La consulenza nutrizionale

Biologa Nutrizionista Santini Simona - la Visita

La consulenza nutrizionale consiste in un percorso personalizzato sulle necessità specifiche di ciascuna persona. Si articola in una prima visita, la consegna del piano alimentare e controlli successivi utili a verificare l’andamento del percorso e il raggiungimento degli obbiettivi.

Nel corso della prima visita saranno rilevati i dati personali e sarà effettuata un’indagine anamnestica sullo stato di salute del paziente. Saranno raccolte cioè informazioni riguardanti il suo stato di salute, l’uso di farmaci, familiarità, patologie pregresse e in corso.

Seguirà poi un’attenta anamnesi alimentare per conoscere le abitudini alimentari e lo stile di vita del paziente. Solo in questo modo sarà infatti possibile elaborare un piano alimentare personalizzato sulla base delle sue abitudini e del suo stile di vita (orari di lavoro, attività fisica, predilezione per questo o quell’alimento, etc…) ed adeguato alle sue necessità. Già in questa occasione saranno forniti consigli nutrizionali volti a correggere eventuali errori nutrizionali commessi dal paziente.

Sarà poi effettuata un’attenta valutazione della composizione corporea e dello stato di nutrizione. Saranno quindi rilevate le misure antropometriche (misura delle circonferenze corporee, peso ed altezza) ed impedenziometriche (determinazione tramite impedenziometria della massa magra, massa grassa, metabolismo basale, peso desiderabile, idratazione corporea).

Infine saranno definiti gli obbiettivi che vogliamo raggiungere ed in base alle esigenze emerse verrà elaborato il piano alimentare personalizzato che sarà consegnato a mano ed attentamente spiegato oppure, su richiesta, sarà inviato tramite email.

Piramide alimentare
Biologa Nutrizionista Santini Simona - la Visita

Dopo 15 giorni circa dall’inizio del regime alimentare sarà effettuato il primo controllo in occasione del quale sarà valutata la  compliance al piano alimentare, saranno discusse eventuali difficoltà, riscontrate dal paziente, e soddisfatte eventuali curiosità. Inoltre saranno effettuate nuovamente le rilevazioni antropometriche (peso, altezza, circonferenze) e sarà effettuata una nuova analisi impedenziometrica della composizione corporea al fine di verificare l’andamento del piano alimentare ed ottimizzarlo per il raggiungimento degli obbiettivi prefissati.

I controlli successivi saranno a scadenza mensile per accompagnare il paziente lungo il suo percorso ed apportare di volta in volta eventuali modifiche al piano alimentare. Si tratta di incontri molto importanti che permettono di mantenere alta la motivazione del paziente, aiutarlo e guidarlo nell’ambito del percorso di educazione alimentare intrapreso.