• BISCOTTI ALL’ARANCIA CON GOCCE DI CIOCCOLATO

    biscotti all'arancia

    Voglia di biscotti fatti in casa? Allora provate questi biscotti all’arancia fatti in casa. Semplici sani e veloci e super golosi!

    Quante mamme ho tra le miei pazienti. E quante di loro nel fine settimana si dilettano a fare in casa dei dolci per i loro bimbi. Peccato che non sempre i dolci fatti in casa siano così sani come si può pensare. Spesso troppo zuccherosi, spesso troppo raffinati. E così, pur essendo migliori di quelli confezionati, sono pur sempre delle bombe caloriche. Ma… non è questo il caso. Ringrazio la mamma Alessandra per la ricetta di questi biscotti all’arancia. Semplici, assolutamente non zuccherosi, integrali. Insomma, cosa chiedere di più? Fateli anche voi per i vostri bambini, o magari mariti! O anche per voi, nessuno resterà deluso!

    Ingredienti

    • 1 uovo
    • 30g di zucchero
    • 100 g di arancia spremuta e la buccia gratta
    • 125 g di acqua
    • 375 gr di farina
    • mezza bustina di lievito
    • 50g di gocce di cioccolato

    Procedimento

    Nulla di complicato, come sempre del resto nelle ricette che vi propongo! Dovete innanzi tutto unire gli ingredienti liquidi. Sbattete quindi le uova con lo zucchero ed aggiungete l’acqua l’arancia spremuta. A questo punto aggiungete la farina, lo zucchero, la scorza dell’arancia il lievito e mescolate bene. Aggiungete anche le gocce di cioccolato e create un impasto compatto ma anche malleabile.

    Formate i vostri biscotti.

    Disponeteli quindi su una teglia rivestita da carta forno, spolverizzate con zucchero a velo e poi infornate a 180° per 15 minuti circa.

    Ed ecco fatto, i vostri biscotti all’arancia sono pronti.

    Gustateli a colazione con del latte o dello yogurt oppure, di tanto in tanto concedetevene uno dopo cena per appagare la vostra voglia di dolce!

    Volete provare dell’altro? Allora non potete non provare i cookies! Credo una delle ricette meglio riuscite del blog!

  • BOCCONCINI DI TACCHINO CON AGRETTI “RIPASSATI”

    agretti

    Il tacchino con gli agretti. Un’idea semplice e veloce per portare in tavola anche dei semplicissimi e spesso odiati bocconcini di tacchino

    Pollo e tacchino, nessuno sa mai come farli quando si è a dieta. sarebbe troppo semplice infatti farli panati e fritti, semplice si ma non certo dietetici. Ed allora ecco che servono idee per preparare dei secondi piatti a base di queste carni bianche semplici e molto magre che, se non cucinate in modo adeguato, rischiano di risultare asciutte ed insapori. Allora provate questi bocconcini di tacchino con agretti ripassati in padella con dei succosissimi pachino, per un secondo piatto light ma saporito. E tutta la famiglia potrà così mangiare leggero ma con con gusto!

    Ingredienti per 4 persone

    • 500 gr di petto di tacchino
    • 2 mazzi di agretti
    • una ventina di pachino
    • pepe
    • aglio
    • olio
    • 1/2 bicchiere di vino bianco

    Procedimento

    Prendete del buon tacchino e tagliatelo a bocconcini. Lasciatelo insaporire con pepe, un pizzico di sale, un poco di vino.

    Pulite gli agretti, sbollentateli giusto 4-5 minuti e poi ripassateli in padella con i pachino, uno spicchio d’aglio, un filino di olio

    In una padella a parte scottate il tacchino e poi aggiungete gli agretti ripassati.

    Fateli cuocere ancora insieme pochi minuti per far amalgamare bene i sapori ed ecco fatto.

    Il vostro tacchino è pronto.

    Ma se volete ancora un’idea allora questi bocconcini di pollo alla curcuma con pachino e funghi sono proprio da provare.

  • CONIGLIO CON CARCIOFI E CIPOLLOTTO

    coniglio carciofi e cipollotto

    Il coniglio, una carne bianca spesso dimenticata perchè difficile da preparare (si pensa!). Provate allora il coniglio con carciofi e cipollotto e vi ricrederete

    Carne bianca non è solo pollo e tacchino, ma anche coniglio, anche se spesso ce ne dimentichiamo. Vuoi perchè non è facile da trovare, vuoi perchè stiamo sempre più attenti a quello che portiamo a tavola ed il coniglio del supermercato non ci da molta fiducia, o vuoi perchè siamo convinti che sia una carne difficile da preparare, fatto sta che sempre più di rado lo trovo sulle tavole dei miei pazienti. In realtà però è una carne magra, dal sapore delicato, che si prepara facilmente. Se poi avete un vostro macellaio di fiducia che ve la possa procurare allora tanto meglio. Vi ho già dato qualche idea per preparare il coniglio, come questo alla cacciatora oppure il coniglio al pomodoro o con peperoni e cipolla. Oggi vi propongo invece il coniglio con carciofi e cipollotto. Un’altra idea semplice semplice per rendere appetibile anche una carne tanto magra.

    Ingredienti

    • 300 gr di coniglio disossato
    • 300 gr di cuori di carciofo
    • 1 cipollotto
    • 1/2 limone spremuto
    • 1/2 bicchiere di vino bianco
    • pepe

    Procedimento

    Iniziate con la pulizia del coniglio. Disossatelo, fatelo a pezzettini e quindi mettetelo a marinare con il succo di limone, 1/2 bicchiere di vino bianco, un cipollotto tagliato a fettine e pepe. Lasciatelo riposare una mezz’ora circa.

    Nel frattempo cuocete i carciofi in padella con un poca d’acqua. Prendete una buon mestolo dei vostri carciofi e frullatelo per fare una crema e poi andrete a rimettere nella padella. Aggiungete a questo punto anche il coniglio insieme al liquido della marinatura e continuate a cuocere circa 10 minuti girando di tanto in tanto per far amalgamare bene tutti i sapori ed il condimento.

    Ed ecco fatto, il vostro coniglio carciofi e cipollotto è pronto per essere gustato e servito accompagnato da pane integrale tostato o magari pane ai cereali che so vi piace tanto!

  • FILETTI DI PLATESSA SU CREMA DI CAVOLFIORE

    filetti di platessa

    Per una cena veloce ma anche sfiziosa ed appagante al palato ed alla vista. Questi filetti di platessa su crema di cavolfiore sono leggeri e saporiti

    Mettete una sera in cui volete stare davvero leggeri e mangiare non dico in bianco ma quasi, ma allo stesso tempo vorreste fare qualcosa di invitante da portare in tavola che possa andar bene per tutta la famiglia, che storcerebbe il naso di fronte a del semplice merluzzo al vapore. Ebbene, questi filetti di platessa penso che possano fare il caso vostro. Infatti non si tratta d’altro se non di semplicissimi filetti di pesce cotti al forno con il limone (ma potete cuocerli anche in padella allo stesso modo con il rischio però che non rimangano così integri), ma adagiati su una crema di cavolfiore e prezzemolo per rendere il piatto anche invitante, sebbene non meno leggero.

    Ingredienti per 2 persone

    • 400 gr di filetti di platessa
    • 1/2 cavolfiore
    • olio di oliva
    • prezzemolo
    • limone
    • pepe
    • dragoncello
    • origano
    • timo

    Preparazione

    Assolutamente banale. Innanzi tutto dovete pulire e lessare il cavolfiore facendolo cuocere il acqua bollente per circa 10 minuti. Poichè lo useremo in parte per fare la crema ed in parte da servire come contorno, consiglio di non fare una cottura troppo lunga ma di fare in modo che le cimette restino abbastanza sode. A me piacciono così.

    Una volta cotto scolatelo e frullatene una parte insieme a del succo di limone, prezzemolo a volontà e poi spezie (pepe, dragoncello, origano, timo). Deve risultare una crema molto profumata.

    Le cimette rimaste le useremo invece come semplice verdura di contorno.

    A questo punto dedicatevi alla cottura dei filetti di platessa (io avevo quelli congelati ma se usate quelli freschi sarà ancora meglio). Metteteli su una teglia rivestita da carta forno. Aggiungete il succo di un limone ed insaporite con pepe e prezzemolo. Infornate a 180 gradi per circa 10-15 minuti al massimo.

    Su una piatto stendete la crema di cavolfiore, sfornate i filetti di platessa ed impiattate. Aggiungete anche delle cimette di cavolfiore ed ecco fatto che la cena è servita. Non è leggerissima? Certo che si, ma certo più invitante di un bianchissimo e insipido merluzzo al vapore

    E se cercate un altro piatto leggerissimo ed invitante allo stesso modo, provate la platessa su vellutata di zucca. Sarà un’ottima accoppiata.

  • TORTA ALLE FRAGOLE SUPER LEGGERA

    fragole

    Tempo di fragole, ed allora che ne dite se le usiamo per preparare un buon dolce? Ecco la torta alle fragole, semplice e veloce.

    Questa torta alle fragole è una preparazione semplicissima che riuscirà anche a chi ha davvero pochissima dimestichezza in cucina. Basterà infatti mettere insieme gli ingredienti, impastare, spianare ed infornare! Ma non è tutto. E’ anche un dolce sano, a basso impatto glicemico, con pochissimo zucchero. Insomma, una fetta è concessa anche a chi segue diete ipocaloriche. Ideale a colazione (si sa, a colazione si può sempre osare un pò di più) ma magari un buon modo per concedersi un piccolo sfizio domenicale senza troppi sensi di colpa!

    Ingredienti
    • 250 gr di farina di avena (ma potete usare anche la farina integrale)
    • 30 gr di zucchero di canna integrale
    • 2 uova
    • 80 ml di olio di semi
    • 50 ml di latte
    • 1 bustina di lievito per dolci
    • fragole 300 gr
    Procedimento

    La preparazione di questo dolce è davvero molto semplice.

    Innanzi tutto sbattete le uova con lo zucchero. Aggiungete quindi l’olio di semi ed in ultimo la farina ed il lievito per dolci. Se occorre aggiungete un poco di latte. Se non avete la farina di avena potete tritare dei fiocchi di avena oppure semplicemente usare della farina integrale (anche se, ad onor, del vero quella d’avena è buonissima ed ancor più leggera!)

    Mettete  l’impasto in una teglia da torta ricoperta da carta da forno: Disponetevi quindi sopra  le fragole precedentemente pulite, lavate e tagliate a fettine ed infornate a 180° per 30 minuti in forno statico.

    E la vostra torta alle fragole è pronta. Semplice, facile, leggera.

    E se volete provare qualcos’altro sempre a base di fragole allora credo che un buon ciambellone non passi mai di moda come questo, con fragole e gocce di cioccolato oppure ancora la ciambella alle fragole extra light ancora più leggera ma non meno gustosa.

  • PANCAKES AL CACAO

    pancakes

    Per chi ama la colazione continentale, ecco a voi i pancakes al cacao, per iniziare la giornata con gusto ed energia

    Dolci da colazione tipicamente americani, sono ormai diventati di moda anche in Italia. Si tratta dei pancakes ovvero dei dolci simili a delle frittelle ma più alte e soffici. Ne esistono moltissime versioni: con o senza uova, con o senza yogurt, alcune con la purea di frutta, altre ancora con il latte. Ed ovviamente si va dalle versioni super light a quelle più dolci e caloriche. Queste frittelle vengono poi solitamente servite impilate, con l’aggiunta di sciroppi, miele, marmellata, burro d’arachidi e frutta fresca. Qui ve li presento in una versione molto leggera in modo che possano essere gustati a colazione senza sensi di colpa ma che siano allo stesso tempo dolci, gustosi ed appaganti.

    Ingredienti per circa 12 pancakes

    • 125 gr di farina di avena
    • 250 gr di albume
    • 10 gr di cacao
    • 1 cucchiaino di lievito
    • 50 gr di yogurt greco
    • un cucchiaino di aroma di vaniglia
    • 2 cucchiaini di gocce di cioccolato fondente

    Per presentare e servire

    • frutta fresca
    • marmellata di fragole
    • crema di cacao (ottenuta sciogliendo al microonde un poco di cacao amaro ed un cucchiaino di acqua

    Procedimento

    La preparazione dei pancakes è davvero semplicissima. Infatti basterà unire tutti gli ingredienti in modo da ottenere una pastella. Sporcate con dell’olio una padellina antiaderente (ma se la padellina è buona non occorre nemmeno), scaldate bene il padellino e quindi versateci un mestolo della vostra pastella. Cuocete 30 secondi, 1 minuto per lato e quindi togliete dal fuoco. E così via fino a terminare la pastella.

    PANCAKES

    E come farcirli? I pancakes possono essere presentati ed accompagnati da frutta, marmellata, burro di arachidi, e chi più ne ha più ne metta. Sopra ai pancakes è stata messa in questo caso un po’ di frutta, della marmellata ed una cremina di cacao amaro.

    Ma quanti se ne possono mangiare? 2 pancake per colazione sono certo sufficienti e sazianti.

    Conservazione

    E se non li consumate tutti in una volta, potete conservare i vostri pancakes mettendoli, una volta raffreddati, in contenitori ermetici e riponendoli in frigo. Così si conserveranno un paio di giorni. Se volete poi averne qualcuno sempre di scorta li potete congelare mettendoli sempre in contenitori ermetici e mettendo della carta forno tra un pancake e l’altro.


    Volete altre idee per la vostra “american breakfast”? Allora provate la mugcake, la torta in tazza super golosa

  • FUSILLI DI CECI CON ZUCCHINE E TONNO

    tonno

    Un primo piatto prelibato i fusilli di ceci con zucchine e tonno. Ideale per il pranzo della domenica magari e, perchè no, se avete ospiti

    Questi fusilli con ragù di zucchine e tonno sono la prova che si può mangiare in modo prelibato e gustoso senza sgarrare di una virgola e rispettando il piano alimentare. Non pensate sia possibile? Questo piatto di fusilli è stato realizzato da una mia cara paziente usando gli ingredienti previsti dal suo piano alimentare. Ingredienti uniti con fantasia e trattati con semplicità senza grassi aggiunti, fritti e soffritti, per avere così un piatto gustoso, prelibato e soprattutto light!

    Ingredienti per una porzione circa (ma ricordate che le dosi variano da persona a persona)

    • 60 gr di pasta di legumi
    • 1 zucchina
    • aglio
    • 80 gr di tonno fresco
    • brodo vegetale (senza sale)

    Procedimento

    Tagliare la zucchina a cubetti.

    Fare stufare l’aglio tritato in un po’ di brodo vegetale e buttarci la zucchina precedentemente tagliuzzata.

    A cottura ultimata della zucchina prenderne la metà e frullarla con un goccio di brodo vegetale per farne una cremina.

    Una volta cotta la pasta buttarla in padella dov’è rimasta la metà delle zucchine a cubetti e farla saltare un po’. Aggiungere la crema di zucchine ed il tonno fresco tagliato a cubetti. Ricordate che il tonno deve cuocere veramente poco, basta una leggera scottatura perchè conservi tutta la sua morbidezza e non diventi troppo secco.

    Fate saltare fino a cottura desiderata del tonno quindi ed impiattate.

    Condite con qualche spruzzata di olio ed una spolverata di pepe ed il piatto è pronto.

    Credete che questo sia l’unico piatto prelibato che sia possibile gustare? Vi sbagliate! Provate ad esempio le mezze maniche integrali con pesce spada e julienne di verdure oppure le fettuccine al limone con gamberi e pistacchi. Tutti piatti realizzati solo con semplici ingredienti ed un pò di fantasia per rendere la vostra dieta molto meno monotona e triste

  • TROFIE IN CREMA DI PISELLI E ASPARAGI

    trofie

    Per chi ancora crede che la dieta sia triste ed insipida. Provate le trofie in crema di piselli e asparagi. Ve ne ricrederete

    Ecco l’esempio di un gustoso primo piatto che non sembra da dieta ed invece lo è! Si perchè stare a dieta non significa mangiare solo petto di pollo alla piastra o merluzzo al vapore. Si può mangiare sano e leggero dando anche un aspetto ed una forma più invitante anche a dei semplicissimi piselli e zucchine come in questo caso. E lo stesso vale per il merluzzo o per il famoso petto di pollo. Avete mai provato quello curcuma pachino e funghi? Bene, che ve ne pare? Buono vero? Ed è un piatto assolutamente light: niente olio in cottura, niente soffritti. Solo pollo, spezie e verdure. Ma certo tutt’altra cosa rispetto alla solita fettina.

    Se non siete ancora del tutto convinti provate allora questo piatto e poi.. fatemi sapere!

    Ingredienti per due persone circa

    • 150 gr trofie integrali
    • 150 gr piselli congelati
    • una manciata di asparagi
    • 100 gr di cubetti di p. cotto
    • pepe

    Preparazione

    Stufate la cipolla ed aggiungere i piselli.

    In un’altra pentola lessate gli asparagi ed aggiungete un poco della loro acqua di cottura ai piselli messi in pentola con la cipolla per terminarne la cottura.

    Prendete un po’ di piselli e di asparagi e frullateli sempre con un po’ di acqua di cottura degli asparagi.

    Mettete tutto insieme ed aggiungete i cubetti di prosciutto cotto.

    Ecco il condimento pronto per far saltare la vostra pasta cotta sempre un poco al dente.

    Le vostre trofie ora sono pronte per essere impiattate e gustate ben calde.

    Una bella spolverata di pepe ed è fatta, un filo di olio di oliva ed il pranzo è servito.

    E se siete amanti dei primi piatti, allora provate anche questa carbonara di asparagi oppure i fusilli cremosi … e non vi sembrerà di stare a dieta!

  • MAGGIO: COSA METTO NEL CARRELLO?

    maggio

    Maggio, siamo in piena primavera, gli orti iniziano a colorarsi prima dell’esplosione estiva. E’ tempo di fragole e ciliegie finalmente!

    Come ad Aprile, anche a Maggio ancora non troviamo quella varietà di frutta e verdura tipica della stagione estiva. Nonostante questo però inizia a farsi vedere frutta succosa e colorata: è tempo di fragole e ciliegie finalmente!

    Per la verdura invece siamo in una fase di transizione. Troviamo cavoli e broccoli, asparagi e finocchi, mentre è ancora presto per zucchine, pomodori, melanzane…tipicamente estive. Maturano i legumi freschi: piselli e fave la fanno da padrone.  Ma ricordate: non si tratta di verdure, ma di legumi. E quindi non vanno usati come contorno 😉 .

    E ora come sempre cliccate sulla foto sottostante e scaricatela sui vostri telefoni, tablet, etc..per portarla sempre con voi quando andrete ai banchi del supermercato.

    maggio
  • CARBONARA DI ASPARAGI

    Carbonara

    Un gustosissimo primo piatto rivisitato in versione vegetariana. Ecco a voi la carbonara di asparagi, semplice, cremosa, super golosa

    Qualcuno avrà certo da ridire per aver chiamato questo piatto “carbonara”! Bhe si, forse è vero, di carbonara ce n’è solo una unica ed inimitabile. Ma insomma, non andiamo a vedere troppo il dettaglio, è il risultato quello che conta. Un piatto golosissimo adatto anche a chi segue regimi alimentari volti al dimagrimento e che son certa piacerà anche a chi non è a dieta. é infatti questa la mia visione di dieta. Nient’altro che una sana alimentazione, uno stile di vita, e non quindi la solita dieta restrittiva a cui si è abituati. Perchè credetemi, si dimagrisce anche senza portare in tavola tutti i giorni petto di pollo e merluzzo al vapore!

    Ingredienti per una porzione (ricordando sempre che le dosi sono solo dei valori indicativi e che possono variare in base alle esigenze di ognuno)

    • 60 gr di mezze maniche integrali
    • 3 asparagi
    • 1 uovo
    • sale e pepe

    Procedimento

    Mettere a lessare gli asparagi in abbondante acqua. Una volta raggiunta la consistenza desiderata (meglio morbidi) toglierli dall’acqua, tagliare a pezzetti le punte e la prima parte più tenera.

    Frullare il resto dei gambi con un pizzico di sale e pepe ed un goccio di acqua di cottura della pasta

    Quando l’acqua ha ripreso il bollore aggiungere la pasta.

    Nel frattempo sbattere bene l’uovo in una ciotola con una frusta.

    Una volta cotta la pasta, scolarla e ributtarla nella pentola calda:

    Versarci quindi sopra l’uovo perché si rapprenda leggermente.
    Una volta che l’uovo sarà della consistenza desiderata aggiungere la crema di asparagi ed i pezzetti di asparagi per decorare.

    Una bella spolverata di pepe se gradito ed ecco fatto. La vostra carbonara di asparagi è pronta!

    Ed a proposito, avevo già pubblicato in passato la ricetta di una carbonara rivisitata. L’avete vista? Se ve la siete persa eccola qui, la trovate a questo link. E sarà come sempre un ottimo piatto per tutti, a dieta e no!