di pesce, come sogliola o merluzzo, anche surgelati.

    Buon appetito!!!

    Se volete approfondire le proprietà dei funghi tornate al mio articolo di qualche giorno fa cliccando qui

  • HUMMUS DI ZUCCA E CECI

    Riscopriamo i sapori naturali ed autentici del cibo con questo hummus di zucca e ceci. Una ricetta semplice, sfiziosa e genuina.

    L’hummus di zucca è ideale in questo periodo in cui il freddo inizia a farsi sentire e la zucca fa da protagonista negli orti.

    Ingredienti

    • 250 g di ceci cotti
    • 250 g di zucca
    • 1 spicchio d’aglio
    • olio extra vergine di oliva
    • 2 cucchiaini di zenzero grattugiato
    • il succo di mezzo limone
    • peperoncino in polvere

    Procedimento

    Per la cottura della zucca vi sono due alternative. La prima prevede la cottura alla piastra, la seconda in pentola con aglio, olio e peperoncino. Personalmente consiglio il primo metodo in modo da evitare soffritti e aggiungere olio solo a crudo.

    Tagliare quindi la zucca a fette e grigliarla da ambo i lati su una bistecchiera calda. Disporre la zucca su un piatto e lasciarla intiepidire, quindi togliere la buccia e tagliare la polpa a cubetti.
    In un mixer unire i ceci con l’aglio e frullarli, quindi unire la zucca. Aggiungere il succo di mezzo limone, due cucchiai d’olio, zenzero grattugiato e peperoncino e azionare il mixer. Se necessario, regolare la consistenza con acqua, quindi assaggiare e aggiustare di sapore. Non deve essere troppo liscio, l’hummus deve risultare una crema rustica e densa. Trasferire l’hummus alla zucca in una ciotolina e decorare con un filo d’olio. Servire con del pane integrale tostato.

    (Immagine tratta da https://www.filippo-ongaro.it/hummus-ceci-zucca-zenzero/)

     

  • BOCCONCINI DI POLLO CON LA ZUCCA

    bocconcini di pollo con la zucca

    Un secondo piatto squisito, leggero e delicato: il pollo con la  zucca

    I bocconcini di pollo con la zucca sono un piatto molto semplice e veloce da preparare. Il pollo cotto in questo modo risulterà molto morbido e cremoso. Alla ricetta potete aggiungere spezie ed aromi in base ai vostri gusti. Ad esempio rosmarino oppure spezie come zenzero, cannella, curry, noce moscata, che sposano perfettamente il sapore della zucca. Avete solo da provare 🙂

    Ingredienti

    • Un petto di pollo di circa 500 gr.
    • 300 gr. di zucca già pulita
    • 1/2 cipolla
    • 1/2 bicchiere di vino secco
    • sale – olio evo

    Procedimento

    Per preparare i bocconcini di pollo con la zucca iniziate a tritare finemente la cipolla e tenetela da parte. Tagliate la zucca, già pulita, a cubetti e fate lo stesso con il petto di pollo.

    In un wok o pentola abbastanza capiente mettete la cipolla tritata finemente e fatela imbiondire con un pò d’olio e ed acqua (consiglio sempre di evitare i soffritti!)
    Unite il petto di pollo tagliato a piccoli pezzetti e cucinate per una decina di minuti. Aggiungete il vino e un pizzico di sale e continuate la cottura finché il vino non sarà evaporato.

    A questo punto unite la zucca precedentemente tagliata a pezzettini, aggiungete un bicchiere di acqua e ultimate la cottura a fuoco lento per altri 15 minuti, finché la zucca sarà cotta.

    Aggiustate di sale aggiungendo un filo di olio extra vergine d’oliva e servite!

     

  • ZUCCA AL FORNO AL ROSMARINO

    zucca al forno

    Per chi non è pratico con i fornelli, e per chi per la prima volta maneggia la zucca, la zucca al forno è una ricetta davvero banale!

    La zucca al forno può essere usata come ottimo contorno, la cottura al forno è semplice e veloce e non necessita di particolari accortezze.

    Ingredienti

    • Mezza zucca
    • Olio
    • Sale
    • Pepe
    • Rosmarino
    • Pangrattato

    Procedimento

    Tagliate la zucca a spicchi, privatela di semi e crosta e disponete le fette in una pirofila. Condire la zucca con sale (sempre poco…o anche senza sale! é buona lo stesso 🙂 ), pepe, rosmarino e olio e lasciar marinare per 15 minuti nella teglia. Nel frattempo accendere il forno a 200°. Spolverizzare con pangrattato e infornare a 180° per 10 minuti o comunque fino a quando la superficie non risulta dorata ma non bruciata. Servire subito, se necessario aggiungendo poco olio a crudo.

    La foto in evidenza è la zucca al forno di una mia amica 🙂 ! Ottimo aspetto 🙂

  • CAMBIO STAGIONE E DIETA: ALIMENTAZIONE PER AFFRONTARE L’INVERNO

    CAMBIO STAGIONE

    Dagli agrumi ai funghi, dall’aglio alla curcuma, come affrontare il cambio stagione per evitare carenze nutrizionali e rafforzare le difese immunitarie.

    L’autunno  è un periodo di transizione critico per il nostro organismo che dopo il caldo estivo deve prepararsi ad affrontare il freddo invernale. Il cambio stagione è proprio il momento in cui  dobbiamo rafforzare le nostre difese immunitarie per arrivare preparati e forti all’inverno. Un aiuto fondamentale  ci viene dal cibo.

    Una regola sempre valida è seguire un’alimentazione naturale, sana e varia in cui non dovrebbero mai mancare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno fresche e di stagione, ricche di vitamine e minerali molto utili al nostro organismo. In questo periodo assumere alimenti  ricchi di vitamina c, che aiuta il sistema immunitario a proteggerci dalle malattie oltre a rafforzare l’organismo. Largo  spazio quindi ad agrumi, kiwi, rucola, cavolfiori, broccoli  e spinaci.

    zucca

    Consumare spesso anche ortaggi giallo-arancio come zucca e carote, ricchi di betacarotene che con le sue proprietà antiossidanti, aiuta a contrastare l’insorgere delle infezioni, supporta l’azione dei linfociti T e contribuisce ad eliminare i radicali liberi contrastando l’invecchiamento cellulare.

    Portare in tavola  poi cereali integrali, legumi, semi oleosi, lievito fresco, germogli di frumento, ricchi di vitamine del gruppo B che hanno un’importante azione immunoprotettiva. Fa eccezione la vitamina B12 contenuta negli alimenti di origine animale.

    Un  vero antibatterico ed antibiotico naturale è l’aglio che grazie all’allicina in esso contenuta stimola la moltiplicazione delle cellule che si occupano di combattere le infezioni. Basterebbe uno spicchio al giorno per contrastare virus, batteri, e parassiti.

    Spesso sottovalutati, i funghi sono invece importanti immunostimolanti. Tra di essi, lo Shiitake, il Maitake ed il Reishi, funghi della tradizione giapponese considerati dei veri e propri medicinali naturali in grado di potenziare il sistema immunitario contro  infezioni e cancro. Sono acquistabili secchi nei negozi di alimenti naturali o sotto forma di integratori, da soli o abbinati tra loro.

    E non finisce qui

    curcuma

    Tra i rimedi naturali per rafforzare le difese immunitarie ricordo poi l’echinacea, consigliata in fitoterapia per prevenire le tipiche malattie da raffreddamento. Si può assumere sotto forma di estratto erboristico racchiuso in capsule, o di estratto secco da usare per preparare tisane. E poi la Rosa Canina, la pappa reale, il propoli, il ginseng, il miele, lo zenzero,  la curcuma.

    Altri consigli? Ridurre lo stress, praticare 30 minuti al giorno di attività fisica moderata, riposare il giusto e smettere di fumare…o almeno provarci!

     

  • POLLO ALLA CURCUMA POMODORINI E FUNGHI

    pollo curcuma pomodorini funghi

    Gli straccetti di pollo alla curcuma pomodorini e funghi sono un piatto saporito, completo, salutare, e realizzato con prodotti di stagione! Ottimi per una cena leggera ma sfiziosa.

    Gli straccetti di pollo alla curcuma pomodorini e funghi sono un piatto saporito, che unisce il profumo intenso e il sapore estremamente delicato  della curcuma, a quello più deciso dei funghi. Un piatto salutare che unisce le proprietà antitumorali della curcuma a quelle immunostimolanti dei funghi.

    Ingredienti:

    • petto di pollo tagliato sottile
    • farina integrale
    • curcuma
    • pomodorini ciliegino
    • funghi a scelta freschi
    • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
    • mezzo bicchiere di vino bianco
    • prezzemolo tritato per decorare

    Procedura

    Tagliare le fettine di pollo a listarelle ed infarinarle per bene. Far scaldare una padella antiaderente, aggiungere  gli straccetti di pollo infarinati e lasciarli dorare. Sfumare quindi con un poco di vino a fiamma vivace fino a che la parte alcolica non sia completamente evaporata. Quando la carne è dorata, aggiungere i pomodorini tagliati a pezzi ed i funghi freschi precedentemente lavati e tagliati a fettine sottili. Proseguire la cottura nel tegame coperto per altri 10 minuti. Alla fine della cottura aggiungere quindi la curcuma che così mantiene inalterate le sue proprietà.

    Decorare con prezzemolo tritato, un filo d’olio ed il piatto è pronto.

  • UOVA ALLA PIZZAIOLA

    uova

    Per una cena o un pranzo veloce, ma saporito e gustoso, le uova alla pizzaiola fanno il caso vostro. Saporite e gustose sono adatte anche ai vegetariani

    • 2 uova
    • 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
    • 1 spicchio di aglio
    • 400 g pomodoro a pezzettoni
    • 4 cucchiaini di parmigiano
    • origano secco e basilico fresco a piacere
    • sale e pepe q.b.

    Mettere in una padella antiaderente  i pomodori a pezzettoni, un po’ di salebasilico, aglio e tanto origano. Schiacciare i pezzettoni di pomodoro grossolanamente con una forchetta. Coprire e lasciar cuocere per circa 10 minuti a fiamma media: il sugo deve asciugarsi quasi del tutto. Fare un po’ di spazio nel sugo e versare il primo uovo poi ripetere per il secondo uovo. Coprire e far cuocere per un paio di minuti poi scoprire e aggiungere 2 cucchiaini di parmigiano  grattugiato su ciascun uovo, un altro pizzico di sale, pepe e un po’ di origano. Coprire e lasciar cuocere qualche altro minuto. Il tempo di cottura dipende da quanto volete che il tuorlo si rapprenda. Terminate con un filo d’olio di oliva a crudo, e con del pane integrale potrete anche fare una buona scarpetta 🙂 .

    Buon Appetito!

     

  • CROSTATA INTEGRALE CON SOLI ZUCCHERI DELLA FRUTTA

    crostata-integrale

    Fare una crostata senza burro e con soli zuccheri della frutta? Si può.

    Questa ricetta è stata elaborata seguendo i consigli del Prof. Berrino, epidemiologo  Direttore del Dipartmento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto dei Tumori di Milano che dice “Non c’è bisogno di zucchero per fare ottimi dolci” e secondo il quale lo zucchero e i dolcificanti artificiali andrebbe progressivamente  tolti dalla  nostra alimentazione, riabituandoci a sapori veri, sempre meno dolci. Questa crostata è preparata quindi con grano antico macinato a pietra, mandorle, succo di mela 100 % e uvetta. E farcita con mela cotta, mandorle, confettura di sole susine.

    Ingredienti

    • 250 gr di farina di grano tenero integrale
    • 100 gr di mandorle tostate e tritate
    • cannella in polvere (1/2 cucchiaino o a piacere)
    • buccia di limone grattugiato
    • 1/2 bustina di cremor tartaro (o in alternativa lievito per dolci)
    • un pizzico di sale
    • 3 cucchiai di olio extra-vergine di oliva
    • 4 cucchiai di uvetta
    • 250 cc di succo di mela

    per la farcitura: 

    • 3 mele
    • mandorle
    • confettura di sole susine

     

    Procedimento
    Unire l’uvetta al succo di mela in modo che l’uvetta si ammolli un po’ (bastano anche una decina di minuti).

    Tritare le mandorle e mescolare la farina integrale con quella ottenuta dalle mandorle tritate. Unire anche sale, cannella, buccia di limone grattugiato, cremor tartaro. Aggiungere l’olio, e il succo di mela (con l’uvetta). Amalgamare e, se opportuno, aggiungere altro succo di mela. Quando l’impasto è pronto, lasciarlo riposare per una mezz’oretta in frigo.

    Quindi, stendere con mattarello a formare un impasto tondo.

    A questo punto sistemare la pasta in una teglia (24 cm di diametro), bucherellare il fondo con una forchetta e procedere con la farcitura.

    Per la farcitura, si possono usare 3 mele cotte con un pizzico di sale, buccia di limone e cannella in un pentolino con coperchio, con fiamma bassissima, per circa 10 minuti.

    Quando le mele sono cotte, si possono unire alle mandorle ed alla confettura di sole susine.

    A questo punto, si può decorare a piacere. Con mandorle, pinoli, ecc.

    Lasciare cuocere per circa 30 minuti a 180 gradi.

     

     

  • TORTA INTEGRALE ALLO YOGURT

    Torta integrale

    La torta integrale allo yogurt  è un dolce semplice, gustoso, soffice e genuino grazie all’attenzione posta alla scelta degli ingredienti: farina integrale, yogurt magro, zucchero integrale di canna. Un modo per coccolarsi un po’ ma con un’occhio alla linea 😉

    Ingredienti

    • 200 gr di farina integrale
    • 3 uova
    • 100 gr di zucchero di canna integrale
    • 1 vasetto di yogurt magro
    • buccia grattugiata di 1 arancia
    • 50 gr di olio
    • vanillina
    • 1 bustina di lievito

    una tortiera del diametro di 24 cm

    Procedimento:

    Montate a lungo le uova con lo zucchero e la vanillina con un robot da cucina o uno sbattitore elettrico (per almeno 15 minuti) finché diventeranno una massa gonfia e spumosa. E’ importante che le uova con lo zucchero siano lavorate a lungo in modo da incorporare l’aria necessaria affinché il dolce venga davvero soffice e spugnoso.
    In una ciotola aggiungete alle uova montate lo yogurt, l’olio e la buccia grattugiata di un’arancia. Cominciate poi ad incorporare a poco a poco la farina, setacciata insieme al lievito, mescolando delicatamente con un cucchiaio.
    Versate il composto nello stampo ricoperto da carta da forno.
    Infornate a 175° , in forno già caldo, per circa 40 minuti.